Doctor Who 9×9 Sleep No More – 9×10 Face the Raven

Doctor Who continua a sorprenderci in questa stagione intrecciando trame sempre più complesse e citando continuamente altre opere di fantascienza e miti antichi.

Prima di continuare vi avvisiamo che da qui in avanti ci saranno diversi SPOILER!

Doctor Who 9×9 – Sleep No More

dw 9x9 9Già fin da subito capiamo che si tratta di un episodio anomalo. La cosa che salta subito all’occhio dei suoi spettatori è la mancanza della consueta sigla, sostituita da un codice alfanumerico in cui si intravedono i nomi di Clara e non solo.

Moffat, inoltre, pare davvero essere un gran fan di Abrams perché questa puntata ha dei precisi riferimenti a Dream Logic, quinto episodio della seconda stagione di Fringe: in entrambe si parla di come la mancanza del sonno possa portare alla distruzione delle persone.
Sin dall’accenno al progetto Morfeus, un palese accenno al Dio del sonno, qualunque appassionato della mente umana che sa quanto il ciclo veglia sonno sia importante e delicato tanto da essere realmente pericoloso per la salute, si aspetta che gli eventi precipitino.

dw 9x9 10E proprio i riferimenti alla mente umana ci spingono a continuare con il paragone con la serie di Abrams: in Dream Logic le persone, private dei propri sogni e quindi del sonno, impazzivano, vedevano mostri, demoni, cannibali e diventavano dei killer, in Sleep No More diventavano dei mostri ciechi, che uno scienziato considera come la prossima tappa dell’evoluzione umana. Andiamo bene.
Anche se la causa scatenante che riduce gli esseri umani in sabbia (Sandman in originale, con tanto di jingle, chiaro omaggio a Ritorno al Futuro) è diversa, non abbiamo potuto fare a meno di pensare alla dw 9x9 8scena iniziale di Earthling, sempre di Fringe. La scena finale dell’episodio di Doctor Who è molto similare ed incute allo spettatore lo stesso tipo di inquietudine.
Che cosa ci rimane alla fine? Poche cose: il fatto che il sonno è importante per la salute dell’uomo e che mai nessuno dovrebbe toccarlo; una critica feroce sul mondo del lavoro che impone ritmi disumanizzanti in nome dell’aumento di profitto. E l’ennesimo accenno alla dipartita di Clara. Dobbiamo pensare che sia casuale il fatto che lei sia finita in quella sorta di sarcofago che cattura le creature con carenza di sonno?
Inoltre alcuni degli atteggiamenti del Dottore, verso di lei sono ambigui, ci riportano indietro nel tempo e a un Eleven che mente palesemente a Amy e Rory, pur sospettando che la prima in realtà non si trovasse con loro.
dw 9x9 5Ah si e l’ultima citazione alla serie Fringe: What Lies Below. Gli esseri di sabbia sono considerati come una malattia dal Dottore e hanno bisogno di sparpagliarsi per il mondo per propagare il contagio. Esattamente come il virus della serie di Abrams.
C’è molta azione, il punto di vista narrativo è stato spostato dal Doctor. Non è lui a raccontare la storia bensì lo scienziato che ha lavorato al progetto Morfeus.

dw 9x9 6Sappiamo che qualcuno lo considera un episodio minore e, sicuramente, rispetto ai precedenti, è di qualità inferiore, tuttavia non ci sentiamo di considerarlo filler.

I riferimenti alla trama orizzontale non mancano: si continua a parlare di morte, in qualche modo. Dopotutto la morte non viene chiamata il sonno eterno? E vi è l’ennesimo riferimento alla mitologia antica, Morfeus: Morfeo nella mitologia greca era il figlio di Ipno e Notte ed era ovviamente la divinità del sonno, ma anche quella dei sogni profetici.

dw 9x9 4Inoltre Clara entra nelle capsule di Morfeus, il processo di questa tecnologia si innesca in lei, si affida al Doctor come sempre, lui le dice che la salverà, ma mente.

Uno dei soldati che aiutano Doctor e Clara è stato creato in laboratorio ed è cresciuto in fretta: un riferimento ai cloni di Star Wars?

E poi la domanda finale: quello che abbiamo visto è reale oppure no? Ciò non può fare a meno di farci pensare ad Existenz di David Cronenberg, dove era veramente difficile distinguere la realtà dalla finzione, tanto che pure gli stessi protagonisti si perdono e ciò avviene anche al Doctor e ai suoi.

Doctor Who 9×10 – Face the Raven

dw 9x10 5Moffat ha voluto andarci molto pesante in questo “Face the Raven”, non solo regalandosi un’uscita di scena per Clara (ammesso che sia morta definitivamente) assai epica e dolorosa, ma mettendo il coltello nella piaga in uno drammi degli ultimi anni: i profughi.

Per la seconda volta quest’anno, infatti, Doctor Who prende una valenza politica molto forte, usando l’espediente dei profughi alieni per parlare della realtà.

dw 9x10 1Quella strada di Londra colma di alieni è una delle nostre strade, uno dei nostri sobborghi, uno dei nostri centri accoglienza. Alieni costretti a cammuffare il proprio essere grazie a qualcosa che agisce sul circuito mentale di chi li guarda: aridaie con Fringe, stavolta l’episodio Johari Windows, seconda stagione. Possiamo annoverare Moffat tra i Fringies? Beh dopotutto Abrams, creatore di Fringe, è un whovian: si sono trovati.

dw 9x10 4E proprio come nella serie del regista americano, il camuffamento serve a nascondere se stessi, per paura di ritorsioni, per paura di essere visti come nemici o usati come cavie.

Alieni che sono il riflesso dei nostri profughi, mal visti, considerati delinquenti a prescindere perché proveniente da un’altra nazione.

Sappiamo che per qualcuno tutto questo è passato in secondo piano e lo possiamo anche capire: non è facile vedere il punto di Ashildr. Sembra la cattiva, vero? Dopotutto è lei, seppur involontariamente, dw 9x10 6a causare la morte di Clara, no?
In un certo senso anche lei è diventata simile al Dottore. Molto spesso anche lui si è trovato di fronte a scelte impopolari prese perché era l’unica cosa giusta da fare, non importa quanto crudele. Quando ci viene mostrata la punizione del corvo/ombra lei sembra implacabile ma, in realtà, serve per tenere l’ordine in quella comunità. Ci sono diverse domande però che rimangono irrisolte alla fine dell’episodio. Primo: Ashildr dice chiaramente che il vecchio che viene condannato a morte è, in realtà, un Cyberman. Da neo whovian mi chiedo: da quando provano emozioni come la paura, l’amore e il dolore? Forse udw 9x10 12n ibrido? Secondo: Clara era sotto sua diretta protezione, ma sappiamo bene cosa è successo. Come spiegherà ai cittadini della piccola comunità il suo fallimento? Come reagiranno?
Mi viene da pensare quasi che la pace illusoria è stata spezzata. Ne vedremo le conseguenze? Chissà.

Clara Oswald, la nostra ragazza impossibile, amata e odiata, personaggio controverso, che ha ne ha passate di tutti i colori, forse dw 9x10 15ha amato troppo il Dottore e, per questo, non è riuscita a vivere appieno la sua storia con Danny Pink l’anno scorso. Pareva essere andata oltre e invece abbiamo visto troppi indizi sulla sua probabile dipartita per credere alle coincidenze, in ultimo quello presente nella puntata della scorsa settimana, Sleep No More, come vi dicevamo sopra.

dw 9x10 14Clara Oswald se ne è andata guardando la morte in faccia, il corvo/ombra, guardiano terribile, molto più di Ashildr, di questa strada di disperati.

La sua morte ci lascia un vuoto enorme e lo lascia al Doctor, distrutto da una sofferenza immane e costretto a consegnarsi a chissà chi (probabilmente i timelords) per il bene dei derelitti della strada, ma la morte di Clara, lungi da darci risposte, ci porta nuove domande.

dw 9x10 9La nostra ragazza impossibile se ne va, come altre vittime del corvo/ombra, lasciando uscire dalla bocca del fumo nero, legato a doppio filo al mito di Ade.

E visto che Moffat non ci vuole far mancare nulla, in questo episodio abbiamo visto pure la razza degli Janus, esseri chiaramente ispirati al Giano Bifronte (e ci siamo di nuovo con la mitologia, stavolta italica e romana), essendo con due volti: quella davanti vede il futuro, quella dietro il passato e annuncia una profezia al Doctor su Ashildr.

dw 9x10 11Ora possiamo solo fare ipotesi su come reagirà il Doctor per questa morte. Lui che aveva detto negli episodi precedenti: “Sono stanco di perdere le persone.” Non possiamo fare a meno di pensare a quali fossero le sue condizioni quando, nell’undicesima incarnazione, doveva superare la perdita dei suoi amati Pond. Ha promesso a Clara che non dovrà essere vendicativo ma lo sguardo che ha lanciato ad una sgomenta Ashildr ci dice tutt’altro.

Non sappiamo se sia un particolare di grande importanza ma per la prima volta Twelve, in questi ultimi due episodi, ha indossato la giacca di velluto bordeaux che Eleven indossava nel cinquantesimo.

Simona Ingrassia e Silvia Azzaroli

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!
Silvia Azzaroli

Sono una scrittrice perché quando scrivo mi sento viva e posso visitare nuovi mondi e nuove terre.
Amo la fantascienza, che per me è il genere per eccellenza ma apprezzo anche i noir, i romanzi storici e il fantasy;
Amo il cinema la cosidetta settima arte: Star Wars, Prima dell'Alba, Blade Runner, Lost in Translation, Her, Marie Antoinette, Pane e Tulipani, Gattaca, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, Lady Hawke, Eternal Sunshine of Spotless Mind, Love Actually, Leon, Il signore degli anelli, La storia fantastica, Grand Budapest Hotel, Picnic ad Hanging Rock, Fino alla fine del mondo, il cielo sopra Berlino, Marie Antoinette, Arrival, l'Erba di Grace,
Le serie tv: in particolare Fringe, Twin Peaks, X-Files, Person of Interest, Doctor Who, The Expanse, 12 Monkeys, Broadchurch, Peaky Blinders, E.R., Friends, Quantum Leap, Battlestar Galactica;
la letteratura: Daniel Pennac, Jane Austen, Banana Yoshimoto, Ray Bradbury, Isaac Asimov, Robert Heinlein, Arthur Clarke, Agatha Christie, Paolo Rumiz, Baudelaire, Ungaretti, Manzoni, Petrarca, Marcela Serrano, Tolkien, Robert Silverberg, Daniel Pennac, Leigh Brackett, Murakami e molti altri;
i mici, la musica, il tennis (King Roger Federer), la pallavolo(indimenticabile la nazionale di Velasco, Bernardi, Zorzi, ecc), il pattinaggio e molto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *