Brivido nella notte – Clint Eastwood – Recensione

 

Nel Thriller psicologico Play Misty for me (1971), titolo italianizzato in Brivido nella notte, David Garner è uno speaker radiofonico sensibile al fascino delle donne, alle prese con una donna ossessionata da lui. Natura e mare hanno un ruolo primario nelle inquadrature paesaggistiche relative alla penisola californiana di Carmel-Monterey, per non parlare delle musiche (sovviene, ad esempio, la meravigliosa First Time I Ever Saw Your Face di Roberta Flack, oltre al brano Misty di Errol Garner), il tutto in piena atmosfera anni 70’.

FUGA DA EVELYN

L’opera prima di Clint Eastwood si rivela un dramma dall’intreccio per nulla innovativo cui si aggiunge il solito lieto fine post scontro finale, ma il soggetto di Jo Heims finisce, quantomeno, nelle mani giuste. Il regista statunitense oltre a dirigere il lungometraggio, veste i panni del protagonista: questi i validi punti di forza. Jessica Walter, inoltre, dà il meglio di sé nel ruolo inquietante dell’antagonista, Evelyn, serial maneggiatrice di coltelli, e persecutrice di Dave a tal punto da intralciarlo sia nella sfera affettiva, che in quella lavorativa. Nel cast figura anche l’eccezionale cineasta Donald Siegel (il barman Murphy), col quale Clint ha collaborato svariate volte.

CLINT PRESTO SUL GRANDE SCHERMO…

Più che un esordio registico credo si possa parlare dell’incipit acerbo, ma non troppo di una carriera costellata di innumerevoli successi. L’ottantottenne Uomo senza nome della Trilogia del dollaro non ha appeso i guanti al chiodo, infatti è tornato dietro la macchina da presa per regalarci un altro poliziesco, Il corriere- The Mule, distribuito nelle sale cinematografiche italiane, salvo imprevisti, a partire dal 7 febbraio. Clint recita la parte di un veterano di guerra (Earl Stone) coinvolto, suo malgrado, in traffici illeciti. Nel film oltre alla figlia del regista Alison Eastwood, ritroveremo il Chris Kyle di American Sniper (Bradley Cooper), nel ruolo dell’agente della DEA Colin Bates. Credo proprio che l’ispettore Callaghan ci stupirà.

Liked it? Take a second to support Valentina Caruso on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *