“SI VIVE UNA VOLTA SOLA”

Si Vive una volta sola.
Quindi cerchiamo di rispettarci vicendevolmente.
Partiamo dal presupposto che dobbiamo rispettare noi stessi in Better-Lifeprima persona e chi vive intorno a noi, familiari, amici e conoscenti, poi ci “Allarghiamo” un po’ e rispettiamo anche chi non è tanto vicino per il semplice motivo che come abbiamo il diritto noi di vivere una volta sola, ce l’ha anche il turista, il richiedente asilo politico, il profugo e tutti gli esseri viventi del pianeta, nessuno escluso.
Tutte le persone che sono arrivate in Europa in questi mesi hanno sicuramente un buon motivo per allontanarsi dai loro paesi, specialmente da quei paesi dove sono in corso guerre.
Io avrei fatto la stessa cosa.
E tu?


Sarei “scappato”, per il semplice motivo che
NON VOGLIO RINUNCIARE ALLA MIA UNICA VITA.
Questo non è buonismo, è etica, è umanità, è democrazia, è PACE, è diritto alla VITA.
E’ un po’ come quando ti punta la pistola in testa il ladro e dice: “O la borsa o la vita”.
Gli dai la borsa e salvi la vita. Forse è vero ma cosa devo fare per farti capire che di vita ce né una sola?
Se non gli dai la borsa, ti toglie la vita e si prende la borsa comunque, non è facile e come al solito mi complico la vita, mi preoccupo ma cerco di trovare un rimedio.
Si potrebbero fare migliaia di esempi ma il risultato è il medesimo, continuano ad esserci personaggi a piede libero che pretendono di decidere chi vive e chi muore.
Cerchiamo di essere e fare i seri lasciando da parte tutte le paturnie del pianeta senza fare distinzioni di colore ecc. ecc. perché la cosa va avanti da qualche secolo e sinceramente sono arcistufo di continuare a vedere i bambini dell’asilo litigare per chi ha la merendina migliore.
Basta!
Basta approfittare dei “deboli”, dei “poveri” e dei “buoni”.
pace1E’ vero, mettere di comune accordo 7 miliardi di persone non è facile e non lo sarà mai purtroppo ma sarebbe bello che buona parte della popolazione mondiale s’ impegnasse a collaborare per una tregua, una PACE fra popoli che possa rendere la vita migliore, specialmente a chi la vive con più difficoltà rispetto ad altri, aiutarsi non è poi così difficile, sono molte le associazioni che girano il pianeta per aiutare e nella maggior parte dei casi lo fa per riparare i danni fatti da altri che sono passati di li per fare il contrario, generalmente per arricchirsi sulle spalle altrui con annessi e connessi.
A volte mi sembra di dover dire che esiste l’ acqua calda o riscaldata, parlare della PACE fra i popoli mi sembra banale ma non lo è perché continuo a vedere che tutti fanno finta di niente, l’indifferenza prevale, l’egoismo pure, le ripicche, l’invidia, l’arroganza, la menzogna.
BASTA!
La discriminazione nasce dalle piccole cose, parte dall’educazione dei bambini.
“Si vive una volta sola” e vale per tutti.
Quindi, se per caso nell’arco della giornata ridi e piangi e poi ridi di nuovo e poi piangi nuovamente è una cosa normalissima.
Ogni giorno nascono molti bambini e muoiono tante persone che come me hanno una vita sola che va salvaguardata, rispettata, onorata, rallegrata, amata e vissuta fino in fondo nel migliore dei modi possibili.
Non c’è limite al peggio, capita di sentirsi sconfitti e sopraffatti dalla vita stessa per vari motivi.
Il denaro, l’amore, la perdita di un genitore, una malattia e altri mille questioni portano a perdere la lucidità e la voglia di vivere, in alcuni casi.
Quindi ricorda che prima di prendere decisioni affrettate è bene chiedere aiuto lasciando da parte l’orgoglio.
Per alcune cose ci sono rimedi, per altre ci vorrebbero miracoli e ne siamo consapevoli, bisogna esserne consapevoli.
Arrendersi dev’essere l’ultima cosa da fare, non ci si arrende di fronte alla vita, se essa è difficile si cerca la soluzione, da soli o con qualcuno, se non si trova nessuno si cerca fino a quando si trova chi ci aiuta.
NoKillQuesta mia analisi vuole evitare di far compiere gesti sbagliati nei confronti di se stessi e del prossimo.
Nessuno è autorizzato ad uccidere se stesso o altre persone.
NESSUNO
Se nessuno comincia, nessuno continua.
Non è facile vivere, è una faccenda seria.
Non è facile per me spiegare fino in fondo quanto sia importante vivere.
Vorrei avere la capacità di poter gridare a squarcia gola “BASTA UCCIDERE” al mondo intero.
Non riesco, lo scrivo e provo a convincere tutti, forse questo messaggio di PACE universale verrà condiviso e forse le persone cominceranno a volersi bene.
M’illudo spesso di riuscire nelle imprese impossibili. In molti hanno cercato di creare PACE e purtroppo i molti sforzi e buoni propositi sfumano come nebbia al sole.
Queste mie parole sono inutili, continueranno a esserci le guerre, i femminicidi, gli assassini e quant’altro ci siamo abituati a sentire nei notiziari.
Vorrei sapere cosa bisogna fare per evitare tutta questa violenza nei confronti della vita.
Ognuno di noi ha una sola vita, una e lo ripeto, una sola.
Si vive una volta sola, rispettiamo la vita.
Tanto è inutile, queste mie parole non serviranno a nulla, neanche se tutta la popolazione del pianeta leggesse queste parole, lette e dimenticate.
Quanti messaggi di PACE sono stati scritti e ignorati, questo sarà uno dei tanti e non sarà questo a porre fine alle tante morti.
paceVIVA LA VITA E VIVA LA PACE.
Peccato che sia una mia utopia.
L’utopia di molti che hanno scritto canzoni e non solo per divulgare il messaggio di PACE.
Le vittime di guerra sono vittime che combattono per la PACE?
Vittime in nome della PACE?
La PACE non esiste perché c’è guerra ovunque.
Per quanto mi riguarda un semplice litigio è guerra.
C’è molto da fare in merito e tra il dire e il fare c’è di mezzo il male.
Non posso finire tutto questo con la parola male.
Tutto questo lo termino così: “se fossero gli uomini a concepire la vita ci sarebbero meno femminicidi e più maschilicidi”.
Forse.

Liked it? Take a second to support Renato Sacco on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *