Satem 3x01: After the fall

Salem 3×01: After the fall

Un’ottima premiere questa Salem 3×01: After the fall, intendiamoci bene se avete letto le mie recensioni l’anno scorso sapete che non considero Salem una grande serie, ma anche che mi diverte parecchio, questa è un’ottima premiere perché spoiler a parte se qualcuno mi chiedesse com’è questo Salem? Gli potrei rispondere guardati questo episodio e lo saprai,  dato che ci sono tutti punti  di forza, tutti i limiti e tutti i difetti di questa serie.
Che è successo nell’episodio
Puntata senza la protagonista (e mio personaggio preferito della prima stagione) dello show e senza il mio personaggio preferito della seconda stagione, la contessa Marburg, eppure mi è piaciuta. Tituba che non è morta ma è cieca prende il posto del defunto veggente cieco e vedendo cosa il Diavolo farà del mondo, spinta dallo stesso veggente che le parla, va a riesumare Mary (seppellita da John Alden)  e la porta dalle streghe dell’Essex per farsi aiutare in un incantesimo per resuscitarla, infatti solo lavorando insieme le due donne che lo hanno portato sulla Terra sarà possibile avere una chance di ricacciare il Diavolo all’inferno.
salem-mary-resuscitata
A Salem John Alden prima sta per essere giustiziato, poi invece Hathorne gli propone il perdono in cambio della guida della milizia contro gli attacchi di francesi e indiani.
Il Diavolo si prepara a devastare il mondo tenendosi vicini un apparentemente fedele Sebastian che però verso la fine mastica amaro quando il ragazzo (ricordiamo che il Diavolo si è incarnato nel figlio di John e Mary) gli ribadisce che Mary è sua, e una riluttante Anne.
Salem si riempe anche di profughi di villaggi vicini bruciati da francesi e indiani che in realtà sono pure sotto influsso demoniaco. Marcy continua a farsi gli affari suoi apparentemente ignara di tutto quello che succede nel mondo delle streghe, accoglie ragazze sperdute e le vendica ma le usa anche come fonte di sangue per i suoi bagni, però pare abbia trovato un modo di non ucciderle o almeno farle durare di più non drenandole completamente e facendole ruotare.
Recensione
Come dicevo tutto il meglio di Salem e tutti i difetti, tutto quello che Salem è, in questo episodio lo abbiamo. Una persona che conosco dopo aver visto pochi episodi della prima stagione disse “pressappoco: per me è un no, non mi interessa uno show che ti fa vedere che le streghe erano proprio così come te le immagini, cattive come te le immagini che facevano tutte le cose che ti immagini” facile intuire che quella che per qualcuno è una critica per un altro può essere un pregio, per chi cercava proprio un telefilm sulle streghe classiche rispettoso della tradizione.
salem-anne
La stessa cosa si può dire del lato visivo se amate l’eccesso, il trash a volte persino lo splatter è lo show che fa per voi e si è visto in questo episodio, basterà citare lo squartamento a distanza del padre ubriacone che faceva prostituire la figlia e si beveva i soldi (persino l’antipatica Marcy ogni tanto fa qualcosa che mi fa piacere).
Un altro punto di forza di Salem (specie nella prima stagione) è che sì, come diceva quel mio conoscente, le streghe cattiva, ma nel suo piccolo, senza pretese (non lo definirei certo un telegilm impegnato) mostrava anche la realtà del bigottismo dei puritani e delle innocenti condannate, torturate, bruciate. Anzi direi che nella prima stagione sui Puritani ci andò così pesante che ti veniva voglia di fare il tifo per le streghe. In questa premiere di stagione questo aspetto è stato ancora presente, sia nella voglia di Marcy di vendicare gli stessi torti che lei aveva subito (anche se poi usa le ragazze come riserva di sangue) sia nell’atteggiamento delle streghe del’Essex che tutto quello che volevano era una terra per se stesse dove essere libere, non certo che il Diavolo consumasse il mondo.
Un’altra cosa che ho apprezzato è stato proprio il Diavolo, ci ho messo un po’ a decidere se il bambino mi piacesse o no, se fosse ridicolo o inquietante, devo dire che tutto sommato se la sta cavando bene, mi sto abituando a lui come Diavolo e lo trovo intrigante non vorrei che crescesse o cambiasse aspetto, Oliver Bell (visto recentemente nel ruolo del ragazzino robot che se ne va in giro da solo in Westworld) se la sta cavando benissimo, recita la parte da Diavolo davvero convintamente.
salem-john-il-diavolo
Tutto sommato mi è piaciuta molto pure Anne, non tanto nel suo tentativo di fidarsi di Cotton, ma mi è piaciuta nella scena con John Alden quando ha detto che lei di tutte persone di Salem è l’unica che non ha avuto mai scelta essendo strega per nascita.  Li ho provato perfino un po’ di pena per lei, quindi direi che Tamzin Merchant ha fatto bene il suo lavoro.

Parliamo di limiti e difetti, i soliti: come ho detto potete gustarvi Salem se sapete cosa aspettarvi, se vi aspettate una grandissima serie, se non siete in grado di godervi scene trash non fa per voi, se questo sia un limite o un difetto della serie in realtà non ne sono nemmeno sicuro.
Quello che certamente è stato un difetto di questo episodio, che temo si protrarrà,  è troppo John Alden. Shane West è davvero un cane! Un cane di attore, senza offesa per i tanti cani del piccolo e grande schermo che probabilmente sono meglio di lui come attori.
Invece troppo poco Cotton (Seth Gabel),  non si può dire fossi un  fan di Gabel ai tempi di Fringe, a prescindere dalle considerazioni sulla storia e sul suo ruolo, si scontrava con un cast eccezionale, qui invece al confronto con un John Alden diventa quasi un gigante, per favore mettete un rospo, un topo o un altro familiare in gola a John Alden e liberate Cotton.

Curiosità finale sulla Contessa Marburg, a fine episodio Sebastian va da lei, ha intenzione di tirarla fuori dal sarcofago? Quindi vedremo una nuova attrice nel ruolo? Perché la Lawless è impegnata con Ash vs Evil Dead, dubito abbia avuto il tempo di girare quello e Salem, inoltre trattandosi di network diversi non credo potrebbe contrattualmente e del resto nel suo profilo su IMDB non ha accreditati episodi di Salem nel 2016 ma solo quelli della scorsa stagione.

Scusate la prolissità dalla prossima settimana sarò di certo più breve ma c’era molto da dire per re-inquadrare la serie.

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *