L’arte non è di parte

L’ arte ha milioni di forme, la visione di ogni singolo artista è unica e ho il piacere e l’onore di presentarvi Alessia Cagnotto e Martina Hüni.
Le loro fotografie riescono a riprodurre le sensazioni e gli stati d’animo. Riescono a riprodurre i capiversi di opere letterarie. Mettono in evidenza i particolari che talvolta ci sfuggono dandogli la corretta importanza.
Frazioni di secondo per catturare un istante in movimento per fissarlo nel tempo, per poter ammirare quell’ istante magico per sempre.
Catturare il movimento in un determinato attimo per rappresentare al meglio quell’istante per come si esegue e si evolve, il movimento della vita catturato in circostanze differenti.
Le visioni del mondo immortalate in immagini in movimento a dimostrazione del fatto che ogni attimo è vissuto. Fermare il tempo è impossibile ma si possono fotografare istanti importanti, curiosi.
Giovani e intraprendenti, sempre alla ricerca di angoli nascosti dell’anima, torneranno a mostrarci le immagini di stati d’animo che riusciranno a catturare con scatti fuori dal comune.

IMG-20151116-WA0004

 

 

 

IMG-20151116-WA0002IMG-20151116-WA0003IMG-20151116-WA0005IMG-20151117-WA0004

Ho chiesto ad Alessia di descrivermi alcune foto, mi ha detto: “Quelle della ragazza da sola di schiena in realtà non erano ispirate a nulla, però era interessante la spina dorsale così in vista, l’abbiamo trovata un’immagine un po’ misteriosa“.

Carissima Alessia ti dico cosa vedo io in una colonna vertebrale di una donna. Una foto che sembra dir poco. A dire il vero io vedo la colonna portante dell’umanità. La donna artefice della continuità dell’esistenza umana.
Ricurva perché il carico ed il peso della famiglia grava su di essa.
Grazie per aver scattato queste bellissime foto tanto significative sull’ importanza della spina dorsale femminile.
Senza essa non vi sarebbe vita.
Poi Alessia prosegue dicendo: ” le fotografie di coppia sono ispirate al mondo classico, alle statue greche come Apollo e Dafne e Amore e Psiche. Quando le ho viste ho immaginato gli scultori dell’epoca davanti ai loro blocchi di marmo con i modelli in posa per dare il via alle sculture che fanno parte della nostra più antica cultura artistica evolutiva.

A Voi di seguito l capolavori di “marmo”.

 

 

La ricerca dell’arte spazia ovunque, un’ ispirazione personale può creare vere e proprie opere d’ arte.

Grazie per averci deliziato con i vostri punti di vista e per aver messo in evidenza l’opera d’arte divina dell’essere umano in tutta la sua bellezza.

Liked it? Take a second to support Renato Sacco on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *