salem-john-stanco

Salem 2×12: Midnight Never Come

Siamo giunti al penultimo episodio della stagione, Salem 2×12: Midnight Never Come è stato un altro episodio ai massimi livelli che ci si possa aspettare da questo telefilm, eppure, che gli autori l’abbiano pianificato o no, probabilmente siamo anche alla vigilia della conclusione della serie, perchè con gli ascolti dimezzati rispetto alla stagione precedente ci pare fantascienza aspettarsi un rinnovo.  Ci vogliamo soffermare su questo: premesso che Salem non è un capolavoro e che ci sta che sia cancellato (anche se cose molti peggiori sono andate avanti per anni   ci sono pure  state serie migliori che non sono giunte alla seconda stagione), premesso che il pubblico ha sempre ragione anche quando ha torto, perchè meglio che siano i numeri a decidere quali serie devono vivere piuttosto che le vedute politiche della rete, il punto che ci lascia basiti è  che è indubitabile che questa stagione sia stata migliore della precedente, i difetti e le mancanze non sono peggiorate, i punti di forza sono migliorati e c’è stata una Lucy Lawless in più che ha rubato la scena ai comprimari per quanto è stata convincente. Quindi come si spiega? L’unica spiegazione razionale è che buona parte del pubblico dell’anno scorso abbia terminato la stagione pur trovandola brutta, in effetti alcuni addicted sono soliti dire che non amano lasciare una stagione a metà e quindi la terminano e poi mollano lo show, però pensavamo fosse una componente molto più marginale.
Tolto questo sassolino dalla scarpa, togliamoci il dente di dire l’unica cosa che non ci è piaciuta dell’episodio: Isaac e Hathorne, il secondo libera il primo e si appresta ad usarlo per i suoi scopi, un simbolo di ingiustizia subita da esibire contro il  ricordo della Salem di George Sibley e avvalorarsi come iniziatore di un nuovo corso per la città. Se avete letto la precedente recensione sapete quanto abbiamo amato Isaac nello scorso episodio, non è che ci aspettavamo diventasse l’eroe di Salem, ma vederlo tornare a farsi usare, oltretutto da qualcuno molto più odioso di chi lo aveva usato in precedenza, la vediamo come una regressione.
salem-contessa-von-marburgChe è successo nell’episodio? come sempre Salem riprende da dove si era concluso il precedente, John Alden ferito gravemente da Sebastian e attorniato dai suoi uomini, John jr. preso in consegna da Anne. John si salva grazie all’amuleto che lo rende invisibile alle streghe, anzi pur ferito riesce ad uccidere gli uomini di Sebastian che non può che fuggire, subito dopo John crolla e viene trovato da Cotton che dopo aver lasciato John jr. con sua moglie Anne era tornato indietro  a cercare John. Anne porta John nella sua stanza segreta. Marcy va a fare visita a Mary per vantarsi un po’ , Mary è distrutta ma non certo per via di Marcy, anzi nel confronto si vede come anche questa Mary agli sgoccioli consideri Marcy per quel poco che vale e la mette sull’avviso di come per i Marburg lei non possa essere che una pedina. Dopo un breve intermezzo con Anne e il piccolo John in cui vediamo che appena lui si agita il diavolo tende a riaffiorare. Torniamo da Marcy che convintissima che Sebastian la voglia e pronta a diventare la nuora della contessa pensa bene di spogliarsi e infilarsi sotto le coperte (ma questo vive una vita così pericolosa e ha il sonno così pesante?) per svegliarlo con una fellatio, dire che lui non sia interessato significa minimizzare, è addirittura disgustato, la butta fuori dalla cabina nuda, raccomandandole di stare al suo posto con le servitù. Normalmente vedere trattare così una donna ci infastidirebbe, trattandosi di Marcy facciamo volentieri un’eccezione. Quello che è davvero interessante nella scena è che pare che Marcy sia impotente di fronte a Sebastian (a meno che non sia lo shock), allora avevamo ragione, i poteri di Sebastian pur non essendo paragonabili a quelli della madre non sono certo trascurabili. Torniamo da Cotton e John. quando Cotton gli dice che suo figlio è con Anne che lui ha spostato John gli rivela che è una strega, Cotton ovviamente è sconvolto e non vorrebbe crederci, ma sa che John Alden avrà difetti ma non racconta balle, quindi va a casa per sincerarsi di persona.
La contessa va da Anne a cercare John jr. e le rivela di essere la sua vera madre (!) poi la porta da Tituba che è ancora legata dove Mary l’ha lasciata, la Contessa utilizza la solita tecnica di mischiare promesse e minacce terribili, intimidisce e blandisce, Lucy Lawless giganteggia e cancella le sue comprimarie. In conclusione ad Anne dice di tenersi il ragazzo e portarlo al momento del sacrificio, in caso contrario lei ucciderà nella maniera più dolorosa Cotton, abbiamo la conferma di quanto Anne ami davvero Cotton.
salem-mary-con-johnNel frattempo Mary aveva cercato aiuto entrando nell’albero che fa da soglia al mondo segreto delle streghe, ma il suo tentativo di coinvolgere le più anziane tra le streghe dell’Essex fallisce.
Cotton giunto a casa vede Anne aprire la porta segreta col sangue, ha avuto la sua conferma, ma quando la segue all’interno non la trova perchè lei ha già preso il piccolo John e grazie alla maschera del padre si ritrova dove ha bisogno di essere, nella foresta, ovviamente ha accettato le condizioni della Contessa Von Marburg. La porta scompare e così Cotton rimane bloccato nella stanza segreta.
Dopo una bella scena tra Mary e John questa viene richiamata dalla contessa, non ci è molto chiara questa scena: Mary è stata sempre fisicamente con la contessa e quella che se ne andava in giro era una proiezione? Eppure era corporea, ha toccato e baciato John. A parte questo dubbio la scena finale è fantastica, La Contessa, Anne e Sebastian vanno alle pozze infernali dove deve compiersi il rito, arrivano Anne e Tituba che portano il ragazzo, non c’è bisogno che sia Mary a sacrificare il figlio perchè il rito si compia, ma lei deve pronunciare una formula che attesti come stia donando qualcosa che ama (o non sarebbe un sacrificio) si rifiuta e cerca di tranquillizzare il figlio professando tutto il suo amore, senza rendersi conto che è quello che il rito richiedeva, la Contessa si immerge con il piccolo John e lo affoga in quella specie di ece infernale, il ragazzo ne esce trasformato, John nascosto nella boscaglia spara al figlio, ma la pallottola non lo uccide, ormai non è più umano, ma pare la Contessa non lo sapesse perchè si prende un bello spavento e schiaffeggia Sebastian che evidentemente le aveva raccontato che John Alden era morto. Scena finale col bambino ormai non più bambino che abbraccia la contessa e rivolge uno sguardo di trionfo e feroce cattiveria a Mary che appare atterrita.
Abbiamo amato molte cose in questo episodio e in diverse, sorpresa delle sorprese, è protagonista John Alden, si proprio quel John Alden a cui davamo del gorilla:
_ scena Cotton John, si è riformata la coppia d’oro della prima stagione (non esageriamo, diciamo d’argento), ci è piaciuto quando Cotton dice che comunque deve sincerarsi di quello che John gli ha detto della moglie dandole l’occasione di spiegarsi e John, quasi commosso, gli dice che è una brava persona, che lo è sempre stato;
_ scena Mary John prima che lei sia richiamata dalla contessa, in cui John dice che è tanto stanco e vorrebbe solo andare a dormire per sempre;
salem-il-piccolo-john-risorto-come-satana_ ci è piaciuto come gli autori ci abbiano trollato, fino all’ultimo credevamo che il rito non si sarebbe compiuto, quando Mary fa la sua dichiarazione d’amore al figlio Anne e Tituba sembrano commosse, ma lo sembra quasi pure la Contessa, per un attimo abbiamo temuto una conclusione semplicistica e stucchevole, invece se tituba ed Anne erano probabilmente davvero commosse quella della Contessa era gioia perchè Mary stava facendo quanto serviva per il rito;
_ ci è piaciuto come nella scena in cui Sebastian maltratta Marcy gli fanno buttare lì la frase “a mia madre non serve una figlia, ne ha già una”, lo ammettiamo, siamo un po’ tardi, lì per lì non ci abbiamo pensato che si rfierisse ad Anne, solo quando va da lei, pochi attimi prima che lo dica esplicitamente abbiamo capito dove si  andava a parare;
_ ci è piaciuta l’atmosfera di disperazione che avvolge John e Mary, abbiamo una speranza, ipotizziamo che davvero la serie si chiuda con questa stagione e ammettiamo che gli autori lo sapessero prima di girare il finale, sarebbe troppo sperare in un finale non a tarallucci a vino? un finale in cui John e Mary si riscattano salvando tutti anche gli odiosi Puritani  e si riuniscono nella morte? Magari con il solo Cotton che saprà come alla fine fossero stati tutti salvati da una strega che non era perduta senza possibilità di redenzione e da un uomo che era stato anche lui emarginato dalla comunità.
Sarebbe un finale stupendo, l’unico finale felice sensato per John e Mary, se vogliamo infilarci anche un happy end più tradizionale, un lieto fine per Cototn ed Anne, con quest’ultima che sceglie il bene e viene liberata dalla sua eredità in qualche modo dal sacrificio di Mary ci andrebbe anche bene. Normalmente non amiamo sostituirci agli autori, ma paventiamo un assurdo finale con Mary, John e magari pure John jr che dovrebbe essere morto, in stile famigliola felice, svaluterebbe la stagione di parecchio, mentre il finale proposto da noi ci sembra perfetto. Magari c’è una terza possibilità non malvagia a cui non abbiamo pensato, lo sapremo tra una settimana, sempre beninteso supponendo che sia un finale di serie e che gli autori ne fossero avvertiti per tempo, Cosa, tutt’altro che scontata, purtroppo.

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *