ARRIVEDERCI (A GINEVRA) CON IL GRANDE FOLK DI LUGANO

Prezzo: EUR 25,50
Da: EUR 30,00

Si è conclusa col grande successo di “Celtic Legends” la rassegna di splendidi spettacoli folk al Palazzo dei Congressi di Lugano, organizzata da Teatro sul Lago.Avvolti in costumi più belli e più vari rispetto allo scorso anno, i giovani ballerini irlandesi e i musicisti hanno regalato uno spettacolo ancor più coinvolgente, con coreografie mozzafiato. 

Basti dire che le ragazze hanno fatto moltissimo “blockwork”, cioè non si sono limitate a salire occasionalmente sulle punte delle “heavy shoes” (le caratteristiche claquettes irlandesi con punta in fibra di vetro e tacco vuoto, per dare il tradizionale battito) : in molti brani hanno realizzato le stesse rapidissime pulsazioni ritmiche dei maschi ma restando proprio sulle punte! Mai visto niente del genere. Per non parlare della rapidità di piedi del giovanotto solista.

Celtic Legends lo scorso febbraio a Lugano

Il gruppo appena tornato dalla Cina è attualmente impegnato in una lunga tournée in Francia, a dicembre saranno in Australia e già hanno programmato moltissime date per il Connemara Tour 2019.

Ma vale la pena di tornare sullo spettacolo prenatalizio dei Cosacchi del Don, con danze a coppie, o solo femminili o solo maschili, con solisti virtuosi, e anche loro accompagnati da musicisti con strumenti tradizionali. Nella prima parte ho avuto l’impressione di una Russia più “urbana” ed europea, i maschi indossavano uniformi militari (di quando furono intruppati nell’esercito zarista) e simili, le ragazze spumeggianti gonne colorate e giacchine orlate di pelo e volant. Nella seconda parte dello spettacolo l’atmosfera era sensibilmente più orientale, con abiti lunghi e coloratissimi ornati di ricami, lustrini, monete, e ancora veli, corone.

Cosacchi del Don lo scorso dicembre a Lugano

Il passo più sensazionale da vedere resta sempre il grand écarté in aria con cui i maschi riescono a toccarsi con le mani le punte dei piedi restando praticamente sospesi nel vuoto , per non parlare dei salti mortali in avanti e all’indietro, dei grand jetés in cerchio continuo ecc. Lo stile delle ragazze anziché sulla potenza punta ovviamente sul brio e la delicatezza, resto sempre a bocca aperta alla fluidità con cui sembrano scorrere sul palcoscenico senza neanche alzare i piedi.

Purtroppo lo spettacolo del 22 marzo della Russian National Dance Company, che prometteva di essere ancor più sensazionale a quanto potevo vedere in rete, è stato annullato per motivi logistici: si terrà però regolarmente l’appuntamento del 23 marzo al Théatre du Léman a Ginevra. “Kostroma” vede sul palco 45 ballerini, 600 costumi, 15 scenografie nella versione integrale. La compagnia è stata fondata all’inizio degli anni ’90 da Elena Tsarenko e Yuri Tsarenko, ha una forte connotazione patriottica, ha già effettuato 45 tournées in una trentina di paesi e se vi trovaste dalle parti di Ginevra varrebbe la pena di cercare un biglietto… o comunque tenete d’occhio in rete le date dei loro prossimi spettacoli nella Svizzera italiana o in Italia. Da giugno a settembre sono stanziati a Mosca per la stagione turistica.

Kostroma

Intanto Teatro sul Lago continua con le sue proposte di teatro comico e spettacoli per bambini e famiglie qui vicino a noi, cioè in Canton Ticino e a Milano. Il prossimo evento è il recital (in russo) di Dmitry Kharatyan, Artista popolare della Russia, attore, cantante, presentatore, con più di cento ruoli in film e numerosi progetti televisivi sul 1° canale, insomma un beniamino del pubblico. C’è da scommettere che attirerà non solo spettatori russi residenti in Italia ma anche tanti appassionati di musica e poesia. Kharatyan presenterà a Milano (Sala Eventi Istituto Maria Consolatrice, il 12 aprile) le canzoni da film, le canzoni dal repertorio di Okudzhava, Vysotsky, Mitiaev, Vizbor etc. le poesie di Puskin, Pasternak, Shpalikov, Evtushenko, Brodsky, Levitan… Ulteriori informazioni sul sito: www.swissstage.ch , Prezzi Euro 50,00 Golden Area (con cartolina autografata) oppure Euro 30,00 in platea.

Salva

Salva

Liked it? Take a second to support Gigliola Foglia on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *