STAR WARS – Gli Ultimi Jedi – Speculazioni sul trailer e altro

Il Teaser, il Reportage, il Dietro le Quinte.
La Trilogia Sequel comincia a rivelarsi e prepara il ritorno di Luke Skywalker.


Potente, inebriante, travolgente.
Il Trailer definitivo di STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI ha invaso da poche ore i pensieri di tutti gli appassionati in cerca di sogni, ma ci vorrà qualche giorno ed ore di ininterrotta visione prima di riuscire a carpirne efficacemente i dettagli più reconditi da presentare in un reportage preciso e intrigante.

Per ingannare l’attesa  vi proponiamo gli step che hanno condotto a questo magico 10 Ottobre.

Si comincia dall’evento più recente: il D23 Expo 2017 è  stato il pannel Disney dedicato e soprattutto  a STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI.   L’evento rilasciava nelle prime ore di un caldo 13 Luglio 2017 le preziose immagini sul Dietro le Quinte del film, regalando ai fans e agli appassionati di ogni età un’estate di dettagli inaspettati e punti fermi su cui riflettere e divertirsi a fantasticare; un congedo per la pausa estiva che ha dato spazio alla marea di spoiler, rumors e speculazioni inevitabili ma necessarie a tenere alto l’interesse fino a questo ormai giunto 10 Ottobre: il TrailerDay.
L’apoteosi di tutte le rivelazioni possibili  che ha invaso  le reti e le periferiche del mondo ben prima della sua uscita, sta riaccendendo aspettative mai sopite e la voglia di scorgere indizi per riconoscere sviluppi futuri.
Qualcuno ci riuscirà; molti no.

A tutti gli appassionati Over There offre in una cavalcata libera da pregiudizi la selezione di quanto di più interessante sia stato presentato, spoilerato o sussurrato fino a questo momento;  e anche qualche supposizione liberamente espressa in attesa che l’analisi attenta del Trailer offra golose rivelazioni.

La scelta di partire dall’ultimo rilascio ufficiale del 13 Luglio servirà a bypassare le chiacchiere estive e a concentrarsi su quello che è l’annuncio di ciò che sta per arrivare.
Si comincia da un focus sulle strabilianti immagini che hanno presentano i personaggi principali.
I Caracter Poster spiccano per immediatezza, drammaticità e ricercatezza; una sorpresa inattesa che al D23 ha svelato le atmosfere del film e ne ha immortalato i protagonisti in scatti inediti:  sono gli alfieri della Luce e giganteggiano quasi senza volto nei rispettivi costumi uniformemente ricoperti d’inquietante rosso sangue, negandoci la nota purezza del loro sguardo, celati eppure esposti, come la promessa di dettagli dal set onorata nei sorprendenti fotogrammi presentati dal regista Rian Johnson.
L’impatto visivo è impressionante; mai prima d’ora un film della Saga è stato preannunciato ricorrendo a indizi tanto espliciti e crudi; l’effetto sangue esalta le pieghe nere dei costumi ed oltrepassa le figure sfumando verso il basso, imbrattando lo sfondo grigio come la scena di un crimine.

Colpisce l’immagine sontuosa di Leia Organa, il cui anello regale fa mostra di se identificando la Principessa Generale ma non l’amata interprete Carrie Fisher, scomparsa prematuramente lo scorso Dicembre; il che rende la particolarità di questo poster ancora più efficace, perché annulla l’effetto nostalgia e costringe chi osserva a concentrarsi sul personaggio.

Inquieta il piglio severo di Luke Skywalker, così ombroso e attento; il pugno stretto sulla spadalaser suggerisce che in questo film torna per affrontare la nuova minaccia;  ha la consapevolezza di poteri accresciuti attraverso anni d’indagine e studio, ma non la certezza di riuscire a fermare Snoke e nemmeno l’arroganza di sottovalutare l’alter ego volutamente fuori controllo di suo nipote Ben Solo / Kylo Ren.

Sorprende la candida serenità di Rey; anche lei impugna la spadalaser, la sua immagine è diametralmente opposta e speculare a quella di Luke; Rey sembra vedere oltre la Regola Jedi, guarda più in là e scorge spiragli di luce, soluzioni alternative mai contemplate sinora…

Concludono la carrellata i Caracter Poster di Finn e Poe Dameron.
Come Luke sembrano aver perso la voglia di idealismo; il loro impegno nella Resistenza si preannuncia assai più maturo e impegnativo.
Colpisce il costume di Poe: a parte lo stemma sulla manica, giacca e camicia rimandano palesemente all’outfit indossato da Han Solo a cominciare da Episodio V… Che sia un effetto voluto è evidente;  c’è una ragione logica se Poe è abbigliato come Han;  ma in assenza di spiegazioni ufficiali un moto di perplessità è quantomai doveroso.

Si fa una certa fatica ad orientarsi nella nuova rappresentazione del concetto di Eroe;  è un discorso iniziato con la Trilogia Prequel, approfondito con IL RISVEGLIO DELLA FORZA, confermato in ROGUE ONE ed ora mostrato in tutta la sua drammaticità;… sempre più lontana dall’idea di spirito idealista senza macchia e senza paura a cui la Trilogia Classica ci aveva abituati.
Gli eroi della Resistenza sembrano contaminati da un realismo fin troppo esplicito ed esposti alla furia devastante di un Male Più Grande, interessato ad annientare tutto ciò che essi rappresentano;  l’effetto sangue sulle immagini del Teaser Poster simboleggia che il tempo del candore è davvero finito per loro, ed è ora di esporre al mondo l’orrore delle scelte che dovranno compiere…

Accanto agli eroi spicca e stride, per l’indifferenza straniante che esprime, il Caracter Poster di lui:  Kylo Ren, il figlio della Luce al servizio dell’Oscurità.
Testa e sguardo bassi, unico soggetto a non essere fotografato frontalmente, l’ombra di un sorriso ambiguo che gli sfiora le labbra.
Il giovane Force User che in Episodio VII ha fermato a mezz’aria un colpo di blaster a lui diretto e che ha fin troppo platealmente fallito l’esecuzione di ogni ordine giunto da Snoke, ci viene presentato in un atteggiamento che non è quello del mostro in preda al delirio di onnipotenza criminale.
Il profilo di Ben Solo permette di osservarne unicamente il Lato Oscuro: la presa sicura sulla spadalaser a guardia crociata tenuta in posizione di riposo, la calma determinazione che lo accompagna e la cicatrice infertagli dall’odio poi rifiutato di Rey.
L’altro Lato resta invisibile; nascosto come un indizio da proteggere o definitivamente rinnegato…

Il countdown per quello che si preannuncia un drammatico e imprevedibile Episodio VIII è iniziato lo scorso 13 Aprile con la presentazione del primo Teaser Trailer alla CELEBRATION di Orlando.
Lucasfilm ha regalato ai fans e al mondo emozioni forti e dettagli importantissimi direttamente collegati al tamtam di Rumors iniziato dal Gennaio 2016; dettagli che finalmente rivelano il senso della Trilogia che si va delineando.
Visioni inquietanti che devastano l’animo e la mente della giovane Rey mentre si accascia al suolo sull’Isola in mezzo all’oceano di Ach-To, il mondo remoto; l’ultimo rifugio conosciuto di Luke Skywalker.

È proprio la voce calma dell’eroe di Endor a guidarla nei meandri della Forza a cui è stata chiamata da un’esistenza di solitudine e stenti.
“… Respira… Pensa a respirare…”
La giovane scavenger manifesta un candore che stride con capacità inconsapevolmente sorprendenti; capacità che le hanno permesso di essere rispettata sull’arido Jakku, che hanno portato Kylo Ren fino a lei e che l’hanno condotta fino ad Ach-To dove ha ricevuto un’accoglienza gentile da un Maestro Skywalker provato fin nell’anima dal dolore della perdita.
Difficile capire se è giunta fin lì per portare a Luke la spada di Anakin e la richiesta di aiuto di Leia… o anche per ricevere da lui una sorta d’istruzione.
Tutto ciò che scorgiamo per lei attraverso le immagini del Teaser è una nuova forma di solitudine, tanta concentrazione e la consapevolezza di un pericolo che non terrà lontano per sempre… col quale i Rumors hanno già annunciato dovrebbe fare i conti in questo film.
Ma di questo parleremo nell’Analisi dedicata al Dietro le Quinte.

Rey ha una connessione speciale con la Forza. Le sue Visioni sono violente, e forse sta imparando a controllarle assieme a poteri che non sapeva di avere grazie alla guida di un si mormora restio Luke Skywalker. Esse parlano di Luce, Oscurità, ed introducono una nuova frontiera: l’Equilibrio.

Nell’universo remoto ed evoluto di STAR WARS le cui informazioni più sensibili viaggiano attraverso avanzatissime Intelligenze Artificiali installate su droidi astromeccanici, antichi libri rappresentano la più arcana forma di conoscenza a cui ambire per spalancare le porte su questa nuova Frontiera; e una pergamena col simbolo dell’antico Ordine Jedi è tutto ciò che Luke Skywalker sembra possedere, a parte un’immensa conoscenza della Forza maturata in lunghi anni di solitario esilio autoimposto.

Da questo momento il Teaser accelera vertiginosamente, mostrando intense scene di battaglia, inseguimenti, fughe, confronti e momenti al cardiopalma.
Il Falcon orfano del suo Comandante è ancora simbolo della Libertà e sfreccia in volo acrobatico mentre ingaggia scontri col nuovo nemico.
E mentre sul pianeta Crayt la Resistenza combatte la battaglia decisiva contro il Primo Ordine, Finn è ancora in coma farmacologico; Poe Dameron si affretta a raggiungere il suo caccia Nero Uno; Rey corre lungo la scogliera immersa nei gelidi colori del crepuscolo di Ach-To brandendo la spada che fu di Anakin e Luke, e che Rian Johnson dichiara da questo film sarà identificata come la Spada di Rey

Il Teaser sembra esaurire il suo carico di informazioni nel susseguirsi frenetico di immagini spettacolari;  invece è proprio qui che si annidano dettagli tanto importanti quanto direttamente legati ai Rumors del passato recente e remoto.

Stagliato sullo sfondo infuocato dell’unica sequenza a lui dedicata, Kylo Ren punta minaccioso la spadalaser a guardia crociata sfoggiando la cicatrice fatta spostare dal regista per renderlo più temibile;  il che taglia le gambe all’ipotesi ForceBack  e posiziona definitivamente questa sequenza nel presente di Episodio VIII, dando respiro a un RUMOR SPOILEROSO circolato lo scorso Maggio… <<<<< … secondo cui il Cavaliere di Ren sarebbe determinato a cancellare nel fuoco le origini e il ricordo dei Jedi dalla Galassia… >>>>>

Ammesso che il Rumor sia vero, si tratterebbe di un evento drammatico senza precedenti nella storia della Saga; nemmeno Palpatine, che sterminò di fatto i Jedi, osò arrivare a tanto…
Tuttavia è bene prendere la notizia con le pinze.
In assenza di conferme ufficiali tutto ciò che concretamente abbiamo è la presenza documentata di Adam Driver sui set delle Locations scelte per Ach-To in Irlanda, nella prima metà del 2016; come abbastanza attendibile sembra essere  la notizia S P O I L E R secondo cui…  <<<<< … in una grotta su Ach-To la giovane Rey troverbbe incisa la storia delle origini Jedi… >>>>>

Una delle ultime sequenze del 13 Aprile mostra Luke assieme ad R2 davanti a una struttura a cupola in fiamme, abbastanza diversa dalle rovine scelte per Ach-To, ed incredibilmente in linea con quanto già visto nella Visione di Rey in Episodio VII.

Ritenuta sin da subito un flashback sulla presunta strage compiuta da Kylo Ren nel Nuovo Tempio Jedi fatto edificare da Luke, la sequenza potrebbe rivelarsi diversa rispetto a come è stata immaginata da fans e bloggers.
RUMORS recenti provenienti da fonti per la verità non troppo attendibili posizionerebbero indietro di almeno 15anni rispetto ad Episodio VII il momento della tragedia; quando cioè Ben Solo è poco più che un ragazzino in età preadolescenziale e Luke un giovane Maestro circondato da un risicato manipolo di Allievi.

Vedremo nei prossimi giorni se l’analisi attenta del Trailer definitivo di STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI  darà indicazioni utili a chiarire queste circostanze.
Ad oggi, eccetto Rumors e speculazioni, il passato post Endor degli eredi di Padmè ed Anakin Skywalker resta nebuloso; non ci sono prove che la strage sia realmente avvenuta;  e neanche ve ne sono del contrario.  Riusciamo ad ipotizzarla attraverso i ricordi di Han Solo in Episodio VII… “Un giovane allievo gli si rivoltò contro e rovinò tutto. Luke si sentì responsabile e si allontanò dal mondo.”
Ma Han non è solo turbato dai ricordi, è certamente deluso dalla resa di Luke… Ci sono tuttavia molte cose di cui non è al corrente, come Leia…
Ma stabilire se la rassegnazione di Luke sia stata reale o apparente  è al momento  impossibile;  come arduo è identificare la natura del  legame di Rey  con la Forza e con Skywalker.
Eppure la scavenger sembra essere  attesa da Kylo Ren… che si attiva per trovarla e rapirla.
Rey non può essere stata scelta per caso.

In attesa che le maglie di questo mistero inizino a dipanarsi attraverso il Trailer appena  rilasciato, possiamo solo aggrapparci a poche certezze e da esse procedere con cautela provando ad emergere dal groviglio d’informazioni e contraddizioni apparenti presentato da JJ Abrams in Episodio VII.

Nel presente di GLI ULTIMI JEDI siamo riusciti ad evidenziare dal Teaser del 13 Aprile almeno tre fatti: le Visioni di Rey continualo a tormentarla, la determinazione di Kylo Ren nella sequenza con sfondo infuocato preannuncia un confronto doloroso, e una sentenza inaspettata viene pronunciata dal Maestro Skywalker sul finale:…
“Il Tempo dei Jedi è finito.”

Visti i presupposti, sarà estenuante attendere il 13 Dicembre; ed altrettanto arduo sarà capire chi è oggi Luke Skywalker, 30anni dopo gli eventi di Endor…

Episodio VII ce lo mostra nell’emozionante finale, immerso in un’atmosfera mistica, alla stregua di un sapiente mago vissuto troppo tempo in solitudine e per questo abbastanza diffidente verso la giovane Rey, che ha disturbato il suo esilio.
Nell’unica scena in cui è protagonista all’interno del film, esaltato dalle note magicamente cupe di John Williams, Luke sembra l’involuzione di se’ stesso: severo, tutt’altro che affabile, segnato da eventi ostili, consapevole di essere ormai poco più che un Mito nella memoria galattica e nell’era della Nuova Repubblica che ha contribuito a far nascere ma che ora sembra aver abbandonato a se stessa.

Di lui il Teaser del 13 Aprile rivela solo la serena amarezza della voce; la consapevolezza di una conoscenza della Forza che ha raggiunto livelli inimmaginabili; la determinazione a rinchiuderne i segreti in uno scrigno e gettare via la chiave.
Le notizie rilasciate su Entertainment Weekly nelle prime ore di un caldo 10 Agosto e susseguitesi fino ad oggi, a poche ore dall’uscita del Trailer definitivo, parlano di un Luke disilluso.
“Sa che la galassia ha bisogno di lui, eppure se ne resta immobile nel nulla.” afferma il regista Rian Johnson.

Tuttavia il nulla cercato da Luke potrebbe non essere così inconcludente.
Una delle immagini promozionali recentemente rilasciate mostra infatti l’ultimo tratto del percorso compiuto da Skywalker verso il suo esilio volontario fatto di solitudine e studio: l’Ala-X sotto l’oceano di Ach-To.
Il caccia è chiaramente visibile dall’alto; sembra un modello aggiornato rispetto a quello storico della Trilogia Classica, e non è stato invaso da flora e fauna marina;  segno che il ritiro di Luke potrebbe essere stato meno solitario e stanziale del previsto, o addirittura più breve di quanto si creda…
Il caccia inabissato è un’indicazione precisa, una traccia tangibile della sua presenza sul pianeta; il che, assieme alla Mappa trovata in Episodio VII, sottolinea la disponibilità del Jedi ad essere trovato.
Luke Skywalker potrebbe non essersi affatto arreso;  il suo allontanarsi dal mondo per il senso di colpa causato dal fallimento potrebbe aver fatalmente innescato il rifiuto del nipote e la sua ribellione alle regole  in età matura;…  ma potrebbe anche aver spronato il saggio Maestro ad esporsi per riportarlo indietro…

Ma quali potrebbero essere le circostanze della rottura con Ben Solo, ammesso che tale sia stata, a cui Luke non ha potuto opporsi ?

