Archivi categoria: cinema

Ghost in the shell, il film, la recensione

Ghost in the shell, il film diretto da Rupert Sanders ed è basato sull’omonimo manga di Masamune Shirow . Ambientato in un mondo dove i robot lavorano con e per gli umani e gli esseri umani stessi hanno impianti robotici.

Quando annunciarono la versione live action avevo paura di quello che sarebbe venuto fuori. Dragon Ball Evolution è qualcosa che fa ancora venire gli incubi, con Ghost in the shell avevo il timore che non solo ripetessero un tremendo adattamento ma anche rovinassero la filosofia che impregna la saga.
Sembrerà assurdo dirlo visto che si tratta di un film e per forza di cose ci devono essere delle differenze. Vero, però purtroppo spesso e volentieri si vede anche uno stravolgimento del carattere dei personaggi che lascia il fan disgustato e non riesce a catturare il pubblico che si avvicina alla storia per la prima volta.

Tutto questo non è successo, anzi, il film pur essendo scollegato ai manga ha mantenuto comunque quello che è il fulcro della storia la sua filosofia e i suoi personaggi con i loro caratteri arricchendo il mondo a cui si ispira con una nuova avventura.

Scarlett Johansson, per quanto non abbia tratti asiatici e il personaggio del maggiore è asiatico, rende bene lo stesso il personaggio.
Il personaggio di Aramaki, il capo della sezione nove, è interpretato magistralmente da Takeshi Kitano.
Nel ruolo di Batou, Pilou Asbæk che riesce a riproporre il personaggio visto anche nei film d’animazione.

Perché andare a vederlo? Se amate la fantascienza è un film da non perdere, se siete appassionati di Ghost in the shell è un capitolo in più che arricchisce la serie.
Non è necessario aver visto i film diretti da Mamoru Oshii, la serie animata o letto il manga per vedere il film e comprendere le interezioni tra i personaggi.
Non sono un’esperta di cinema ma sono sicura che questo film rende molto di più se visto sul grande schermo rispetto al televisore di casa.

Salva

Salva

Stefano Benni, la bottiglia magica, la recensione

Chi ha detto che non si possa fare critica sociale e, nello stesso tempo, raccontare una storia che, solo formalmente, sembra una storia per ragazzi? La forza narrativa di Benni non ha confini e utilizza, oltre alla sua ben nota capacità narrativa, anche il linguaggio dei fumetti. Parola scritta e immagine diventano un tutt’uno che trascina il lettore dalla prima all’ultima pagina, strappandogli talvolta delle belle risate ma anche portandolo a fare delle significative riflessioni.

Continua la lettura di Stefano Benni, la bottiglia magica, la recensione

Arrival e l’importanza delle parole: la recensione

Abbiamo tutta una serie di idee riguardo ad Arrival di Denis Villeneuve e cercheremo di buttarle giù man mano come ci vengono.
Se si volesse riassumere e sminuire il film si potrebbe dire che è il classico film in cui arrivano gli alieni e gli esseri umani, queste piccole creature che temono sempre lo scenario peggiore, cercano di trovare un modo per comunicare e porre le questioni che li attanagliano. Vengono in pace? Vengono per assoggettare e sterminare la razza umana? In realtà il film è molto altro, molto più profondo perché mette mano nel cuore stesso dell’umanità.

Prima di continuare avvisiamo che vi saranno pesanti SPOILER da qui in avanti…
Continua la lettura di Arrival e l’importanza delle parole: la recensione

Star Wars Reloaded – Rogue One – a Star Wars story – La recensione di Simona e Silvia

Nelle scorse settimane è arrivato nelle sale l’ennesimo film della saga per eccellenza della storia del cinema.

Star Wars.

Titolo?

Rogue One – a Star Wars story anche se si potrebbe intitolare episodio 3.9.

Come prima cosa ci teniamo a dire che non eravamo così entusiaste all’idea degli spin off.

Prima di continuare precisiamo che su questa nuova pellicola il nostro staff farà diverse recensioni personalizzate, invece di farne una sola multipla che diventerebbe pesante.

Inizieremo noi, Simona e Silvia, poi ci saranno Maria Pia Leone, Chiara Liberti e Gigliola Foglia.

Vi avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti degli spoiler! Continua la lettura di Star Wars Reloaded – Rogue One – a Star Wars story – La recensione di Simona e Silvia

Alessandro Petrelli Oltre la finestra

luna-piena-partoLa casa editrice “Lettere Animate” ha un gran fiuto con gli autori, visto che Clara Cerri e Alessandro Petrelli scrivono per la medesima editrice. Di questi tempi, poi, dare fiducia a chi non è molto conosciuto nell’ambiente letterario, è un ‘operazione sicuramente intelligente. Continua la lettura di Alessandro Petrelli Oltre la finestra

Giffoni Film Festival 2016

Leonardo-DiCaprioE’ iniziato venerdì, nell’omonima cittadina in provincia di Salerno, il Giffoni Film Festival, il più grande festival mondiale di cinema per adolescenti e bambini.

