salem-inizia-la-guerra

Salem: 2×01 Cry Havoc

Salem è ricominciato ed esattamente come era filtrato dalle anticipazioni non ha ricominciato a velocità di crociera come spesso succede quando si inizia una nuova stagione, ha ripreso dal finale della prima ed ha cominciato subito a spingere a tavoletta.

Nel caso di Salem spingere a tavoletta significa scene sempre più estreme, trash direbbe qualcuno, ma ormai il termine è così abusato che non si capisce più che voglia dire: la serie a basso costo Z Nation made in SyFy per opera della Asylum è trash di diritto, a volte si definisce trash quella porcata di Helix, che in realtà è solo brutto, ma visto sotto una certa ottica poteva essere pure divertente.  La differenza tra un Helix qualsiasi e Salem è che per quanto gli attori di Salem mediamente non siano eccelsi (ma ci sono delle eccezioni una purtroppo ce l’hanno ammazzata a fine prima stagione, parliamo del Magistrato Hale ovviamente) non sono nemmeno degli incapaci da ridere loro in faccia e soprattutto la sceneggiatura seppur condita da scene trash non sembra scritta da un idiota, perlomeno i personaggi non fanno cose a caso, tranne forse Marcy, anche se finora le è andata fin troppo bene.

salem-mary-col-figlioAbbiamo detto che la puntata riprende da dove la prima stagione era finita, in realtà però c’è anche un altro binario che la guida, si fa il punto di tutti i personaggi rimasti in gioco (ricorderete che nel finale di stagione erano morti Increase per mano del figlio Cotton e i genitori di Anne Hale per opera involontaria della stessa figlia quando si sono manifestati i sui poteri durante il Grand Rite) e se ne introducono due nuovi: quello più atteso, cioè Lucy Lawless nei panni della contessa Marburg (anche se nell’episodio non si dice ancora nulla di lei) una strega molto vecchia discendente di un’antica dinastia e Samuel un medico che vuole curare la piaga che si è scatenata a Salem con i mezzi della medicina e non con roghi e processi.

salem-rito-su-iohn-aldenFin dai primi minuti si fa il punto su cosa ne sia di John Alden, Mary continua a raccontare a Tituba che non pensa a lui ma va da Petrus (il tizio che vive nei boschi e vede tutto e serve le streghe) per scoprire dove sia, vede i suoi amici indiani che gli fanno il funerale, in realtà noi scopriamo subito nella scena seguente che era una visione indotta dallo sciamano della tribù che ha bloccato la vista della realtà, la realtà è che John Alden vuole dedicare la sua vita ad ammazzare tutte le streghe di Salem, Mary compresa sembrerebbe, chissà se manterrà il proposito quando scoprirà che il figlio è vivo. Voi direte: si va bene ma John di fronte alle streghe è innocuo come un moscerino, che interesse può avere mettere in campo un pezzo così debole? Non sarà più così perchè si sottopone a un rito magico operato dallo stregone che lo trasformerà in qualcosa di diverso e gli garantirà la protezione del Grande Spirito. Dunque sarà schermato contro la magia? Vedremo fino a che punto.

Come vanno le cose per Mary? Non troppo bene, lei cammina sempre sul filo della lama, aveva pensato di ribellarsi alle anziane ma ora queste hanno una leva su di lei, il figlio, il ragazzo è cresciuto con loro e sono in grado di farlo stare male, anche Tituba lo è, questo non vuol dire che Mary sia docile e remissiva, promette a Tituba che compiuto quello che le anziane volevano da lei e che anche lei vuole gliela farà pagare. Ma cos’era che volevano? Semplice: liberarsi di tutti i pellegrini e trasformare Salem nella loro casa. Tituba le ricorda il problema Marcy e sopratutto quello che potrebbe diventare un problema molto più grosso: Anne Hale, la ragazza ha appena scoperto il suo potere nel più traumatico dei modi e nemmeno lo vorrebbe ma non c’è dubbio che per via del suo lignaggio lei è potenzialmente una strega molto più potente di tutte loro.

salem-mary-in-tranceMa per Mary i problemi non finiscono qui, mentre si sta rivolgendo al consiglio del villaggio con la solita autorità che esercita in nome del marito, viene sfidata da uno che dice senza mezzi termini che forse la pestilenza che stanno sperimentando è l’ira di Dio perchè lasciandosi guidare da una donna hanno sovvertito l’ordine naturale. Per fortuna di Mary interviene il nuovo arrivato, il medico Samuel che svia il discorso e le dà l’occasione di fare buona figura, infatti Mary si offre di accompagnarlo a visitare i malati (tanto lei non può ammalarsi).
Questa scena ci dà l’occasione di ricordarci uno dei maggiori meriti della prima stagione di Salem, hanno avuto l’idea (non scomoderemo il termine geniale, ma certamente è stata acuta e finora vincente) di unire due show in uno, parlando di della città di Salem e dei famosi processi si possono fare due tipi di show: uno in cui vi si collocano delle vere streghe, magari con tutti i cliché del genere e insistendo su quelli più trash, un altro in cui si denuncia il bigottismo e il maschilismo dei Puritani e tutti gli altri difetti di questi fondamentalisti religiosi, gli autori di Salem hanno fatto entrambe le cose! questa e la grande idea: le streghe sono proprio streghe, sì sono brutte e bitorzolute, sì fanno cose immonde, sì sono pure bellissime tentatrici che irretiscono gli uomini; quelli che facevano i processi non processavano e torturavano streghe ma delle povere innocenti (in Salem telefilm le streghe ci sono ma non le scoprono quasi mai e in compenso ci va di mezzo un sacco di gente che non c’entra niente).

salem-mary-e-anneCome tratta Mary con tutti questi problemi? Quello con i Puritani maschilisti come abbiamo già scritto  per ora è rimandato, per quel che riguarda Marcy tenta un approccio che va molto male, per colpa di Marcy che non è per niente ragionevole e non accetta un accordo in cui doveva riconoscere l’autorità delle anziane e di Mary e in cambio essere preparata per un grande avvenire. Va per ora molto meglio con Anne che accetta l’offerta di assistenza di Mary. Del resto la potente strega in erba è afflitta dai sensi di colpa per quello che ha fatto ai genitori ed è spaventata, Mary è arrivata da lei mentre nella vasca da bagno si era tagliata le vene dei polsi con un rasoio, ma il suo potere non le aveva permesso di morire e l’aveva “riparata”.
Ciliegina sulla torta (si fa per dire) per la povera (si fa sempre per dire) Mary Sibley è che Samuel (il nuovo personaggio. il medico) nei boschi trova Isaac vivo e se e quando quest’ultimo sarà in grado di parlare per lei saranno guai grossi, come dicevamo come al solito Mary è sempre sul filo della lama.

Marcy: a fine episodio va dalle anziane cercando di scavalcare Mary, le anziane le rispondono che l’utilità di Mary è anche che possono controllarla e le sputano in faccia, letteralmente! Grave errore perchè Marcy si è portata le adepte e fanno a pezzi le anziane. Ma tutto il potere di queste anziane? Questa è la scena dell’episodio che più ci ha fatto storcere il naso, si Marcy è cresciuta molto, ma è quasi un’autodidatta, con meno esperienza ed abilità di Mary, le ragazze che sono con lei sono parecchie ma contano zero, possibile che le vecchie streghe non avessero qualche asso nella manica per difendersi? L’episodio si chiude con una vera e propria dichiarazione di guerra di Marcy a Mary fatta in maniera estremamente spettacolare, i corpi delle streghe a bruciare davanti la finestra di casa e la parola Guerra scritta col fuoco.

Sul grande arrivo c’è poco da dire, si è trattata di una sola scena che era stata ampiamente anticipata. Siamo a Boston dove al momento è stato trattenuto dai suoi superiori Cotton, un personaggio visto in precedenza nell’episodio nei panni dell’inquisitore che gli chiedeva notizie sulla scomparsa del padre, arriva in un appartamento dove una donna sta facendo il bagno e le fa rapporto, si capisce  subito che è una strega perchè quello che le interessa è scoprire chi ha portato a termine il Grande Rito, poi esce dalla tinozza completamente nuda, si fa guardare dal tizio e lo uccide con un “effetto speciale” trashissimo di cui parleremo dopo.

Infine parliamo di Cotton: molto male, il personaggio nella prima stagione aveva avuto una bella evoluzione, faceva una bella coppia con John Alden, inoltre  Seth Gabel, l’interprete, faceva bella figura perchè pur non essendo un grande attore per noi è meglio di Shane West. Dopo avergli fatto ammazzare il padre, ma non per i giusti motivi, facendo la figura del fesso, invece di usare questa libertà dal giogo paterno per far completare l’evoluzione (che a questo punto forse era immaginaria) gli autori lo fanno schiacciare dal gioco del fantasma del padre e lo fanno tornare a dove era ad inizio serie: ad ubicarsi e scopare prostitute mentre chiede la salvezza al Signore. Per carità per noi ubriacarsi e scopare prostitute e farlo con i soldi del padre che lo aveva tiranneggiato sarebbe un ottimo piano, ma certamente è un’involuzione del personaggio.

Elenco delle scene trash, eccessive o chiamatele come volete, che sono piovute a catinelle:
_ Petrus che si cava gli occhi e li mette in mano a Mary (questo solo per scaldarsi, continuate a leggere che c’è molto di peggio);_
salem-incantesimo-marcy_Marcy e compagne che evirano un poveraccio e gli infilano un uccello vivo al posto del pene, ora quel tipo (che se ne va con le sue gambe, non è morto) avrà letteralmente un uccello tra le gambe e tramite quello Marcy lo controllerà.  Forse bisognerebbe spiegare a Marcy che una che ha un harem di giovani fanciulle che fanno tutto quello che lei ordina, per controllare un uomo, tanto più uno che vive in un villaggio di puritani, non ha bisogno di astrusi riti magici di dubbio gusto. A questa del pelo e del carro di buoi non ha mai spiegato nulla nessuno?
_ Il rito degli indiani su John Alden, tra l’altro ci stanno  di mezzo pure l’immancabile ragazza nuda (in una cerimonia dei pellerossa? non è un po’ fuori luogo? si si ok avete ragione, il carro) coperta di sangue che lecca via il sangue dalla faccia di John e un insetto che viene infilato in un taglio praticato sulla nuca di John.
Nota a margine: la ragazza sembrava giovanissima una vera lolita.
_ Lucy Lawless o meglio la contessa Marburg, esce dalla tinozza e usa il malcapitato che le aveva fatto rapporto come sifone: vediamo la tinozza svuotarsi come se qualcuno avesse tolto il tappo e il tizio rigurgitare il tutto e morire annegato;

Salem e il sesso: non c’è dubbio che ce n’è tanto, ma rispetto a un prodotto HBO la WGN sembra essere molto più moderata, in realtà è più suggerito che mostrato, i nudi sono sempre ripresi in maniera strategica, non crediamo di aver mai visto una tetta o un sedere in primo piano. In questo episodio Seth Gabel fa sesso con la prostituta praticamente vestita, cioè quando si scosta la gonna è già scesa e della Lawless vediamo un pezzo di coscia, in realtà la nudità più esplicita dell’episodio è proprio un pezzo di sedere di Gabel e ne avremmo fatto a meno.  Ma allora a che scopo? ne vogliamo di più! a che serve? in realtà funziona, non sappiamo se perchè le trasparenze a volte attirano più del nudo o perchè Janet Montgomery (Mary Sibley) e Ashley Madekwe (Tituba) sprizzano sensualità da tutti i pori.

In conclusione questa season premiere è certamente promossa.

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *