Ash vs Evil dead 3x10

Ash vs Evil dead 3×10: The mettle of man (finale di serie)

E siamo giunti al finale di serie per Ash vs Evil dead, com’è stato come episodio? Divertente e a tratti persino insolitamente commovente. Ma domanda più importante è Ash vs Evil dead 3×10: The mettle of man com’è come finale di serie? Perfetto e pieno di difetti, fra un attimo mi spiego.
Che è successo nell’episodio
Ash, Pablo e Brandy puntano sul seminterrato della ferramenta col cadavere di Kelly al seguito, ora che l’essenza di Kaya è distrutta dovrebbero essere in grado di riportare Kelly dalla terra dei morti ed infatti vi riescono, non c’è nemmeno bisogno di “ammazzare” Ash, il varco è stabilmente aperto, quindi Pablo libero dall’incombenza di tenerlo aperto può andare lui a recuperare la sua amata Kelly, grazie ai suoi poteri di brujo especial ha un piede in un mondo e uno nell’altro.
Segue poi il commovente commiato di Ash alla sua famiglia, li chiude in un trasporto militare che sta evacuando e affronta da solo il deadite gigante prima che l’aviazione ponga in atto il piano di usare armi atomiche, lega la spada kandariana su un proiettile di carro armato e il gioco è fatto.
ash williams
Dopo la sconfitta del mostro un Ash privo di conoscenza viene rapito dai cavalieri di Sumeria e ibernato, si risveglia in un futuro apocalittico dove un’avvenente cyborg lo porta a una versione modificata della Delta e lo informa che gli Oscuri sono tornati.
Recensione
Che intendevo con finale pieno di difetti ma perfetto? Molto semplice: il finale è perfetto per Ash, c’è una dualità in questo episodio finale che era inevitabile, tutta la parte prima della sconfitta del mostro è insolitamente seria e addirittura commovente, con un Campbell che dimostra di essere padrone di altri registri recitativi oltre a quelli di solito richiesti per Ash. Poi c’è la scena finale con Ash di nuovo cazzone che si gusta la vista della cyborg sexy. Vedere la famiglia dei Ghostbeaters che si divide è stato triste, adoro Kelly e Pablo e negli ultimi episodi avevo iniziato ad apprezzare la bella Brandy, ma trovo che il finale per Ash sia perfetto così, nella prima parte hanno dato riconoscimento a quello che la serie è stata, specie in questa stagione. Nella seconda parte hanno riconosciuto che Ash è un personaggio iconico che non può andare in pensione e deve rimanere sempre uguale a se stesso.
ash e la cyborg
Come ho sempre detto la trama in Ash vs Evil dead è secondaria, ma non posso esimermi dal dire che il mio giudizio positivo sul finale è condizionato al fregarmene di tutto quanto non sia Ash e la famiglia dei Ghostbeaters, altrimenti dovrei dire che non ho apprezzato che davvero si sia chiuso così con Ruby dopo tutto quello che Lucy Lawless ha dato a questo show e che nell’ultimo episodio siano completamente assenti gli Oscuri, capisco che l’episodio dura solo mezzora ma allora avrebbero potuto fare economia di tempo prima, o aggiungere un episodio, e fare un finale diviso in tre parti invece che due.

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *