defiance-datak-accetta-la-proposta

Defiance 3×07-3×08 The beauty of our weapons – My Name Is Datak Tarr and I Have Come to Kill You

Doppia recensione visto che chi vi scrive la scorsa settimana era impegnato e avendo recuperato l’episodio 3×07 The beauty of our weapons solo mercoledì sembrava poco sensato fare la recensione così in ritardo a tre giorni dalla nuova. Del resto riassumere quello che è successo nello scorso episodio è abbastanza semplice: la città si prepara a combattere per difendersi dal generale Rahm Tak, finalmente hanno un colpo di fortuna arriva un mercante d’armi a rifornirli, naturalmente è l’ex di Berlin a cui si era accennato nel precedente episodio, Datak che è in custodia viene condannato a morte,  Stahma viene curata da T’Evgin suscitando la gelosia e le ire di Kindzi.
L’episodio a nostro parere non si è discostato dall’ottimo livello medio di questa stagione, che se continuerà così per noi potrebbe essere la migliore di tutta la serie, sul lato Berlin vs ex viene fuori che il mercante d’armi non è poi dei peggiori, tanto che per la sua famiglia è una pecora nera, tanto che anche se Defiance non può pagare li rifornisce d’armi, tutto quello che vuole è riallacciare i rapporti con Berlin. Storia abbastanza banale, la famiglia di lui si opponeva alla relazione, ad entrambi furono raccontate balle sull’altro pur di dividerli, Berlin si fa convincere a lasciare Defiance, la nostra scommessa è che il tutto sia solo un intermezzo e che nel momento decisivo della battaglia la vedremo rispuntare. Sul lato preparativi Nolan ha un problema con i volontari non terrestri: se la Dea delle badlands (Irisa) non combatterà non lo faranno nemmeno loro, quindi Nolan spinge la figlia che poi crolla e quindi se ne pente e pronuncia un discorso molto ispirato che convince tutti (tranne Berlin che rimane convinta di andarsene) a combattere lo stesso, una delle parti migliori dell’episodio.
Molto buona anche la parte riguardante Datak, abbiamo apprezzato l’addio di Doc Yewll, senza tante smancerie, ma un sentito mi mancherai. Quando Datak chiede che la pietosa esecuzione che gli avrebbero riservato gli umani sia mutata nel lento supplizio tradizionale Castithan non sapevamo che pensare, abbiamo pensato che prendesse tempo cercando una via d’uscita, forse è così, fatto sta che il suo pentimento sembra sincero, Alak porta suo figlio al supplizio del nonno e dice al neonato (che ovviamente è troppo piccolo per capire) che il nonno era un individuo tarato ma che non mancava di onore.
Sul lato T’Evgin-Kindzi-Stahma, per ora l’unica cosa interessante da segnalare è che se una come Stahma è terrorizzata ed impotente davanti a Kindzi, c’è da chiedersi se tutti gli Omec sulla nave si dovessero risvegliare che speranze avrebbero gli umani e tutti gli altri Votanis ad impedire loro di razziare la Terra. Che speranza avrebbero? A rigor di logica nessuna.
E sul lato Rahm? truccano uno da umano, e scavano un tunnel sotto la rete che li porti a Defiance.

3×08 My Name Is Datak Tarr and I Have Come to Kill You
L’episodio si apre  con un’irruzione e una presa di ostaggi nel bar di Defiance che si rivela un piano per infiltrare il tenente Bebe l’uomo di Rahm Tak che è stato truccato da umano tramite procedura medica.
datak-bambinoCome il titolo suggerisce Datak è grande protagonista dell’episodio, vediamo alcuni flashback sul suo passato e poi …
E poi: ricordate quando scrivemmo che vista la situazione in cui si erano cacciati i coniugi Tarr non vedevamo come potessero venire perdonati? In realtà questo telefilm non può fare a meno dei Tarr e bisogna dire che gli autori sono usciti dalla situazione proprio bene.
Ma andiamo per ordine, l’episodio è il susseguirsi di due piani piuttosto ingegnosi, il primo quello di Rahm Tak finisce con una vittoria parziale dei VC e la morte di un’intera squadra di volontari difensori di Defiance, si salvano solo Nolan, Alak (ferito) e Irisa.  Il secondo piano è un connubio tra le conoscenze scientifiche del nostro medico Indogene preferito e la sagacia di Alak.
Piano di Rahm Tak: eravamo rimasti a Bebe (il tenente delle forze di Rahm Tak che si è truccato da umano e si è infiltrato) che aiuta Nolan nella situazione della presa di ostaggi nel bar, in seguito viene trovata una mappa su un altro soldato VC che li guida al tunnel, dunque il piano è questo, attirarli in una trappola. Nolan organizza una squadra per risalire il tunnel e tentare una sortita a sorpresa, Bebe dopo aver attaccato Irisa e Nolan e aver sparato ad Alak tira una bomba nel tunnel incenerendo il resto della squadra. Irisa uccide Bebe per salvare Nolan. Bisogna dire che il piano di Rahm tak era davvero ben congegnato, bravo, anzi bravi gli autori.
Mentre viene curato Alak nell’infermeria di Yewll arriva la notizia che Rahm sta stringendo l’assedio, ha portato il suo campo appena fuori la rete di energia che protegge Defiance.  Ecco che arriva l’intuizione di Yewll, Rahm ha fatto un errore, la rete può essere usata in maniera esplosiva, ci vuole però uno in missione suicida che porti un device inserito nel braccio. Naturalmente Nolan si offre come volontario, ma Amanda rifiuta ed è determinata ad essere lei il martire, a questo punto interviene Alak che li fa riflettere sul fatto che si beccherebbero un colpo in testa prima di avvicinarsi al generale, l’unico che ha speranze è suo padre. Quindi Amanda va da Datak e gli propone il patto, perdono per lui e Stahma (quando lei rispunterà)  anche se per lui sarà postumo perchè la missione è suicida, gioca anche sul fatto che Alak è stato ferito per aumentare la sua voglia di uccidere Rahm.
 defiance-esplosione-anniienta-rahm-takNaturalmente Datak accetta. Il bello è che si salva pure, mentre è nella tenda di Rahm mette su una scena madre in cui chiede asilo e di poter rimanere con lui e per dimostrare la sua fedeltà si taglia un braccio, nella tenda tutti ridono per la scena folle e truculenta, anche se la lama laser di Datak in realtà cauterizza mentre taglia, poi Datak chiede di ritirarsi perchè il dolore è insopportabile, appena fuori dalla tenda inizia a correre sapendo quello che sta per succedere. Rahm fa appena in tempo ad accorgersi che nel braccio c’è qualcosa prima di essere polverizzato col suo esercito, investiti dalla rete di energia che si espande.
Ora Datak potrà tornare in città e riscuotere il perdono promesso, al prezzo di un solo braccio.
Sul fonte Omec abbiamo una sorpresa, Kindzi ha mostrato a Stahma la verità, tutti gli altri Omec in stasi, convinta che questo costringerà il padre ad ucciderla, invece T’Evgin confrontato da Stahma sul fatto che il suo piano sia davvero assoggettare la Terra, rivela che è stato colpito dal coraggio della gente di Defiance e sta pensando all’integrazione.
Kindzi la prende molto, molto, male (arriva a sputare in faccia al padre) ma T’Evgin avverte con fermezza Stahma di non provare a minacciare la figlia quando questa gli fa notare che Kindzi è pericolosa per i suoi piani di integrazione.
Cosa abbiamo apprezzato di più nell’episodio:
I flashback su Datak, vediamo lui bambino e il padre che scopriamo essere un uomo duro e inflessibile con un alto senso dell’onore, ma che in ultima istanza dimostra di amare suo figlio al momento del commiato, quando lui rimane sul pianeta morente e affida al figlio, che ha trovato posto su un’arca, il pugnale simbolo dell’onore della famiglia, lo stesso pugnale che con il suo stratagemma Datak riprende da Rahm che glielo aveva sottratto e usa per tagliarsi il braccio.
Il piano di Rahm, più di quello vincente di Yewll, quest’ultimo è solo un trucchetto facilitato dalla non conoscenza delle caratteristiche tecniche della rete da parte di Rahm, invece il piano con cui vengono giocati Amanda e Nolan è vera strategia, davvero molto ingegnoso.
E ora? La previsione è che si passi a una trama incentrata sugli Omec, c’è da chiedersi: appena Stahma avrà ottenuto il perdono ricomincerà a mentire o comunque a tacere cose ai suoi concittadini? perchè se invece li informasse degli Omec sulla nave questa trama per forza di cose precipiterebbe, del resto potrebbe avere una scusa per tenersi la cosa per se per il momento: evitare un confronto e aspettare che T’Evgin dica la verità sui suoi termini, potrebbe essere la cosa migliore negli interessi di Defiance, ma Amanda e Nolan la vedrebbero così?
Infine: abbiamo sbagliato la previsione su Berlin, non c’è stato bisogno di lei, hanno davvero eliminato il personaggio? problemi con l’attrice? O forse la previsione di un suo ritorno al momento giusto  si rivelerà giusta ma a proposito degli Omec invece che del generale Rahm?
Ancora una volta menzione per gli ottimi gusti musicali degli autori, quanto era azzeccata When the music’s over dei The Doors al momento della fine di Rahm Tak e dei suoi uomini?

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *