Archivi categoria: recensione

The strain 4×10: The last stand

E così siamo giunti alla fine, con The strain 4×10: The last stand si conclude la serie tratta dalla trilogia di romanzi horror scritta da Guillermo del Toro e Chuck Hogan. Poco fa a caldo ho scritto: “E così un’altra serie è finita, episodio finale pienamente soddisfacente, non metterò questa serie nella mia top ten di sempre, forse nemmeno nella top 20? Non so ci dovrei provare a stilarla, ma tutto sommato una serie molto buona, con qualche passaggio a vuoto ma degna di essere vista e che se non definirei imperdibile certo definirei consigliabile.” Continua la lettura di The strain 4×10: The last stand

The strain 4×06: Tainted love

Per me è difficile dare un voto a questa The strain 4×06: Tainted love, da un lato l’episodio non mi ha fatto impazzire in nessuna sua parte, quindi lo trovo nettamente inferiore al precedente, del resto è mancato Eph e sapete che in questa stagione la sua storyline è quella che più mi ha convinto. D’altro lato però sono stati fugati i miei timori su sviluppi insulsi che paventavo.
Che è successo nell’episodio
Stavolta solo due storyline, tre se si considera la fine dei flashback di Quinlan sul suo tempo a Londra nell’800. Continua la lettura di The strain 4×06: Tainted love

Serie tv Eu Vs Usa: Forbrydelsen vs The Killing

Il 7 Gennaio 2007, sul canale danese DR1, va in onda la prima puntata del serial tv ‘Forbrydelsen’: giallo psicologico a puntate, antologico, ma con protagonisti fissi e con un minutaggio infinito sulle spalle. Sessanta minuti a episodio per tre stagioni dedicate agli amanti del thriller, del complotto e delle varie sfaccettature dell’animo e della psiche umana.
Sorvolando sulla complessità di pronuncia e di scrittura del titolo (‘Il crimine’ in italiano, fortunatamente mai tradotto), la serie si dimostra un successo già dopo le prime puntate. Forbrydelsen viene trasmesso nelle vicine Finlandia, Svezia e Belgio, per poi passare a Francia, Austria e Regno Unito. Sarà proprio in Inghilterra che la serie troverà il maggiore pubblico di affezionati, fino ad essere trasmessa in lingua originale con sottotitoli in inglese sul canale BBC Four (trattamento riservato anche all’italianissimo ‘Gomorra’). Gli inglesi amano le atmosfere cupe e uggiose della perennemente plumbea Copenaghen televisiva, tanto da seguire le tre storie proposte con il medesimo attaccamento della prima ora.

Tutte le stagioni di Forbrydelsen raccontano la storia di un delitto e grazie all’agente Sarah Lund, il telespettatore viene risucchiato in un vortice di eventi enigmatici, misteriosi e terrificanti.

Avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti degli SPOILER! Continua la lettura di Serie tv Eu Vs Usa: Forbrydelsen vs The Killing

The strain 4×04: new horizons

The strain 4×04: new horizons, alla fine di questo episodio la prima cosa che ho pensato è stata: “Credevo peggio!”, e sì perché quando nel previously ho visto Gus e Dutch ho pensato: “Che palle!” ho già spiegato nelle precedenti recensioni che penso delle loro storyline in questa stagione.
Continua la lettura di The strain 4×04: new horizons

Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

E così siamo giunti alla fine di questo bellissimo viaggio, Black Sails 4×10: XXXVIII il finale di serie non ci ha riservato sorprese, costretto nei limiti dettati dall’essere un prequel e dall’essere personaggi storici di alcuni dei protagonisti, non ci aspettavamo lo facesse. Gli autori ci hanno dato un bel finale, lieto per quasi tutti i protagonisti sopravvissuti e non lieto per l’antagonista di seconda parte di serie, e ci ha lasciato con la dolce malinconia che ti lascia una serie che hai amato e non ti ha mai tradito fino all’ultimo episodio.
Che è successo nell’episodio

Continua la lettura di Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII

Non è stata pigrizia, non è stata dimenticanza non aver recensito l’episodio della scorsa settimana, ammetto di aver volutamente aspettato perchè dopo la rottura tra Flint e Silver nel finale dell 4×08 non mi volevo sbilanciare prima di vedere cosa sarebbe successo, oggi sono stato in dubbio se a questo punto saltare di nuovo e aspettare il gran finale di serie, ma poi ho pensato che avendo amato tanto la serie vorrei concentrarmi sul giudizio complessivo la prossima settimana e quindi questa spendo due parole su Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII. Continua la lettura di Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII

Paterson di Jim Jarmusch – la nostra recensione

Non conosciamo molto bene il cinema di Jim Jarmusch, ma possiamo dire che questo film ci ha fatto venire voglia di scoprire il resto della sua filmografia.
Per alcuni detrattori Paterson non racconta nulla.
In effetti, tecnicamente è così.
Non racconta nulla di speciale.
Entriamo in punta di piedi in una settimana di un uomo e di una donna, sposati da poco, innamoratissimi, che vivono in una piccola casa di periferia a Paterson, altrettanto minuscola cittadina del New Jersey.
Continua la lettura di Paterson di Jim Jarmusch – la nostra recensione

Black Sails 4×07: XXXV

Black Sails 4×07: XXXV è un episodio di pausa dai combattimenti e dalla conseguente mattanza dei protagonisti in cui si prospettano quelli che forse saranno gli schieramenti finali.
Che è successo nell’episodio
Rackham e Max giunti a Boston fanno la loro proposta al nonno di Eleanor, solo per scoprire che in realtà le cose in famiglia le dirige la donna, tutte donne formidabili nella famiglia Guthrie. La donna accetta solo a patto che Rackham uccida Flint. Flint e Silver arrivano quasi ai ferri corti quando giunge la proposta del governatore di restituire Madi che è sopravvissuta (mi piacerebbe sapere come) in cambio del tesoro. Quello che loro non sanno è che la strategia al governatore è stata suggerita (lui non aveva idea di chi fosse Madi e quanto contasse per Silver) da Billy, sempre più consumato da odio e sete di vendetta. Flint appoggiato dalla madre di Madi riesce a convincere Silver che cedere non è un’opzione, meglio tentare una disperata sortita per liberarla.
Recensione
Black-sails-rackham
Come ho detto gli schieramenti finali sembrano fatti, tre fazioni: il governatore Rogers odiato dalle altre con Billy come informatore; l’alleanza schiavi pirati con Flint-Silver-Madi e gli schiavi di Julius; Rackham e Max con alle spalle i Guthrie, la seconda e la terza sono accomunate solo dalla volontà di eliminare Rogers, ma Flint e Silver vogliono una rivoluzione mentre Rackham e Max sono molto più realisti. Inoltre come ho scritto Rackham per fare affari coi Guthrie, che possono comprarsi i debiti di Rogers e distruggerlo senza sparare un colpo, deve uccidere Flint.
I dubbi che mi sorgono riguardano quel che sappiamo da “L’isola del tesoro”, ribadisco che non l’ho letto, ma mi risulta che Billy e Silver siano nel libro e di Flint si dice che è morto ma poco tempo prima.
Come diavolo ci arriveremo? Come possono sopravvivere sia Billy che Silver e ritrovarsi in una spedizione insieme?

Per quel che riguarda il commento a quanto visto nell’episodio devo dire ancora una volta che non sbagliano un casting o un personaggio, mi è piaciuto parecchio Julius “nessuno cambia il mondo, non tutto in una volta, il mondo è troppo forte per quello” un altro che dovrebbe essere analfabeta ed invece è un filosofo, ma chi se ne importa mi sono già espresso su come mi pongo rispetto a questo.

A Billy nella scorsa recensione avevo fatto i complimenti per il carattere anche se supponevo che fosse più odio che coraggio, avevo ragione, è davvero divorato dall’odio non gli è rimasto altro.

black-sails-woodes-rogersPer il resto ci sarebbe da sottolineare come al solito quasi tutti i dialoghi sempre ben scritti e superbamente recitati, da Rackham con Madame Guthrie, a quello iniziale tra Silver e la madre di Madi in cui lui sente giusto dirle quello che c’era tra lui e la figlia (quando ancora pensavano fosse morta) e ancora quello tra Julius e la madre di Madi a cui ho già accennato parlando del leader degli schiavi fuggiti, solo per citare quelli che più mi sono rimasti impressi.

Ma soprattutto voglio sottolineare la grandezza del solito Rackham quando dice alla giovane dama di lasciar stare i giornali con le loro fandonie sui pirati e prendere un libro (anche se l’amara risposta è che la verità non è interessante come le storie) e l’ottima prova di Luke Roberts (Woodes Rogers) personaggio odioso ma ottimo attore pure lui, nelle scene della veglia del cadavere di Eleanor.

Black Sails 4×06: XXXIV

Se volessi dare un titolo a questa Black Sails 4×06: XXXIV sarebbe: la mattanza continua, non posso dire che la cosa mi sconvolga più di tanto perchè ho sempre avuto presente che la fine della serie sarebbe dovuta essere una mattanza dei protagonisti. A meno che non la trasformassero in una serie distopica ambientata in una realtà parallela in cui la pirateria ha vinto e i Caraibi non sono mai stati normalizzati.

Che è successo nell’episodio Continua la lettura di Black Sails 4×06: XXXIV