Patti Smith in Italia

La sacerdotessa del rock si trova in Italia ormai da qualche giorno per una serie di concerti del tour “Grateful” che ricorda l’omonima canzone presente nell’album “Gung Ho” del 2000 ed è il sentimento scelto dalla cantante americana, che ha compiuto 70 anni lo scorso dicembre, per esprimere una vicinanza speciale verso chi da sempre la ama e la sostiene.
Sul palco con lei infatti ci saranno la figlia Jesse, il figlio Jackson e il chitarrista Tony Shanahan.
Ma prima di calcare i palchi della nostra penisola, a Parma l’attendevano per una occasione speciale.
Il 3 maggio infatti ha ricevuto la laurea magistrale ad honorem in “Lettere Classiche e Moderne” dall’Università di Parma. E’ la prima laurea honoris causa in Europa per l’artista (aveva infatti ricevuto simili onorificenze solo negli Stati Uniti ma principalmente nelle discipline legate all’arte figurativa).

«As a young person I dreamed of attending a great university. It is a considerable honor to receive the Laurea Honoris Causa from the University of Parma, one of the oldest and highly respected universities in Europe. I have always believed in the importance of education and to achieve recognition in the eyes of this eminent institution of higher learning is both humbling and inspiring.
In terms of the show it is an homage to another kind of education. The university of life, of travels, of books, artists, poets and teachers. The images are visual representations of pilgrimage and gratitude, and a continuing love and respect for our cultural voices, for their great works and the humblest of their tools. A paintbrush, a typewriter and the beds in which they have dreamed. The places of their eternal rest».

«Da giovane sognavo di frequentare una grande università. È un onore ricevere la Laurea honoris causa dall’Università di Parma, una delle più antiche e prestigiose Università d’Europa. Ho sempre creduto nell’importanza dell’istruzione, e ottenere un riconoscimento da parte di questa eminente istituzione di istruzione superiore è sia motivo di imbarazzo sia di stimolo.
Il senso della mostra è un omaggio a un altro genere di istruzione. L’università della vita, dei viaggi, dei libri, artisti, poeti e insegnanti. Le immagini sono rappresentazioni visive del pellegrinaggio e della gratitudine, e un continuo amore e rispetto per le nostre voci culturali, per le loro grandi opere e per l’umiltà dei loro strumenti. Un pennello, una macchina da scrivere e i letti in cui hanno sognato. I luoghi della loro pace eterna»

Queste le sue parole nel ricevere la Laurea. La Lectio che ha regalato ai presenti è stata una performance artistica con letture di poesie ed estratti del suo libro “M. Train” (pubblicato nel 2015) e proiezioni del documentario “Patti Smith: Dream of life” (del 2008, regia di Steven Sebring).



Il giorno successivo si è esibita al Teatro Regio nella prima delle tappe di questo maggio italiano.
Il 5 maggio ha visitato la mostra di opere fotografiche Higher Learning, aperta al Palazzo del Governatore dall’8 aprile al 16 luglio. Insieme a Higher Learning il Palazzo ospita un’altra esposizione di opere fotografiche, The NY Scene – arte, cultura e nuove avanguardie anni ’70-’80, con immagini legate al clima intellettuale che la stessa Patti Smith ha vissuto nella New York degli anni Settanta e Ottanta.
Giornate sicuramente intense ed emozionanti quelle di Parma. Ma adesso l’artista è pronta a portare il suo tour, la sua voce e la sua grinta anche nelle altre città.

Queste le date, quasi tutte sold out, con un po’ di fortuna qualche biglietto si trova ancora. (NON DAI BAGARINI, mi raccomando)

6 maggio Torino, Auditorium RAI
7 maggio Sanremo, Teatro Ariston
8 maggio Verona, Teatro Filarmonico
10 maggio Cremona, Teatro Ponchielli
12 maggio Bologna, Auditorium Teatro Manzoni
13 maggio Roma, Auditorium Parco della Musica

Toccherà a Marianne Mirage aprire i concerti di Torino e Bologna, Un importante riconoscimento per questa giovane artista che si era fatta notare a Sanremo nella sezione Nuove Proposte nonostante l’eliminazione (INGIUSTA) durante la prima serata. Noi consigliamo di non perdere i suoi prossimi concerti perchè ha una gran voce. Se non credete a noi ricordatevi che Patti l’ha scelta per l’opening.
E poi è pure simpatica. Guardate il video che ha messo sulla sua pagina facebook per annunciare questa incredibile notizia.

Apro il concerto di PATTI SMITHLo so, non ci crede nessunoNeanche IO

Pubblicato da Marianne Mirage su Mercoledì 3 maggio 2017

Liked it? Take a second to support Romana Russello on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *