Archivi categoria: musei

Patti Smith in Italia

La sacerdotessa del rock si trova in Italia ormai da qualche giorno per una serie di concerti del tour “Grateful” che ricorda l’omonima canzone presente nell’album “Gung Ho” del 2000 ed è il sentimento scelto dalla cantante americana, che ha compiuto 70 anni lo scorso dicembre, per esprimere una vicinanza speciale verso chi da sempre la ama e la sostiene.
Sul palco con lei infatti ci saranno la figlia Jesse, il figlio Jackson e il chitarrista Tony Shanahan.
Ma prima di calcare i palchi della nostra penisola, a Parma l’attendevano per una occasione speciale.
Il 3 maggio infatti ha ricevuto la laurea magistrale ad honorem in “Lettere Classiche e Moderne” dall’Università di Parma. E’ la prima laurea honoris causa in Europa per l’artista (aveva infatti ricevuto simili onorificenze solo negli Stati Uniti ma principalmente nelle discipline legate all’arte figurativa).

Continua la lettura di Patti Smith in Italia

DNA, Il grande libro della vita al Palazzo delle Esposizioni

La Storia, quella con la maiuscola, a volte ha un modo tutto suo di presentarsi agli appuntamenti. Ci sono momenti in cui è in terribile ritardo e chi la attende si vede scivolare la vita di dosso e solo alla fine si convince di aver aspettato invano. È il caso di Gregor Mendel, per esempio, monaco agostiniano in Moravia, destinato a veder riconosciute le proprie scoperte solamente tempo dopo la sua morte.
La mostra DNA – Il grande libro della vita, da Mendel alla genomica (attualmente al Palazzo delle Esposizioni di Roma, fino al 18 giugno), inizia proprio da lì, dal giardino di un monastero e dall’acume di un uomo che volle trovare risposte scientifiche a domande apparentemente banali. Continua la lettura di DNA, Il grande libro della vita al Palazzo delle Esposizioni

ELFI E FATE NEI BOSCHI DI MONZA

Una giornata di sole novembrino ha favorito anche le passeggiate nell’enorme parco di Monza (servito da trenini interni nella bella stagione) e le ultime visite a una suggestiva mostra in chiusura che ha tenuto banco per mesi e che si spera possa essere riproposta, debitamente adattata, anche in altri parchi storici (questa la motivazione del presente articolo anche a evento concluso): “Elfi, Folletti e Fate. I segreti del Piccolo Popolo”, dedicata alle magiche e minuscole creature che popolerebbero i vari ambienti naturali, secondo una tradizione diffusa in moltissime culture e in tutti i continenti. Allestimento ideato, prodotto e organizzato da ViDi in collaborazione col Consorzio di Villa Reale e Parco, La Danza Immobile-Teatro Binario 7 e Creda Onlus, su progetto di Corrado Beretta e Corrado Accordino.

i cerchi delle fate

Nella bellissima ma un po’ appannata Villa Mirabello, dai notevoli soffitti affrescati,

Continua la lettura di ELFI E FATE NEI BOSCHI DI MONZA

Maria Antonietta “sfila” alla Reggia di Monza

Conferenza e sfilata al Teatrino di Corte sulla moda all’epoca di Maria Antonietta

MONZA.- Gran pienone e coda in attesa fuori dal Teatrino della Villa Reale di Monza sabato 29 ottobre per l’evento di chiusura della rassegna “Asburgo e dintorni. La Casa imperiale d’Austria in Lombardia tra storia e curiosità” che ha coperto l’intero mese di ottobre (e sarà replicato con approfondimenti il prossimo anno). Quattro gli appuntamenti, dedicati ad “Amori e dissapori” nella casa di campagna dell’Arciduca Ferdinando, ai Giardini Arciducali e a quel che ne resta attualmente, e ad attività di animazione per bambini e famiglie, fino alla chiacchierata di sabato con défilé regale: “Sete, perle e belletti ai tempi di Maria Antonietta” ripercorreva infatti l’evoluzione della moda e del trucco dal 1750 al 1790 circa, con vestizione di una dama e sfilata di abiti d’epoca fedelmente ricostruiti.

dscf1665

Ad affiancare il Centro di Documentazione Residenze Reali Lombarde e il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, c’erano l’Associazione Italiana Maria Antonietta e l’Atelier Storico Il Paradiso delle Dame. Continua la lettura di Maria Antonietta “sfila” alla Reggia di Monza

SIMBOLISMO A MILANO, UNA MOSTRA DA SOGNO

MILANO.- Al di là del valore intrinseco e dell’importanza storica e culturale delle opere esposte, la mostra “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra” merita innanzitutto un plauso per l’allestimento e le modalità di fruizione. Dal punto di vista dell’ambientazione abbiamo giusti spazi, con possibilità di sedute comode per godersi le opere e ascoltare con calma l’audioguida, e illuminazione soffusa che crea un’atmosfera consona mettendo allo stesso tempo in giusto risalto le tele. Le audioguide, gratuite, non ripropongono pari pari i testi dei pannelli, ma ne sono una sintesi abbinata all’approfondimento di una o due opere per sala, ritenute particolarmente significative;  Continua la lettura di SIMBOLISMO A MILANO, UNA MOSTRA DA SOGNO

BARBIE, THE ICON A MILANO

Barbie – The Icon a Milano

MILANO.- Difficile dire se fossero più entusiaste le bambine, abituate ormai ad avere dozzine di Barbie ogni anno diverse, oppure le mamme o ancor più le giovani nonne, per le quali la prima (e spesso unica) sospirata Barbie è stata un vero mito. Di sicuro la sfilata, o meglio il grande carosello delle 448 bambole della mostra “Barbie – The Icon” non lascia indifferenti.

BarbieIcon

Magnificamente allestita all’interno del MuDeC di Milano, il nuovissimo Museo delle Culture, con soluzioni espositive originalissime: dai “girotondi” appunto di Barbie divise per epoche e affiancate dall’appropriato settore della Timeline (per confrontare lo stile con quel che accadeva in queegli anni), agli “ascensori” a tubo trasparente che raccontano le mille carriere della bambola più famosa del mondo, alle “passerelle” degli esemplari rivestiti degli abiti più sontuosi ideati da grandi stilisti, per finire con le teche da museo dedicate alle serie da collezione ispirate a personaggi storici o cinematografici, e al vero “giro del mondo” creato con le tante Barbie “dolls of the world” in costumi etnici (stupende). Continua la lettura di BARBIE, THE ICON A MILANO