Da sempre in prima linea nel toccare tematiche vicino ai ragazzi, il Giffoni, anche quest’anno, ha un programma molto valido e grandi star internazionali tra gli ospiti. Continua la lettura di Giffoni Film Festival 2016

Michael Cimino, il suo cinema e la sua arte

In questo 2016 pieno di lutti, è venuto a mancare pochi giorni fa, il regista, sceneggiatore e produttore Michael Cimino. Ripercorriamo la sua cinematografia.

Nato il 3 febbraio 1939 a New York, Michael Cimino proveniva da una famiglia borghese di origini italiane. Aveva quell’intelligenza bella, OCCiminoportata  sempre alla ricerca di qualcosa . Nel 1971 aveva già cominciato ad interessarsi al cinema, sia come regista che sceneggiatore. Nel 1974 è alla regia di “Una calibro 20 per lo specialista”, il cui titolo originale è Thunderbolt and Lightfood dai soprannomi dei due personaggi. Il film,  racconta di un reduce dalla guerra di Corea che conosce un ladro e fanno una rapina insieme,  fu scritto con Clint Eastwood amico del regista, piace e fa conoscere un giovane attore  allora sconosciuto, Jeff Bridges. Strutturato come road movie, attirò l’attenzione e ancora adesso è un bel lavoro cinematografico.

Continua la lettura di Michael Cimino, il suo cinema e la sua arte

A VILLA D’ESTE I GALA SOTTO LE STELLE

CERNOBBIO (CO).- Come ormai da tradizione pluriennale si rinnova anche quest’estate il Festival Villa d’Este, una rassegna composta da concerti di musica classica e spettacoli all’aperto di grande impatto visivo organizzata dal Grand Hotel Villa d’Este (già nobiliare villa di delizie e ora uno dei 20 migliori alberghi del mondo, a detta degli esperti stranieri).

Villa_d_Este_e_piscina

La parte concertistica, curata dal Circolo Vincenzo Bellini sotto la direzione del M° Armando Calvia, si è aperta già a maggio con svariati appuntamenti con ottimi interpreti internazionali, e si concluderà il 24 agosto col pianoforte di Alberto Ferro per un florilegio di brani classici: la serata si terrà come di consueto in Sala Regina alle 21.30, costo 30 euro comprensivo di champagne di benvenuto, è richiesto abbigliamento formale. Continua la lettura di A VILLA D’ESTE I GALA SOTTO LE STELLE

Bud Spencer – Il nostro ricordo

bud2

Bud Spencer – Il nostro ricordo

di Romana Russello

Mio fratello che ci ossessionava con i suoi (loro) film. Appena li vedeva in tv si impossessava del telecomando e silenzio assoluto. Tutti incantati a veder un film per la ventesima/trentesima volta come fosse la prima. Sì, perché li si vedeva tutte le volte che li passavano. Tutti insieme. Il ricordo che ho di Bud Spencer lo associo a questo. Ad un momento in cui tutta la famiglia era riunita. (sembra qualcosa di preistorico adesso che ognuno usufruisce dei vari apparecchi, ognuno ne ha più di uno, in tempi e modi diversi, in solitaria). Ed anche quando siamo diventati troppo grandi per ridere ancora di quei pugni, di quelle sberle bilaterali, di quelle scene grottesche, abbiamo continuato a guardare film che conoscevamo a memoria. Ed il merito è tutto suo.

Continua la lettura di Bud Spencer – Il nostro ricordo

MCU, LA SAGA DEI SUPEREROI DELLA MARVEL

MCU, sigla che sta per Marvel Cinematic Universe, è un franchise cinematografico incentrato su una serie di film di supereroi prodotti dai Marvel Studios e basati sui personaggi apparsi nei fumetti della Marvel Comics.

feige-banner-6-23

Era il 2005, quando la Marvel studios, sotto la direzione del presidente Kevin Feige, decide di produrre i proprio i film basati su alcuni personaggi creati da Stan Lee. Anzi, l’idea di Feige è quella di creare proprio un universo condiviso, composto da film, contenenti elementi comuni, che, insieme, formano una vera e propria saga; a differenza di altri film basati dei personaggi dei fumetti Marvel (es.: Spideman, I fantastici quattro) pensati principalmente come universi chiusi contenenti i soli protagonisti di una serie senza crossover importanti.

Questa scommessa di Feige ha permesso di creare appunto un universo cinematografico della Marvel iniziato ne 2008 con l’uscita del primo “Iron-man”. Il film contiene già elementi-filo che unirà i film successivi: il progetto Vendicatori annunciato dal direttore dello S.H.I.E.L.D. Nick Fury. Continua la lettura di MCU, LA SAGA DEI SUPEREROI DELLA MARVEL