Da questo momento il Punto sulla Situazione procede attraverso una serie di … S P O I L E R S … legati non solo ai Rumors dell’ultima ora, ma direttamente al reportage di Vanity Fair, al Dietro Le Quinte rilasciato lo scorso Luglio e alle recenti pubblicazioni dei romanzi Canon la cui timeline precede la Trilogia Sequel.
Se non amate avere anticipazioni sui romanzi e soprattutto sul prossimo Episodio VIII in uscita NON CONTINUATE LA LETTURA.

!!!…S P O I L E R… <<<<< ….Ben Solo restò al fianco dello zio Luke Skywalker fino all’età adulta e certamente fino a 5 anni prima di EPISODE VII, secondo quanto narrato nel romanzo canon BLOODLINE; fino cioè al momento dello strappo che lo porterà tra le fila del Primo Ordine.
Se una strage di apprendisti fu attuata  al Nuovo Tempio  prima di questo momento, non fu Ben a compierla.
Ben Solo aveva circa 24anni mentre compiva con lo zio Luke il lungo viaggio alla ricerca delle origini Jedi di cui si accenna in BLOODLINE.
Quale fu la ragione che  spinse Luke e suo nipote ad intraprendere questo viaggio non è ancora dato sapere; i due sono solo figure remote sullo sfondo della vicenda politica e umana della Senatrice Leia Organa; e tali resteranno fino alla fine del romanzo, vivendo unicamente nei pensieri della Principessa…

Ma vista la decadenza morale e politica crescente evidenziata nel Senato della Nuova Repubblica, non sarebbe errato supporre che i due partirono spinti non tanto dall’interesse per il puro studio quanto dalla percezione di una minaccia nella Forza, e che si siano attivati in cerca di strumenti per affrontarla.
La rottura tra loro potrebbe essere avvenuta con buona approssimazione durante o immediatamente dopo gli eventi di BLOODLINE; forse proprio mentre Leia lamentava L’ASSENZA di notizie dal figlio e dal fratello, che sapeva in cammino nei territori più remoti della galassia.
Il romanzo non rivela altro di loro.
Ma nel silenzio assordante che nel corso degli eventi denota l’ASSENZA sempre più pesante di Ben, BLOODLINE si addentra in dettagli inattesi:

• Il Senato della Nuova Repubblica considera Luke Skywalker poco più che un eccentrico eremita studioso della Forza, ritiratosi a vita privata poco dopo Endor.
• La Repubblica non pare essere consapevole del fatto che Luke sia un Maestro Jedi, e non si direbbe informata dell’esistenza passata o presente di una Nuova Generazione di Jedi in addestramento dopo Endor.
• La Nuova Repubblica ignora la vera identità di Darth Vader.
• Ma soprattutto, attraverso l’indagine istituzionale portata avanti dalla Senatrice Leia Organa emergono le prove di una congiura militare e politica di cui Luke Skywalker non può non essersi accorto.

Ciò premesso, Ben Solo potrebbe essere stato per anni l’unico ed incolpevole  Apprendista addestrato da Luke Skywalker dopo la presunta strage al Tempio;  oppure fu l’unico e terribile responsabile  di una presunta strage avvenuta durante o immediatamente dopo i fatti di BLOODLINE.   Ma a prescindere dal verificarsi dell’evento strage, il post BLOODLINE fu esattamente il  momento storico in cui si consumò lo scisma da suo zio Luke Skywalker.

Impossibile stabilire quanto gli studi intrapreso durante il loro viaggio influirono sul compiersi della tragedia;  è ancora presto perfino stabilire quanto a fondo Luke e Ben  si siano spinti nella loro indagine alle origini dei Jedi e della Forza;  ed è  presto riuscire ad intuire  quali importanti divergenze sull’uso di quanto appreso li abbiano separati…
Sappiamo soltanto che a un certo punto qualcosa di importante determinò la rottura tra i due sfociando nella infatuazione di Ben per il Lato Oscuro.

Ma non possiamo fare a meno di chiederci quanto possa aver davvero pesato sulla scelta finale e apparentemente scellerata del giovane Apprendista la scoperta improvvisa di avere un nonno Eroe Jedi, Prescelto dalla Forza e Signore Oscuro dei Sith…
A questo dubbio troveremo risposa non prima del 13 Dicembre.

Tornando agli eventi che ci hanno accompagnato per mano fino a questo Trailer Day, una menzione speciale merita il sofisticato reportage di Vanity Fair rilasciato lo scorso 13 Maggio;  colpisce l’immaginie che mostra al mondo un Luke Skywalker fraterno e protettivo nell’abbraccio con Leia, entrambi intenti a trarre forza l’una dall’altro.
La foto descrive una vicinanza emotiva tra i due; nel reportage Rian Johnson conferma invece una lontananza fisica che non dovrebbe permettere loro di ricongiungersi.

Fratelli ed eroi da anni emarginati a causa dello scandalo che denunciò il loro legame di sangue con Vader tra le pagine di BLOODLINE, Luke e Leia hanno conservato un affetto reciproco potente che non si è mai spezzato; ma che al contrario il dolore per la perdita dell’amico, dello sposo e per la scelta devastante di un figlio e nipote amatissimo ha invece reso più forte. Tra i due è ancora Luke a mostrare un senso di protezione esemplare verso la sorella, ed è il solo a conoscenza di fatti che cominceranno ad essere rivelati in Episodio VIII.

Vanity Fair immortala con precisione il  tempo in cui la Nuova Repubblica muore per mano del Primo Ordine, fallisce la missione di pacificazione tra i mondi della Galassia Lontana Lontana e Luke Skywalker si è consapevolmente allontanato dal mondo, dando risalto al pericolo che incombe su tutto con la forza di un giovane uomo dilaniato tra Luce e Oscurità, ma comunque in lotta per affermare la propria visione del mondo.
E intanto la Luce sembra non trovare spiragli, confinata su un’isola remota come l’ultimo baluardo di speranza da proteggere, rafforzare, reinventare…

Le aspettative di pubblico e fans si moltiplicano; la sofisticata preview dal set di Vanity Fair amplifica la potenza degli scatti di Annie Leibovitz e mostra le immagini del casinò ricolmo di privilegiati immersi in atmosfere retro’: individui ricchissimi, indifferenti alla tragedia galattica.
Fanno da contraltare a tanta opulenza gli avventurieri di dubbia moralità come il DJ di Benicio Del Toro, quasi certamente pericoloso mercenario abilissimo a muoversi in ambienti che spaziano dai covi del malaffare ai luoghi del comando.

Ma le immagini non sono tutto.
Il reportage è ricco d’interviste agli attori, al regista e a Kathleen Kennedy per Lucasfilm.
Impressioni e aneddoti dal set vengono rivelati: John Boyega che abbraccia spesso un Adam Driver troppo chiuso nel sospetto autoisolamento necessario al ruolo di Kylo Ren, Mark Hamill che invita a cena Driver e per le stesse ragioni riceve un garbato rifiuto, Oscar Isaac che incassa schiaffoni da Carrie Fisher per una scena più volte girata, Kathleen Kennedy che rivela il desiderio della Fisher di voler porre Leia al centro di Episodio IX come Ford e Hamill lo sono stati per Episodio VII e VIII;… e assesta un colpo al cuore dei fans, ancora così emotivamente legati all’attrice prematuramente scomparsa.
Momenti ed emozioni che arrivano agli appassionati di tutto il mondo.
Sembrava non esserci proprio null’altro da regalare al mondo quando la magia è esplosa letteralmente inaspettata nell’estate calda di Anaheim.
Le splendide immagini del Dietro le Quinte di THE LAST JEDI presentato al D23 Expo lo scorso 13 Luglio travolgono, emozionano, sorprendono.
La panoramica sull’ottavo capitolo della Saga comincia ad ampliarsi davvero ed emergono nuovi dettagli.
Immagini di solitudine e malinconia davanti a un fuoco acceso accanto al Falcon per Chewbecca; immagini di condivisione e speranza per Luke, mentre accetta la spada che fu di suo padre dalle mani di Rey; immagini di resistenza e lotta per Finn in missione da infiltrato tra le fila del Primo Ordine.

Contrastano coi fuochi di guerra che si moltiplicano sulla Galassia il rilascio della prima immagine panoramica sul casinò e l’algida cortesia del Viceammiraglio Holdo interpretata da Laura Dern: donna sofisticata le cui utopistiche certezze tattiche contemplano incauti margini di dialogo col nemico.
È proprio lei a riceve in abiti sontuosi l’amica di vecchia data Leia Organa: la Principessa Generale della Resistenza alla disperata ricerca di un appoggio militare.

Rimarcano la condizione dei rispettivi personaggi le sorprendenti immagini che mostrano le riprese di Rey in azione su Ach-To e l’imponenza di Kylo Ren; la solarità sul set di Daisy Ridley contrapposta alla severa concentrazione di Adam Driver e un’ombra di smarrimento sul volto del suo Kylo Ren…

Veniamo talmente sopraffatti dalla quantità di immagini narranti momenti di vita e di lavoro per i protagonisti sul set, da sorvolare su dettagli insoliti che passano quasi inosservati:  Daisy Ridley o la sua stunt mentre si tuffa in una grande vasca allestita sul set per una ripresa in profondità e Adam Driver o il suo stunt calato in una discesa a testa in giu da una speciale carrucola, trattenuto per le caviglie come fosse la simulazione di una caduta controllata dalla Forza ;… e poi ancora le prove di un confronto per Adam e Daisy.

I rumors parlano dal 2016 di Rey messa alle strette da Kylo Ren e di un tuffo per entrambi nell’oceano di Ach-To: lei per sfuggirgli, lui per catturarla o soccorrerla;  una descrizione che sembra prendere incredibilmente forma attraverso queste immagini.

Diversa appare invece la questione sulle voci di un duello finale previsto tra Rey e Kylo  a fine film.
Non è chiaro se e dove avverrà;  ma entrambi gli attori vengono mostrati mentre provano individualmente un confronto alla spadalaser contro più aggressori visibilmente esperti nel combattimento.

Se dunque gli aggressori sono i Cavalieri di Ren o truppe addestrate del Primo Ordine, ci può stare che attacchino Rey; ma perché attaccare anche Kylo Ren ?!…

Rian Johnson dice da mesi che i protagonisti di questo film verranno spinti verso direzioni impensabili ed estreme senza tuttavia cambiare schieramento.
I Caracter Posters suggeriscono che molto sangue macchierà la loro esistenza, e la lotta tra Luce e Oscurità sarà giocata su fattori imprevedibili.

Di certo il confronto a distanza tra Luke Skywalker e l’Oscuro Snoke si farà ravvicinato e cruento col ritorno del Jedi sulla scena galattica.

Il solare ragazzo di Tatooine che volle conoscere le Vie della Forza perché affascinato dalla figura del mitico padre, che sconfisse Palpatine, e riportò  Anakin Skywalker alla Luce, è diventato un uomo saggio e un potente Maestro; ma non per questo infallibile.
Quasi certamente dall’isolamento in cui si è rifugiato ha potuto studiare un nemico sfuggente e più pericoloso di qualunque cosa abbia mai affrontato.
Quale parte avranno Rey e Ben in tutto questo lo vedremo il 13 Dicembre.

Abbiamo portato queste immagini con noi per mesi; le abbiamo osservate e analizzate con attenzione per tutta l’estate ritrovandole nel pieno degli eventi dell’autunno appena iniziato.
Ora non ci resta che dare a ciascuna l’importanza che merita, e lasciarci trasportare dal Trailer definitivo che  preparerà la volata all’arrivo nelle sale di  STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI.

 

 

Salva

Salva

Salva

Liked it? Take a second to support Maria Pia Leone on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *