Archivi categoria: recensione

Your name

“C’è un filo invisibile che ci lega alle persone della nostra vita. Quelle veramente importanti hanno un filo così resistente che non può spezzarsi mai. Magari queste persone non le vediamo, non le sentiamo e non sappiamo più nulla di loro…ma non importa, sono dentro di noi. Magari un giorno, tirando quel filo invisibile, riusciremo anche a riportarle da noi.” (Laura Sacchini)
Continua la lettura di Your name

Gifted – Il talento come straordinaria opportunità

Gifted- il dono del talento è un film drammatico ambientato in Florida, in una cittadina nei pressi di Tampa, che vede come protagonista l’enfant prodige Mary Adler, la quale fin dal primo giorno di scuola mostra una spiccata inclinazione per i numeri e per la matematica.

Continua la lettura di Gifted – Il talento come straordinaria opportunità

Star Trek Discovery impressioni dopo i primi 5 episodi

Innanzitutto una premessa, sono un trekkie di vecchia data ed ero scettico e prevenuto su questo Star Trek Discovery, mi apprestavo a guardare il pilot (o meglio i primi due episodi) pensando che forse sarebbero potuti essere gli unici episodi che avrei guardato. Sono qui dopo 5 episodi a dirvi quanto sia soddisfatto della serie.
Continua la lettura di Star Trek Discovery impressioni dopo i primi 5 episodi

The strain 4×10: The last stand

E così siamo giunti alla fine, con The strain 4×10: The last stand si conclude la serie tratta dalla trilogia di romanzi horror scritta da Guillermo del Toro e Chuck Hogan. Poco fa a caldo ho scritto: “E così un’altra serie è finita, episodio finale pienamente soddisfacente, non metterò questa serie nella mia top ten di sempre, forse nemmeno nella top 20? Non so ci dovrei provare a stilarla, ma tutto sommato una serie molto buona, con qualche passaggio a vuoto ma degna di essere vista e che se non definirei imperdibile certo definirei consigliabile.” Continua la lettura di The strain 4×10: The last stand

The strain 4×06: Tainted love

Per me è difficile dare un voto a questa The strain 4×06: Tainted love, da un lato l’episodio non mi ha fatto impazzire in nessuna sua parte, quindi lo trovo nettamente inferiore al precedente, del resto è mancato Eph e sapete che in questa stagione la sua storyline è quella che più mi ha convinto. D’altro lato però sono stati fugati i miei timori su sviluppi insulsi che paventavo.
Che è successo nell’episodio
Stavolta solo due storyline, tre se si considera la fine dei flashback di Quinlan sul suo tempo a Londra nell’800. Continua la lettura di The strain 4×06: Tainted love

Serie tv Eu Vs Usa: Forbrydelsen vs The Killing

Il 7 Gennaio 2007, sul canale danese DR1, va in onda la prima puntata del serial tv ‘Forbrydelsen’: giallo psicologico a puntate, antologico, ma con protagonisti fissi e con un minutaggio infinito sulle spalle. Sessanta minuti a episodio per tre stagioni dedicate agli amanti del thriller, del complotto e delle varie sfaccettature dell’animo e della psiche umana.
Sorvolando sulla complessità di pronuncia e di scrittura del titolo (‘Il crimine’ in italiano, fortunatamente mai tradotto), la serie si dimostra un successo già dopo le prime puntate. Forbrydelsen viene trasmesso nelle vicine Finlandia, Svezia e Belgio, per poi passare a Francia, Austria e Regno Unito. Sarà proprio in Inghilterra che la serie troverà il maggiore pubblico di affezionati, fino ad essere trasmessa in lingua originale con sottotitoli in inglese sul canale BBC Four (trattamento riservato anche all’italianissimo ‘Gomorra’). Gli inglesi amano le atmosfere cupe e uggiose della perennemente plumbea Copenaghen televisiva, tanto da seguire le tre storie proposte con il medesimo attaccamento della prima ora.

Tutte le stagioni di Forbrydelsen raccontano la storia di un delitto e grazie all’agente Sarah Lund, il telespettatore viene risucchiato in un vortice di eventi enigmatici, misteriosi e terrificanti.

Avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti degli SPOILER! Continua la lettura di Serie tv Eu Vs Usa: Forbrydelsen vs The Killing

The strain 4×04: new horizons

The strain 4×04: new horizons, alla fine di questo episodio la prima cosa che ho pensato è stata: “Credevo peggio!”, e sì perché quando nel previously ho visto Gus e Dutch ho pensato: “Che palle!” ho già spiegato nelle precedenti recensioni che penso delle loro storyline in questa stagione.
Continua la lettura di The strain 4×04: new horizons

Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

E così siamo giunti alla fine di questo bellissimo viaggio, Black Sails 4×10: XXXVIII il finale di serie non ci ha riservato sorprese, costretto nei limiti dettati dall’essere un prequel e dall’essere personaggi storici di alcuni dei protagonisti, non ci aspettavamo lo facesse. Gli autori ci hanno dato un bel finale, lieto per quasi tutti i protagonisti sopravvissuti e non lieto per l’antagonista di seconda parte di serie, e ci ha lasciato con la dolce malinconia che ti lascia una serie che hai amato e non ti ha mai tradito fino all’ultimo episodio.
Che è successo nell’episodio

Continua la lettura di Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII

Non è stata pigrizia, non è stata dimenticanza non aver recensito l’episodio della scorsa settimana, ammetto di aver volutamente aspettato perchè dopo la rottura tra Flint e Silver nel finale dell 4×08 non mi volevo sbilanciare prima di vedere cosa sarebbe successo, oggi sono stato in dubbio se a questo punto saltare di nuovo e aspettare il gran finale di serie, ma poi ho pensato che avendo amato tanto la serie vorrei concentrarmi sul giudizio complessivo la prossima settimana e quindi questa spendo due parole su Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII. Continua la lettura di Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII