Fox Mulder. Perché non è un Gary Stu

Si salvi chi può!
Nessun angolo del mondo dell’immaginazione è esente dalla caduta di stile più terribile che possa esistere. Non c’è libro, serie televisiva o film in cui non esista la remota possibilità di imbattersi nella Mary Sue di turno o nella sua controparte maschile, il Gary Stu.
Chi sono costoro?
Sono esseri – definirli personaggi è un complimento che personalmente non ritengo di dover dare loro – stereotipati all’inverosimile, perfetti, sempre belli, sempre capaci di fare tutto, mai con un capello fuori posto, nemmeno dopo uno scontro furioso con un nemico mortale. Esseri altissimi (purissimi e levissimi), o possiedono lo spessore psicologico praticamente pari a quello di una sottiletta, oppure al contrario tale spessore è mostrato al solo scopo di renderli ancora più ammirevoli, anche quando eccedono nel loro lato trasgressivo per primeggiare sempre e comunque.

Dopo la splendida ed approfondita analisi di Peter Bishop, ad opera di Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia, è la volta di un altro personaggio televisivo molto apprezzato: Fox Mulder. Continua la lettura di Fox Mulder. Perché non è un Gary Stu

Supernatural 10×19: The Werther Project

Questo Supernatural 10×19: The Werther Project è la dimostrazione di come forse nessuna serie dovrebbe arrivare alla decima stagione, oppure può arrivarci ma non le si può chiedere più di entusiasmare come ha fatto in passato. Il fatto è che questo è stato (o sarebbe stato) un buon episodio ma le situazioni sanno talmente di già visto: uno dei due fratelli (in questo caso Sam) scende a patti con un demone (o una strega), sappiamo che si sta buttando nel fuoco, come al solito ci fanno vedere che è un badass non del tutto sprovveduto anche se sta facendo un’azione sconsiderata dettata dalla disperazione, infatti prende tutte le precauzioni possibili dando l’impressione di poter essere lui a rimanere in controllo (anche se in questa scena c’è un buco di sceneggiatura madornale di cui parleremo sotto), ma sappiamo già che non andrà così. Continua la lettura di Supernatural 10×19: The Werther Project

Salem 2×03: From Within

Iniziamo subito col dire che questo Salem 2×03: From Within ci è piaciuto, è stato un buon episodio, il migliore della stagione, il che ci fa sperare che pian piano la stagione ingranerà e ci catturerà così come fece la prima che non ci aveva  colpito dal primo episodio ma era uscita alla distanza; del resto Salem è tutt’altro che un capolavoro, ma sa coinvolgere. Lo schema che sembra delinearsi, al motto di squadra che vince non si cambia, è lo stesso della prima stagione: Mary Sibley attaccata da tutte le parti, lo spettatore non può che stare con lei. Continua la lettura di Salem 2×03: From Within

Daredevil commento alla stagione 1

Non saremo originali, in giro abbiamo letto pareri pressoché unanimi su questa stagione 1 di Daredevil, prima delle numerose serie (ben 5 o meglio quattro serie e una miniserie dedicata ai Difensori) che nasceranno dalla collaborazione tra Marvel e Netflix, pareri entusiasti e noi non ci discosteremo.
Qui l’unico dubbio è se utilizzare il termine capolavoro per definirla, termine spesso abusato che per questo motivo vorremmo usare con parsimonia, ma se non ora quando?
Dal Vocabolario Treccani “Capolavoro s.m. : 1) La migliore in una serie di opere di un artista, di uno scrittore, o di un’età, di una scuola, ecc.”  Continua la lettura di Daredevil commento alla stagione 1

È ancora Foro di Augusto 2000 anni dopo – Di Piero Angela e Paco Lanciano

IMG_0161Foro di Augusto

Tra pochi giorni, al calar della sera, chi si troverà nella città eterna avrà l’occasione unica di fare un salto nel tempo.
Manca poco al 21 aprile, e sarà il 2768° Natale di Roma.
Per quest’evento di grandissimo richiamo internazionale, che rientra nelle celebrazioni per il Bimillenario (più uno) della morte di Augusto (19 agosto 14 d.C.), i Fori di Augusto torneranno a vivere e splenderanno come non li avete mai visti. Pietre sbrecciate e colonne solitarie saranno mostrate al pubblico nella loro antica magnificenza. Continua la lettura di È ancora Foro di Augusto 2000 anni dopo – Di Piero Angela e Paco Lanciano

Riepilogo Chicago Fire : Come vi ha trattato lo staff del Med?

La scorsa settimana abbiamo visto un’anteprima del nuovo potenziale spinoff di Chicago Fire e Chicago Pd, intitolato Chicago Med. Dopo vigili del fuoco e poliziotti, mancavano giusto i medici per completare l’opera:) Per quello che abbiamo potuto vedere dal pilot è un po’come tutte le altre serie ambientate negli ospedali, tipo ER , che è senza dubbio la serie medica più famosa. Finora i resoconti degli ascolti sono stati positivi, aspettiamo di vedere se di questo show non rimarrà soltanto il pilot. Nel frattempo, facciamo un piccolo riepilogo di cosa è successo. Continua la lettura di Riepilogo Chicago Fire : Come vi ha trattato lo staff del Med?

Supernatural 10×18: Book of the damned

Iniziamo dalla fine, due considerazioni una da “critico” e una da fan, la prima è che questo Supernatural 10×18: Book of the damned è stato un buon episodio, uno dei migliori della stagione, quella da fan è: Sam è pazzo? Non ci riferiamo alla scelta fatta sul libro, sappiamo che Sam farebbe qualsiasi cosa per Dean ma perchè prima di rivolgersi a Rowena non ha provato col figlio? Certo Crowley non è esperto di incantesimi e maledizioni come la madre, ma è pur sempre il re dell’inferno, conosce gente e nessuno gli rifiuterebbe un favore.

Due storyline nell’episodio, la prima: Sam e Dean in soccorso della sempre più adorabile Charlie che ha rubato un libro molto potente, ma di magia molto cattiva, non per niente si chiama Libro dei dannati Continua la lettura di Supernatural 10×18: Book of the damned

Peter Bishop. Perché non è un Gary Stu

Inauguriamo questa rubrica, la cui idea nasce dalla nostra Chiara Liberti, con uno dei nostri personaggi preferiti.

Peter Bishop.

Tuttavia prima di iniziare occorre fare una piccola premessa: Gary Stu è il nomignolo dispregiativo che viene dato a personaggi perfetti e stereotipati.

C’è chi ha accusato, assurdamente, il giovane Bishop di essere un Gary Stu.

E noi vi spiegheremo perché non lo è.
Se non siete in pari con le prime 4 stagioni di Fringe non andate avanti a leggere l’articolo perché contiene pesanti spoiler.
Continua la lettura di Peter Bishop. Perché non è un Gary Stu

Salem 2×02: Blood kiss

Se la cifra caratterizzante il primo episodio della stagione erano state le scene più o meno splatter o disgustose, quella di questo episodio è stata decisamente la morbosità, che ne dite di un bacio sulla bocca tutt’altro che innocente o casuale tra un bambino e sua madre? Da parte del bambino, la madre era abbastanza scioccata.

La scena clou e la parte più interessante dell’episodio è stata di certo l’incontro tra Anne è la contessa Von Marburg. Andiamo per ordine, ma non per ordine cronologico dell’episodio, affrontiamo i personaggi uno ad uno e raccontiamo cosa è successo loro in questo episodio. Continua la lettura di Salem 2×02: Blood kiss

La cultura al vostro servizio