Il cinema fantasy secondo Duncan Jones

Dalla scorsa settimana nelle sale di tutta l’Italia, c’è anche il nuovo film di Duncan Jones,

Warcraft-l’inizio.MV5BMjI3Mzk4MDQzOF5BMl5BanBnXkFtZTcwMjE5MTM4NA@@._V1_UX214_CR0,0,214,317_AL_

Vediamo più da vicino Duncan Jones ed il suo cinema.

Duncan  Jones  nasce il 30 maggio 1971 da David Bowie e da Angela Barnett. quando il matrimonio finisce, Duncan che si fa chiamare Joe in quanto il suo nome al momento era Zowie, viene cresciuto dal padre David Bowie che ne ha ottenuto il pieno affidamento, cosa rarissima all’epoca.  Eravamo nel 1980.

Duncan studia in un college svizzero, cresce tra Berlino, Londra,  e Vevey in Svizzera. Non ci meravigliamo assolutamente di questa curiosità, di questa incapacità a stare fermi, ereditata dal padre.

Si laurea in filosofia, ma è al diploma della prestigiosa London Film che aspira.

Cortometraggio opera prima è Whistle (2002) di cui è produttore, regista e sceneggiatore.”Moon” del 2009 è praticamente una rivelazione di cui Jones è anche qui regista e sceneggiatore.  “Moon” avrà un seguito, già annunciato lo scorso Novembre: si intitolerà “Mute” con Alexander Skarsgerd e Paul Rudd.

E’ con Source Code  del 2011 con Jake Gyllenhaal  che Duncan Jones si fa conoscere ad un pubblico più vasto, e il film è adrenalinico al punto giusto.

Arriviamo a WARCRAFT l’inizio.

Film  bello, con idee interessanti, è tratto da un videogioco, narra la storia di Gul’dan Orco con pelle verde, il quale proviene da un pianeta è ormai morente e arriva tramite un portale ad Azeroth.

locandina

Chi vive su Azeroth naturalmente non lascerà nulla al caso e si comincerà la guerra tra Orchi ed Umani. Tradimenti, incertezze, lotte, cattiverie, magia, fantasy sarà impossibile e ve lo dico perchè il film l’ho visto,non prendere parte a questa lotta.

Le scene della battaglia sono bellissime, come è bello tutto il film che ha solo qualche lungaggine. Gli attori, Ben Foster, Toby Kebbelle Dominic Cooper sono tutti abbastanza irriconoscibili quanto credibili.Il trucco poi riesce ad essere particolare, meriterebbe un premio o una menzione speciale.

Il particolare più interessante a cui il cinema fantasy ci ha abituato, come nella saga del Signore degli Anelli è che c’è un malvagio, i suoi accoliti ed un gruppo di persone che fa di tutto per combattere e vincere. Nel film Warcraft  c’è però un punto in più: non si combatte contro il Male, ma per la sopravvivenza sullo stesso pianeta, quale sia la razza.  Questo è anche un punto a favore della discussione; gli orchi hanno lasciato andare il loro pianeta ad una lenta agonia senza intervenire e adesso vogliono invadere la terra e la vita degli altri.

Di più: chi ama la propria terra cerca di allontanare il nemico, questo straniero sanguinario(mica fanno carezze) che è proprio in queste occasioni che si cerca di allontanare e combattere. Sarebbe anche ora di difendere la nostra terra senza arrivare ad invadere o ad essere invasi.

Problema di grandissima attualità.

Roberta Marani

Liked it? Take a second to support Roberta Marani on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *