Doctor Who – Recensione 9×01 The Magician’s Apprentice

Ci sono gli haters di Moffat e quelli di Davies. C’è il team-Decimo Dottore e c’è quello dell’Undicesimo Dottore. Esistono gli estimatori di Clara e quelli che la amano quanto una spina nel fianco.
E poi ci sono coloro che amano il Dottore.
Punto.

dw9x1 8
Senza odio alcuno, senza pregiudizi verso questo o quello showrunner. Capaci di spirito critico – perché una trama colabrodo non garba a nessuno – ma soprattutto capaci di sedersi comodamente in poltrona per lasciarsi trascinare dalla fantasia. I giudizi li lasciano al poi, quando tutte le luci si sono spente e quando i nodi sono venuti al pettine.
Ebbene, è iniziata la nona stagione del Doctor Who, se per caso qualcuno non se ne fosse accorto, il che mi sembra quasi impossibile perché il web da due giorni pullula di spoiler come se non ci fosse un domani.
Volevamo l’inizio con il botto e lo abbiamo avuto.dw9x1

Ci siamo impietositi dinanzi ad un bambino in difficoltà nel bel mezzo di una guerra, abbiamo fatto il tifo per lui quando il Dottore è comparso in suo aiuto e poi, bang! Una mazzata da lasciare senza fiato.
Una mazzata che è anche una domanda che viene posta a tutti noi. Se potessimo evitare una guerra catastrofica avremmo il coraggio di sacrificare una vita ancora innocente? Compieremmo un crimine solo per evitarne un altro?

dw9x1 7
La questione resta sospesa nel vuoto, lo stesso vuoto che lascia il Dottore quando se ne va, lasciando il piccolo Davros in balia del nemico.
Nel frattempo, in una galassia lontana lontana… ah no, è il Maldovarium. Più che un occhiolino a Star Wars diciamo che è una strizzata d’occhi a più non posso. Non c’è stagione del Dottore in cui l’epico mondo di George Lucas non venga citato: il team Moffat-Davies meriterebbe gratitudine eterna anche solo per questo motivo.

dw9x1 9
Intanto nel mondo di oggi qualcuno pensa di giocare agli aeroplanini, solo che non sono di carta, ma alcune migliaia di velivoli sospesi in volo e nel tempo. Se Missy voleva un’entrata ad effetto ci è riuscita, in pieno stile Master come da copione. Nessun dubbio che non fosse morta alla fine dell’ottava serie, anche perché per gli sceneggiatori è un personaggio dalle incredibili risorse che non poteva essere sprecato così.

dw9x1 18
Solo che qui arriva anche il tasto dolente. Va bene che la Unit ha subito pesanti perdite, ma di fronte ad un evento del genere fanno la figura dei completi incapaci. Se volevano farci capire che l’accoppiata Clara-Missy sa funzionare per ritrovare un Dottore che non vuol farsi trovare, beh, non era necessario sminuire così tanto la Unit, almeno secondo me.

dw9x1 20
E via, un altro viaggetto tempo, fino al Medioevo, perché è lì che il Dottore si è nascosto. Qualche spettatore forse sognava bianchi destrieri ed indomiti cavalieri, ma si è dovuto accontentare di un carro armato, una chitarra elettrica ed un paio di occhiali da sole. Non so voi, ma per me quella scena valeva da sola tutta la puntata. Originale? Parecchio. Strana? Molto. Fuori dagli schemi? Ovvio. Ricordiamoci che costui è il Dottore del “Door: boring, not me” detto davanti ad una semplice porta. Suvvia, un po’ di apertura mentale non ha mai fatto male a nessuno, se speravate che arrivasse vestito da Lancillotto significa che del Dottore di Capaldi avete capito gran poco.

dw9x1 22
Ma la festa dura poco, giusto il tempo di incontrare nuovamente lo strisciante emissario di Davros e di essere teletrasportati a bordo di una nave spaziale. In questa puntata non si sta fermi più di un minuto nello stesso posto, facciamocene una ragione.
Cosa voglia Davros è facile intuirlo, ma fa male ugualmente.
“Davros ha creato i Dalek, ma chi ha creato Davros?”

dw9x1 17
La risposta, per ora, è davanti ai nostri occhi, così come è davanti a noi la comprensione che il Dottore è stato la causa del più terribile dei suoi mali, forse (fino alla prossima puntata non mi prendo il rischio della certezza). Oh, andiamo! Siamo nel pieno della mitologia più pura, ci sguazziamo alla grande. E’ un inizio stagione che parte da un punto altissimo e tale rimane per tutta la puntata.
Il finale, secondo me, non è altro che un gioco di specchi, in cui nulla è come sembra. Ed a ben pensarci la soluzione Moffat ce l’ha messa davanti agli occhi fin da subito, nascosta in piena vista. Mai ignorare il grande potere del titolo di una puntata!

dw9x1 29

Clara e Missy sono vive e vegete? Ovvio che sì, con un manipolatore del vortice al polso è possibile farla sotto il naso anche ai Dalek.
Ed il Dottore?
Si comporterà come “a good man”, o agirà piuttosto come “a good Dalek”?
In rete impazzano le teorie più varie. Non ci resta che attendere qualche giorno ancora per scoprire se le nostre ipotesi si sono rivelate valide o meno.

dw9x1 3
La mia opinione personale è che questa apertura di stagione sia una delle più alte mai viste fino ad ora. Forse solo la sesta, con la “morte” di Eleven, ha iniziato con un tale concentrato di momenti forti, ma qui c’è una evidente svolta dark che rende il tutto ancora più intrigante. Chi ben comincia è a metà dell’opera. Se continuerà per questa strada credo che questa sarà una delle stagioni più memorabili della nuova serie.

Chiara Liberti

Non aggiungerò molto di più di quanto detto da Chiara riguardo a questo episodio che ho trovato davvero affascinante.

Faccio parte di coloro che erano rimasti delusi dalla scorsa stagione ma non da Capaldi, che tenne in piedi la baracca da solo.

Se l’ottava era un prologo, qui si punta direttamente all’azione e alla mitologia del Dottore, regalandoci diversi rimandi al passato e alla storia personale del Dottore.

dw9x1 6

Terrificante quando Davros parla di compassione al Dottore, cercando di convincerlo che è sbagliata.

Moffat è sempre stato bravo a mescolare le carte, facendoci venire mal di testa continui, prima di sbrogliare la matassa.

Dove vuole portarci questa volta? Alle origini del mito e del male, porci una questione intrigante, esplorata parecchio in Star Wars.

dw9x1 10

Il male non nasce male. Lo diventa. E c’è sempre un motivo.

A volte sciocco, a volte valido.

Il Dottore salverà Davros?

Io tendo a pensare di sì e questo potrebbe sconvolgere non poco la mitologia della serie. Forse.

Moffat ha riscritto la fine di Gallifrey. Oserà toccare la nascita dei Dalek? Non lo so.

dw9x1 23

Ho amato alla follia l’entrata in scena del Doctor, in perfetto stile da “a mad man in a blue box”.

Ma il Doctor era in quell’arena perché credeva fosse il suo ultimo giorno. E aveva rimorso per non aver salvato un bambino che pure diventerà il suo nemico.

Questa questione è presente parecchio in una delle saghe fumettistiche più amate, X-Men, dove viene posta in maniera molto brutale: “Se si avesse la possibilità di uccider Hitler prima che diventasse un dittatore lo fareste?”

Secondo gli autori di X-Men la risposta giusta è no.

E anche secondo me.

Sapete perché?

dw9x1 24

Pensavo ad un film, Dracula di Coppola, dove Van Helsing e i suoi vengono fermati dalla propria coscienza poco prima di distruggere Dracula.

L’uomo arriva a dire una frase affascinante:

“Siamo diventati pazzi inseguendo il Male diventando Male noi stessi.”

In bocca al lupo Doctor.

Voglio credere che sarai a good man.

dw9x1 28

E bentornate a Missy (favolosa), Clara (tornata se stessa finalmente) e Kate.

Alla prossima.

Silvia Azzaroli

Fear, she’s the mother of violence… (Peter Gabriel)

All’inizio dell’episodio ci ritroviamo in una situazione tipica in Doctor Who. Il Dottore che sbuca all’improvviso, in mezzo a una situazione problematica e cerca di salvare la vita a un povero bambino innocente.

dw9x1 30
Quando sentiamo il nome di Davros, il creatore dei Dalek, rimaniamo tutti raggelati, esattamente come il Dottore.
Moffat ha deciso di mettere mano nel cuore vivo e pulsante della mitologia della serie, con un coraggio che io ritengo invidiabile. Non è il solo pregio di questo inizio stagione.
“Quanto devi essere spaventato per rinchiudere i tuoi simili in una scatola di latta?”

dw9x1 15
E’ questa la cosa davvero coraggiosa dell’episodio. In un mondo in cui la dicotomia manichea buoni/cattivi diviene l’unico mezzo narrativo imperante, salvo pochissime eccezioni, trovare una serie che ci fa presente che in realtà non esistono buoni o cattivi tout court ma esseri viventi che fanno una scelta e la cui esperienza vissuta li porta a decidere quale lato scegliere ha del rivoluzionario ed è indice di un autore che ha del gran coraggio.

dw9x1 13
Dal mio punto di vista è questa la cosa veramente esplosiva dell’inizio stagione. Il resto lo hanno detto le mie socie.
Da appassionata di musica quale sono ho gradito sommamente vedere il Dottore annunciarsi al pubblico come un rocker da paura, con un fascino che molti suoi colleghi potrebbero invidiargli e che ricorda direttamente il modo di fare di Eleven. Ricordate le sue parole a inizio stagione otto? E’ ancora lì, davanti a voi, dovete solo vederlo.

dw9x1 31
La compassione viene additata come punto debole del Dottore, il che mi ricorda un altro personaggio a me caro, Olivia Dunham di Fringe, a cui viene fatta notare la stessa cosa. Lei ha dimostrato che è anche e soprattutto il suo punto di forza. Voglio credere fermamente che lo sarà anche per il Dottore.
Il Dottore ucciderà Davros da bambino?
Io credo di no. Credo che lo salverà.
In fondo Moffat è un artista nel mescolare le carte in tavola e voglio essere fiduciosa. Un ottimo inizio di stagione che fa ben sperare.
Non ci deludere, mi raccomando.

Simona Ingrassia.

dw9x1 25 dw9x1 26 dw9x1 27

dw9x1 14

dw9x1 11

dw9x1 12

dw9x1 5

dw9x1 4

dw9x1 21

dw9x1 2

dw9x1 16

dw9x1 19

Liked it? Take a second to support Chiara Liberti on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *