STAR WARS RELOADED – Episode IV: UNA NUOVA SPERANZA

S T A R        W A R S        R E L O A D E D .
EPISODE IV:  UNA NUOVA SPERANZA

Il Principio.  Il Mito.  La Storia.

anh1

Tanto tempo fa, in un pomeriggio autunnale del 1977, una timida ragazzina di 16 anni con la passione per il cinema e la fantascienza si fece accompagnare dal papà nel cinema di periferia sotto casa per vedere un film che i suoi amici avevano preferito snobbare perché la fantascienza di quegli anni era un genere di nicchia spesso noioso e poco appetibile al gusto popolare, e le serie televisive sul genere come DOCTOR WHO, UFO, SPAZIO 1999 e STAR TREK riscuotevano un certo successo solo perché raccontavano storie accattivanti in un linguaggio semplice.

La storia che la ragazzina si apprestava a vedere non aveva punti in comune con quelle Serie TV, e nemmeno con i film di fantascienza usciti sino a quel momento nei cinema; fatta eccezione per l’ambientazione fantastica nel senso spaziale del termine !
Il film era “STAR WARS” , e in Italia usciva  con il titolo di “GUERRE STELLARI” , per facilitarne l’approccio al pubblico nazionale all’epoca notoriamente a digiuno di inglese. Narrava di una principessa ribelle prigioniera di un Lord Oscuro e del suo malvagio Impero Galattico col quale era in lotta malgrado ne fosse Senatrice, di un paio di droidi litigiosi portatori di preziose informazioni vitali per la causa ribelle, di un vecchio saggio che ultimo detentore della Forza fu giovane Cavaliere Jedi e Generale sotto la Vecchia Repubblica, e di due eroi-per-caso tanto diversi quanto accomunati dal Fato nella difficile missione di liberare la real fanciulla tutt’altro che indifesa e salvare dall’oscurantismo quella galassia lontanissima…

Tanto basto’ alla ragazzina per desiderare con tutte le sue forze di trovare in se’ il romantico coraggio dell’algida principessa soavemente tosta che pur prigioniera dava del TU al Lord Oscuro perché le era inferiore per rango,…  ed amare incondizionatamente quel film malgrado i nomi dei protagonisti si fossero rivelati nel doppiaggio italiano abbastanza diversi da quelli originali indicati dal regista (un certo George Lucas…)  e per tanto correttamente citati nel cineracconto pubblicato all’epoca dal settimanale Sorrisi e Canzoni TV.

La ragazzina torno’ dunque a scuola il giorno seguente, e racconto’ agli amici increduli di quella galassia lontana lontana: la meraviglia di mondi di frontiera, i malfamati porti spaziali in stile Far West e le astronavi che viaggiavano veloci attraverso l’iperspazio portando a bordo gli eroi positivi e negativi di una favola dal sapore antico eppure mai narrata prima.

Quel racconto si unì alle voci di tante altre persone diverse per età e provenienza.
E mentre la magia tornava sorprendentemente ad albergare nei sogni dei fanciulli di ogni età, nel mondo nasceva il mito di STAR WARS… facendo di George Lucas, suo giovane autore e regista praticamente semi-sconosciuto, il genio creativo e visionario che cambio’ per sempre il modo di pensare, scrivere e fare cinema.

Nato come storia autoconclusiva, perché nessuno tra i produttori Fox credeva che il film potesse trovare consenso nemmeno tra gli appassionati del genere negli Anni ’70 della contestazione giovanile, STAR WARS non poté contare su finanziamenti adeguati, né su una tecnologia sufficientemente adatta a realizzare il progetto fantastico del suo creatore; tant’è che gli strabilianti effetti sonori e visivi furono realizzati con tecniche letteralmente sartoriali, ideate su misura per le scene descritte dal regista.

george lucas

L’innata timidezza di Lucas non aiutò nel suo rapporto con la troupe, che avendo forti pregiudizi sul progetto di genere fantascientifico aveva relegato il film automaticamente tra i B Movie tanto in voga all’epoca; in più a smontare l’autorevolezza di Lucas sul set ci si misero anche i giovani attori protagonisti Mark Hamill e Carrie Fisher, che lo prendevano in giro a causa di una certa pochezza di direttive, mentre Ford arrivò alla palese anarchia riscrivendosi le battute di Solo perché: “Queste sciocchezze  puoi anche scriverle, ma io certo non le recito.”

Ciliegina sulla torta: a fine montaggio Lucas organizzo’ una proiezione privata del film per i suoi amici registi Steven Spielberg e Francis Ford Coppola, per capire dalle loro reazioni le potenzialità e i difetti della pellicola in cui tanto credeva.
Il film, ancora privo di colonna sonora, non piacque.
Ma Lucas, non si scoraggiò.

Torno’ in sala montaggio, riassemblo’ le scene ed aggiunse le musiche epiche in stile sinfonico di John Williams. E poi si preparò alla Prima Ufficiale della sua Opera.

Fatto degno di nota:  Spielberg fu il solo a credere nel progetto di Lucas,   mentre gli altri due amici Oliver Stone e Brian De Palma lo bocciarono senza appello. De Palma arrivò a dire che non avrebbe fatto un soldo e che Vader era un pessimo cattivo.

“STAR WARS” debuttò così sul grande schermo del Chinese Theatre di Hollywood, in versione assolutamente inedita agli stessi addetti ai lavori, il 25 Maggio 1977. Distribuito in pochissimi cinema USA.

anh premiere

Ma a dispetto delle catastrofiche previsioni della produzione Fox il film riscosse da subito un successo strepitoso: centinaia di persone attesero per ore davanti al Chinese Theatre sul Walk Of Fame in Hollywood Boulevard per assistere, senza neanche sapere cosa aspettarsi, alla Prima dell’opera che avrebbe cambiato per sempre la storia del cinema.

Da quel momento la stessa scena si ripete’ in tutte le sale in cui STAR WARS fu programmato, amplificata ogni volta dal tam tam mediatico che raccontava di contenuti classici trasportati in un contesto futuristico spettacolare e di pubblico in delirio ovunque…

In mezzo a quella folla osannante c’era anche un manipolo di giovani adolescenti che si innamorò  di quel cinema ed anni dopo si fece conoscere attraverso un lavoro di regia e sceneggiatura direttamente ispirato da STAR WARS : i nomi di James Cameroon (Terminator, Avatar), Ridley Scott (Alien, Blade Runner), Peter Jackson (il Signore Degli Anelli, Lo Hobbit), tutti fan della prima ora, si sono distinti nel cinema grazie ad un talento cresciuto professionalmente nel mito di  STAR WARS.

Nel 1977 Internet era una tecnologia ancora sconosciuta alla gente comune, e le notizie di questo successo arrivavano solo attraverso le agenzie stampa, i telegiornali e i settimanali. Tuttavia in brevissimo tempo il film esplose in modo trasversale attirando a se’ fans di ogni genere:  dal futuristico al romantico, dal western al fantastico, dal fantasy di Tolkien ai Classici Disney, dal Ciclo Bretone di Re Artù e i Cavalieri Della Tavola Rotonda a quello dei Samurai di Akira Kurosawa.

Un successo di proporzioni globali così stellare da incoraggiare George Lucas ad affrancarsi dalla Fox per scrivere e produrre personalmente, e senza limitazioni di budget o di trama, i due seguiti che assieme a questo spettacolare film comporranno nei primi Anni ’80 la Trilogia Classica di STAR WARS.

I film presenteranno al loro rilascio una importante novità di impronta chiaramente lucasiana in capo all’incipit di ciascuna apertura, ma non sulle locandine: l’identificativo Episode V ed Episode VI.

“Episode V – L’Impero Colpisce Ancora” uscì nel 1980 diretto da Irwin Kershner, e resta ad oggi un capolavoro di taglio volutamente bellico che descrive le fasi più drammatiche della lotta impari tra Alleanza Ribelle ed Impero.
Un anno dopo Lucas ridistribuì nei cinema il primo episodio: quello prodotto dalla Fox e da egli stesso diretto.
“Star Wars” uscì con il titolo che l’autore avrebbe voluto dare sin dal 1977: “Episode IV – Una Nuova Speranza”.
Due anni dopo, nel 1983, uscì “Episode VI – Il Ritorno Dello Jedi” diretto da Richard Marquand: un film a tratti ancora incompreso dai fans, che aspettavano per la chiusura della Trilogia una storia più in linea con l’intensità  matura e realistica di Episode V.
Il film è in sintesi una lunga preparazione, a tratti sussurrata, al drammatico e risolutivo epilogo finale. La storia alterna momenti di cupa attesa ad altri di autentica e forse eccessiva leggerezza che poco si accompagnano al contesto del dramma umano ed eroico trattato; ma esplode letteralmente nell’epico finale in cui si consuma la resa dei conti tra Impero ed Alleanza Ribelle.

Contemporaneamente le VHS della Saga invadevano il mercato delle Home Video che proprio in quegli anni si andava sviluppando.
Le Edizioni VHS 1994 e 1995 di STAR WARS uscirono come Episode IV V VI in Widescreen e con traccia audio rimasterizzata in tecnologia Lucasfilm: lo strepitoso THX.
Ma Lucas non era soddisfatto.
Aveva in cantiere una nuova trilogia per STAR WARS e temeva che emergesse il divario tecnologico tra la Trilogia Classica e quella in lavorazione.

Nel 1997 La Trilogia venne dunque ridistribuita in VHS e nei circuiti cinematografici in previsione del l’imminente uscita nel 1999 del primo film  della  Trilogia  Dei Prequel:  Episode I.
Ma stavolta Lucas non si limitò alla pulizia di audio e negativi.  Arricchì i film con effetti digitali che furono antesignani dell’odierna CGI, con ampliamenti scenografici, dettagli e soprattutto con l’aggiunta di sequenze inedite.
E poi modificò letteralmente il senso della scena che in Episode IV mostrava il personaggio di Han Solo uccidere a tradimento un cacciatore di taglie sulle sue tracce.
La modifica riconsegnò ai fans ventennali un mercenario meno cinico che si sbarazzava del suo cacciatore unicamente per legittima difesa, e dunque ammantato di un’improbabile aura politicamente corretta.

Questa scelta creo’ tra Lucas e i fans storici uno strappo ad oggi ancora insanato, poiché il regista e produttore americano non rimetterà mai più mano alla scena contestata, malgrado le richieste dei fans e le ulteriori modifiche aggiunte ai tre film della Saga nelle successive edizioni.

Questa che vi apprestate a leggere è la versione 1977 di GUERRE STELLARI, che rimase immutata fino alle Edizioni Speciali per il Cinema e le Home Video rilasciate dal 1997 in poi.
Noi di overthere.it ve la presentiamo in STAR WARS RELOADED perché riteniamo sia esattamente da qui che George Lucas comincio’ il suo viaggio cinematografico nell’Universo di STAR WARS, e perché esprime nei contenuti e nelle intenzioni il punto di vista dell’autore al momento della messa in cantiere del film che diede inizio alla Saga.

Troverete dunque i nomi di cose e personaggi fedeli al doppiaggio italiano del 1977, e in parentesi leggerete i nomi originali dati da George Lucas.

Troverete inoltre molti dialoghi, perché esprimono concetti importanti che vale la pena riportare integralmente, ed aiutano a capire con precisione il pensiero dei personaggi e le interazioni tra loro.
Trattandosi della storia che ha aperto la Trilogia Classica e dato vita a quella dei Prequel e alla prossima dei Sequel, è inevitabile approfondire questo concetto il più possibile.
Questo è il motivo per cui lo stesso lavoro sarà fatto anche nella trattazione di Episode I.

Infine troverete tra gli **asterischi** la descrizione dei titoli e delle sequenze modificate o aggiunte.

Benvenuti nel magico mondo di STAR WARS.
La favola creata George Lucas che da quasi quarant’anni rivive e si rinnova per narrarci la storia di Anakin Skywalker e della sua discendenza.
Acquistato dalla Disney nel 2012, l’impero creato da George Lucas continuerà ad avvalersi della supervisione del suo creatore, e sorprenderà arrivando al cuore dei fans di ieri, di oggi e soprattutto di domani con due nuove trilogie in lavorazione:
La Trilogia dei Sequel, che esordirà con “Il Risveglio Della Forza” in anteprima mondiale in Italia il 16 Dicembre 2015; e la Trilogia Anthology, che esplorerà invece fatti e personaggi Non Seriali nei confini della saga e che partirà con “Rogue One”, storia della missione ribelle che porto’ al furto dei Piani della Morte Nera descritto nell’incipit di “Una Nuova Speranza”.
“Rogue One” uscirà nel Dicembre 2016.

Molto tempo è passato dal lontano 1977.
La ragazzina di un tempo oggi è la donna che scrive questo articolo, e lo fa con la stessa emozione di quando vide il film per la prima volta.
Nella sua mente riecheggiano ancora la musica, le frasi e i suoni di una storia senza tempo che spera di riuscire a trasmettervi così come arrivò a lei in quel magico pomeriggio d’autunno.

Il progetto STAR WARS RELOADED è nato per questo, e ci accompagnerà per mano attraverso la visione di George Lucas fino al nuovo ciclo targato Disney-Lucasfilm.

Nuove storie dall’Universo di STAR WARS stanno per esserci raccontate…
Ma indipendentemente da chi le narrerà, l’eredità di George Lucas continuerà attraverso la sua magia a restarci a cuore, iniziando ogni volta così…

Prima di continuare vi avvisiamo che questo celebre film sarà raccontato minuto per minuto,  attimo per attimo, quindi chi non l’ha ancora visto (e probabilmente viene da una Galassia Lontana XD)non prosegua nella lettura!

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

star wars

                     **E P I S O D E   IV
Una Nuova Speranza**

È un periodo di guerra civile. Navi spaziali ribelli, colpendo da una base segreta, hanno ottenuto la loro prima vittoria contro il malvagio Impero Galattico. Durante la battaglia, spie ribelli sono riuscite a rubare i piani segreti dell’arma decisiva dell’Impero, la MORTE NERA ( Death Star ), una stazione spaziale corazzata di tale potenza da poter distruggere un intero pianeta.
Inseguita dai biechi agenti dell’Impero, la principessa Leila (in originale Leia, che significa splendente di luce: lo stesso significato di Luke)  sfreccia verso casa a bordo della sua aeronave stellare, custode dei piani rubati che possono salvare il suo popolo e ridare la libertà alla galassia…

Il testo dell’incipit si perde lentamente nello spazio e la musica si fa più minacciosa mentre nell’inquadratura sorge un mondo arido con le sue lune.
Improvvisamente un’astronave emerge sfrecciando a tutta velocità verso il pianeta sottostante. Il vascello spara colpi laser verso un inseguitore che a sua volta lo sta bersagliando. Pochi istanti e la sagoma colossale di un incrociatore stellare (starderstroyer) imperiale invade lo schermo puntando velocissimo sul vascello in fuga.

incrociatore stellare

incrociatore stellare2

anh2

Lo raggiunge rapido. Lo attira all’interno del suo hangar… Lo cattura senza incontrare ulteriori resistenze.

( Sono entrate nella storia del cinema queste inquadrature iniziali, talmente innovative da mandare in visibilio gli spettatori. )

Tra i corridoi del vascello ormai preda dell’Impero un droide protocollare agitato e la sua controparte astromeccanica si muovono tra gli uomini in divisa che già prendono posizione davanti al portello d’ingresso, dove rumori inquietanti indicano che l’Impero si sta aprendo un varco.
L’astromeccanico squittisce le proprie valutazioni, ma il protocollare non è altrettanto ottimista.
“Siamo spacciati. Non c’è scampo questa volta per la Principessa.” balbetta.

Seguono lunghi istanti di spasmodica attesa, le armi vengono spianate e il silenzio carico di tensione satura l’ambiente… Poi il portello esplode e i soldati corazzati delle Truppe d’Assalto Imperiali invadono gli ambienti aprendo il fuoco. La battaglia si scatena. Cadono i primi oppositori.

ribelli in azione

In mezzo alla battaglia il droide dorato attraversa assieme all’astromeccanico i corridoi saturi di combattenti e letali colpi laser.

anh4

Intanto da un’entrata secondaria del trasporto il fumo dello scontro appena concluso si dilata ed un Signore Oscuro entra da conquistatore contemplando indifferente i caduti… Sa che si combatte ancora, e che l’Impero avanza inesorabilmente.

In un’altra area del vascello, appartata e lontana dal terreno di scontro, una giovane donna dalla serena bellezza sta affidando un documento digitale al sistema mnemonico del piccolo droide astromecanico.

anh5

L’arrivo frettoloso ed agitato del droide protocollare in cerca della sua controparte rischia d’interrompere il momento.
“C1P8 ?!…  ( R2D2 che in originale si legge Artù chiaro omaggio al mitico re) Dove sei ?!”
Il pigolio familiare dell’unità C1 cattura la sua attenzione ma non gli permette di identificare la giovane donna mentre    si congeda dall’astromeccanico scomparendo nell’oscurità degli anfratti di servizio.
Fortemente preoccupato per la propria incolumità, il protocollare D3BO (C3PO) rimprovera C1P8 per averlo abbandonato in mezzo alla battaglia.
Ma il piccolo droide tira dritto come se niente fosse, allontanandosi nel corridoio di servizio con alle calcagna la recalcitrante controparte già intenta a inanellare una logorrea di ipotesi sul loro destino:  una peggiore dell’altra.
A loro insaputa, la giovane donna emerge dal suo nascondiglio e li guarda andar via: ora può dileguarsi senza essere vista.

E mentre il Signore Oscuro interroga e spezza il collo del poco collaborativo Comandante in cerca dei Piani trasmessi alla nave Consolare da spie ribelli, C1 s’imbarca a bordo di un guscio di salvataggio il cui utilizzo è vietato ai droidi.
Di fronte alle rimostranze di 3BO, l’astromeccanico sostiene di essere in missione; quindi si lascia seguire controvoglia dal terrorizzato droide protocollare. Pochi istanti e il guscio si sgancia precipitando verso l’arido pianeta sottostante: Tatooine.

Il controllo imperiale lo lascia passare: non ci sono forme di vita a bordo.

anh6

Frattanto la misteriosa giovane donna viene catturata e condotta in arresto davanti al Signore Oscuro. Ma è determinata ad affrontare a testa alta il destino che la attende.
“Darth Fener (Vader, pronunciato Vedaar, che significa Padre Oscuro). Solo tu potevi osare tanto. Non la passerai liscia con il Centro Imperiale. Quando sentiranno che hai attaccato una Missione…”
“Non siate così sorpresa, Altezza. La Vostra non era una Missione di Soccorso. Parecchie trasmissioni sono state dirette a questa nave da spie ribelli. Voglio sapere che fine hanno fatto i Piani che vi hanno trasmesso.”
“Non so neanche di che cosa parli. Sono un membro del Senato Imperiale in Missione Diplomatica ad Alderaan.”
“Voi fate parte dell’Alleanza Ribelle, siete una traditrice. Portatela via.”
La Principessa Leila Organa viene condotta via senza tanti riguardi mentre il Comandante dell’incrociatore imperiale conferma a Fener che i piani rubati non sono a bordo, ma che un guscio di salvataggio senza forme di vita a bordo s’e’ sganciato dalla nave durante i combattimenti ed è precipitato sul pianeta sottostante.
Fener sospetta che la Principessa abbia nascosto i Piani in quel guscio, perciò ordina che sia recuperato immediatamente.
“NIENTE dovrà fermarci, questa volta.”

Ignari di tutto i droidi fuggiaschi, di cui il protocollare fortemente sotto shock, vagano nel deserto arroventato lasciandosi alle spalle il guscio di salvataggio ormai inutilizzabile.
I due non tardano a separarsi per motivazioni e priorità diverse: D3BO intende proseguire attraverso le dune, un terreno molto più facile da affrontare per le sue giunture; C1P8 si dirige invece spedito verso i crinali rocciosi, mosso dall’urgenza di adempiere quanto prima alla missione affidatagli dalla Principessa all’insaputa di tutti.

jawas

Fortuna vuole che entrambi i droidi finiscano preda dei piccoli Jawas, spazzini del deserto con l’abitudine di appropriarsi di qualunque oggetto tecnologico rimanga incustodito.
La notte scende rapidamente sull’eterno deserto arroventato di Tatooine.
Ormai prigionieri nella cassa di stivaggio del trasporto Jawas, D3BO e C1P8 si ritrovano con reciproco sollievo.

storm troppers

All’alba una pattuglia di Truppe d’Assalto Imperiali (Stormtroopers) trova il guscio di salvataggio sfuggito durante l’abbordaggio alla nave ribelle. Poco lontano scorgono i resti dei droidi fuggiti…

In quello stesso istante un gigantesco quanto lento cingolato Jawas si avvicina ad una delle aree abitate del deserto.  C1P8 e D3BO rivedono la luce di lì a poco, quando vengono sbarcati e messi in fila assieme ad altri droidi funzionanti davanti alla fattoria per l’estrazione di umidità di Owen Lars.
Owen è un uomo pratico in cerca di nuovi droidi che lo aiutino a potenziare il raccolto ed offrire una vita più tranquilla alla propria famiglia: la timida moglie Beru e il diciannovenne nipote Luke Skywalker.
Dopo una lunga contrattazione su caratteristiche e prezzo l’uomo acquista D3BO e C1P8, che affida alle cure dello svogliato Luke perché li ripulisca.
Il ragazzo ubbidisce controvoglia. Nell’immota quotidianità assolata di Tatooine le gare di sprinter con gli amici sono un passatempo anti-noia indispensabile per un giovane contadino dal talento innato per la meccanica e la velocità. E Luke vi ha appena rinunciato per dare priorità alle esigenze dello zio.
Ma una volta sceso coi droidi nella rimessa e iniziata la pulizia di porte e ingranaggi, il ragazzo fa una scoperta sconcertante: le due macchine sembrano essere al corrente di fatti sulla ribellione contro l’Impero… E non è tutto ! Mentre sta liberando C1 da forti incrostazioni al carbonio, Luke causa l’involontario avviamento di una registrazione riservata.
Come per magia un piccolo ologramma si materializza davanti ai suoi occhi sul pavimento della rimessa, e la giovane immagine a lui sconosciuta della Principessa Leila parla così…

luke r2

” Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza.”
Luke resta di sasso, affascinato dalla bellezza della ragazza e incuriosito dal nome che lei continua ad invocare nel messaggio che si ripete all’infinito.
“Questo cos’è !?”   Luke mostra tutta l’impazienza dei suoi diciannove anni.
D3BO punta stizzito C1.
“Che cos’è QUELLO ? Ti ha fatto una domanda. Cos’è ?”
L’astromeccanico articola serafico una sequenza di fischi e squittii…
3BO Traduce imbarazzato…
“Oh, dice che non è niente, signore. Un difetto momentaneo. Sono vecchi dati.”
Ma Luke insiste, incantato dalla bellezza della giovane donna.
“C’è altro di questa registrazione ?”
C1 comincia ad agitarsi e 3BO stenta a tenerlo a freno.
“Lui dice di appartenere a Obi-Wan Kenobi, uno che risiede da queste parti. E questo è un messaggio per lui. A dire il vero, Signore, io non so di cosa stia parlando ! Il nostro ultimo padrone era il Comandante Antilles. Ma forse con tutto quello che abbiamo passato, l’unità  C1  è  diventata un po’ eccentrica !”
” Obi-Wan Kenobi Non si riferirà al vecchio Ben Kenobi ?!”
D3BO drizza le antenne.
“Domando scusa, signore:  Lei sa di cosa sta parlando?”
“Beh, non conosco nessuno che si chiami Obi-Wan, ma il vecchio Ben vive laggiù dietro il Mare Delle Dune. È una specie di strano vecchio eremita.”    poi i suoi occhi tornano su Leila “Mi domando chi è… Sembra che sia nei guai. È meglio che rimetta tutto dall’inizio.”  Luke decide nell’istante stesso in cui fa per mettere mano ai comandi di C1, ma il piccolo droide comincia ad agitarsi con tale veemenza da indurre il giovane a desistere.
D3BO traduce: “Dice che il bullone di arresto ha mandato in corto circuito il suo Sistema di Registrazione. Dice che se Lei togliesse il bullone forse potrebbe farci risentire tutto il messaggio.”
Desideroso di saperne di più, Luke esegue. Ma con suo grande disappunto l’ologramma scompare, e a nulla servono le invettive di 3BO contro il recalcitrante C1 che ora si ostina persino a negare l’esistenza del messaggio.
Richiamato in casa dalla zia per la cena, Luke si separa controvoglia dai droidi auspicando che almeno D3BO riesca ad ottenere qualche risultato.
Ma una volta rimasto solo con la sua testarda controparte, il protocollare si mostra insolitamente inviperito e severo specialmente quando C1 chiede lumi sul gradimento di Luke…
“No. Non credo proprio che tu gli piaccia.”
C1 emette un pigolio deluso ed uno speranzoso, ma 3BO è irremovibile:
“No. Non piaci nemmeno a me.”

A cena Luke riferisce allo zio sui nuovi droidi.
“Credo che quell’Unità C1 che hai comprato sia stata rubata.
Ha trasmesso una registrazione proprio mentre la pulivo. Dice di appartenere a un certo Obi-Wan Kenobi. Ho pensato che si trattasse del vecchio Ben. ”
“Quello stregone è solo un vecchio pazzo. Domani porta il droide ad Anchorhead a fargli cancellare la memoria. Così sarà finita. Appartiene a noi adesso.”
Luke è dubbioso. “E se poi quel… Obi-Wan viene a reclamarlo ?.”
“Non verrà.”  assicura Owen  “Non credo che esista più. Dev’essere morto quando è morto tuo padre.”
Luke s’illumina. Sa poco o nulla di suo padre. E il fatto che lo zio ne abbia accennato associandolo a Kenobi lo fa sperare in nuove rivelazioni sin’ora taciute per motivi a lui incomprensibili.
“Conosceva mio padre !?”
“Ti ho detto di lasciar perdere.”
La doccia fredda dello zio arriva pronta a sedare la sua curiosità. Da quando il ragazzo si ricorda, l’uomo non non ha mai nominato Skywalker, o la sua sposa nemmeno per mantenerne vivo il ricordo nel figlio.
Ma il passato taciuto è ancora lì che preme per venire a galla, e Owen non sa come affrontarlo. Molto meglio tenere il ragazzo occupato e lontano dai guai, ad aggiustare e ripulire i droidi della fattoria che è tutto il suo mondo.
“Si, zio.” farfuglia Luke senza osare contraddirlo… In fondo non gli interessa granché di Kenobi. Gli interessa invece moltissimo poter andar via dal deserto; come tutti i suoi amici già partiti; come Biggs. “Credo che quei droidi funzioneranno bene. Infatti, anche per questo, stavo pensando al nostro accordo di dover restare un’altra stagione.”  Il giovane indaga senza successo. Allora decide di essere più diretto. “Se questii droidi funzionano, vorrei trasmettere la mia domanda all’Accademia quest’anno.”
“Cioè il prossimo semestre, prima dei raccolti !!!”   sbotta seccato lo zio.
Luke scalpita. A dispetto delle priorità di Owen Lars non vuole restare al palo su Tatooine per un altro anno.
Tuttavia lo zio è irremovibile.
“Quest’anno guadagneremo abbastanza per poter assumere altri braccianti, e così potrai andare all’Accademia l’altro anno. Devi capire che qui ho bisogno di te, Luke.”   taglia corto Lars.
Deluso e frustrato, il ragazzo lascia la tavola.
La zia Beru sembra la sola in grado di comprendere le aspirazioni del nipote.
“Non può restare qui con noi per sempre. Quasi tutti i suoi amici se ne sono andati.  È così importante per lui.”
“L’anno prossimo lo lascerò andare. Te lo prometto.”
“Luke non è solo un semplice contadino. Assomiglia a suo padre, naturalmente.”
Owen si fa cupo. Il padre di Luke, il cui ricordo aleggia sinistro sulla sua casa.
“È questo che mi preoccupa.”

Fuori, dal crinale roccioso su cui sorge la fattoria, Luke scruta il tramonto dei soli gemelli.

tramonto

Delusione e voglia di fuggire lontano si dipingono sul suo volto, mentre cerca d’immaginare quale futuro la vita abbia in serbo per lui… visto che non riesce ad andarsene da Tatooine…
È notte quando rientra in rimessa, dove trova ad attenderlo una sorpresa tutt’altro che gradita: privato del bullone di bloccaggio il piccolo C1 è fuggito nel deserto in cerca di Kenobi.
Luke è nei guai. Deve ritrovarlo prima che lo zio si accorga della sua scomparsa…

luke 3po

L’indomani mattina mentre Owen Lars cerca di suo nipote in ogni ambiente della fattoria, preoccupato per le unità di condensatori che il nipote deve assolutamente riparare sul crinale sud, Luke è già da ore nel deserto in cerca di C1.

Sfrecciando tra le dune arroventate di Tatooine alla guida dello sprinter del giovane padrone, D3BO ne segue le indicazioni che gli hanno appena permesso di individuare sul radar la presenza di C1 in mezzo ai canyon dello Jundland.

Si stanno avventurando nel territorio ostile dei Sabbipodi (Sandpeople in lingua originale).

sabbibodi luke
Eppure quando riacciuffano l’astromeccanico all’interno di una gola, l’entusiasmo per averlo ritrovato fa commettere a Luke un”imprudenza che lo induce a spingersi sulla cima del crinale per spiare le selvagge creature del deserto in avvicinamento coi loro Bantha…
Ne ha appena individuati due sostare sul fondo del canyon quando, improvviso, l’attacco di un Sabbipode gigantesco lo sorprende disarmato e vulnerabile…

Aggredito violentemente, Luke prova a difendersi con tutte le sue forze… ma la furia della creatura è tale da sovrastare il ragazzo;… mentre 3BO si ribalta rovinosamente e C1 indietreggia cercando riparo…

Pochi istanti e Luke viene abbandonato dai Sabbipodi privo di sensi nella sabbia accanto allo sprinter.
Ma le creature non fanno in tempo a mettersi a frugare nel trasporto del giovane che un ululato minaccioso si leva nel canyon…
I Sabbipodi fuggono terrorizzati.

ben kenobi
C1 si

sporge per individuare la fonte di tanto terrore… ma tutto ciò che vede arrivare è la sagoma poco agile di un umano avvolto dalla testa ai piedi in un pesante mantello scuro…
Il droide lo spia mentre si avvicina a Luke… Lo guarda controllare i segni vitali del suo giovane padrone… La sorpresa è tale da fargli emettere un pigolio…

Allora l’individuo si volta in direzione del suono rivelando il volto sereno e rassicurante di un vecchio uomo…

“Salve, tu ! Vieni qui, mio piccolo amico, non aver paura…”
La voce dolce e pacata dell’uomo incoraggia C1 a riemergere timidamente dalla grotta in cui ha trovato rifugio, mentre il vecchio torna ad occuparsi di Luke.
Pochi istanti dopo il ragazzo riprende conoscenza sgranando gli occhi increduli sull’ultima persona che si sarebbe aspettato di trovare accanto a se’…ben luke
“Ben ?! Ben Kenobi !!! Accidenti come sono contento di vederti !!!”

“La desolazione dello Jundland non va attraversata tanto alla leggera.” Lo rimprovera pacato il vecchio, aiutandolo a rialzarsi.  ” Dimmi, giovane Luke: cosa ti porta così fuori strada ?!”
Il ragazzo racconta di C1 e della sorprendente devozione con cui il piccolo droide sta tentando di tornare al suo ex padrone,… un certo Obi-Wan Kenobi    “È per caso un tuo parente ? Sai di chi parla?”
Kenobi sembra improvvisamente destarsi da un lungo sonno, come se un segnale remoto gli fosse appena giunto dal passato…
“Obi-Wan… Kenobi ?!” ripete quasi incredulo.  “Obi-Wan… Sai, questo è un nome che non sentivo da tanto tempo… Tanto tempo…”
“Credo che mio zio lo conosca. Ha detto che è morto.”
“Oh no, non lo è !… No, non ancora.” sorride Ben.
“Tu lo conosci ?”
“Ma certo che lo conosco ! Sono io ! Io non ho più usato il nome di Obi-Wan da… oh, da prima che tu nascessi !”
“Allora il droide appartiene proprio  a  te !”
“Veramente non mi ricordo di aver mai avuto un droide… Molto interessante!”
Latrati lontani indicano al vecchio un pericolo imminente. “Credo sia meglio andare al riparo… I Sabbipodi si spaventano facilmente. Ma torneranno presto. E molto più numerosi.”  spiega calmo a Luke, aiutandolo a recuperare il malconcio 3PO così da allontanarsi alla svelta da quel luogo.

Poco dopo, parcheggiato lo sprinter sull’altura che ospita il rifugio di Ben, Luke si sta dedicando alle riparazioni sull’arto troncato di 3BO.
“No, mio padre non ha fatto la guerra: era Ufficiale di Rotta su un’astronave da carico.”    spiega distratto.
Kenobi annuisce imperscrutabile.
“Questo è quello che ti ha detto tuo zio… Non condivideva gli ideali di tuo padre. Pensava che dovesse restare qui e non farsi coinvolgere.”
Luke ascolta stupito, mentre continua a lavorare su 3BO.
“Tu hai fatto la Guerra dei Quoti (…Cloni…)?!”

I Quoti! Anzi no, i Cloni. Ma come adattare al doppiaggio italiano una parola allora ancora abbastanza sconosciuta al pubblico nostrano? Tra tutti i termini si scelse il più infelice, nonché senza alcun senso. Oggi nel riascoltare questa battuta è difficile trattenere un sorriso, chiudendo un occhio per l’imprecisione.

“Si,”  conferma Ben.  “Una volta ero un Cavaliere Jedi, come tuo padre.”  Sorride malinconico… I ricordi di un passato luminoso lo raggiungono improvvisi.

“Era il migliore stella-pilota della galassia… ”  mormora tristemente… Poi si scioglie in un sorriso.   “Ho sentito che sei diventato un ottimo pilota anche tu.” scherza catturando l’attenzione di Luke… Poi l’ombra di un rimpianto gli vela lo sguardo acuto, benché stanco. “Ed era un caro amico…”   sussurra con rimpianto… Ma subito si scuote da quella malinconia.    “Oh, a proposito:  ho qui qualcosa per te…” Afferma mettendosi a rovistare alla rinfusa in un vecchio baule.

“Tuo padre voleva che tu l’avessi quando raggiungevi l’età adatta , ma tuo zio non ne volle sapere. Temeva che potessi seguire il vecchio Obi-Wan in qualche pazza crociata idealistica come fece tuo padre.”   sorride, emergendo dal baule con un oggetto metallico davvero singolare.luke ben
D3BO sceglie proprio quel momento per annunciare che si spegnerà per un po’.
Ben si avvicina a Luke, e con solennità gli porge il misterioso oggetto. “È la spada laser (lightsaber) di tuo padre.” rivela, proprio quando Luke la accende ammirandone la lama azzurra e scintillante.

“Questa è l’arma dei Cavalieri Jedi.  Non è goffa o erratica come un fulminatore. È elegante, invece… Per tempi più civilizzati.” spiega lasciando che il giovane familiarizzi con l’arma.

“Per oltre mille generazioni i Cavalieri Jedi sono stati i guardiani di pace e giustizia, nella Vecchia Repubblica. Prima dell’Oscurantismo. Prima dell’Impero.”     soggiunge amaramente.
Confuso, Luke intuisce che il vecchio eremita sa cose a lui sconosciute.  Ma un pensiero ritorna sopra ogni cosa:  suo padre.  Spegne la spada.
“Com’è morto mio padre ?”
Kenobi esita per un breve istante.
“Un giovane Jedi di nome Darth Fener, che era stato mio allievo finché non si volse al male, aiutò l’Impero a dare la caccia ai Cavalieri Jedi, e a distruggerli. Egli tradì e assassinò tuo padre. Ora i Jedi sono praticamente estinti… Fener fu sedotto dal Lato Tetro e Oscuro della Forza.”
“La Forza !?!”
“Beh, la Forza è quella che dà al Jedi la possanza. È un campo energetico creato da tutte le cose viventi. Ci circonda, ci penetra, mantiene unita tutta la galassia.”
Luke annuisce senza capire…
C1 nel frattempo emette un pigolio stranito attirando l’attenzione.
Col protocollare in stand-by, Ben può avvicinarsi in totale riservatezza a C1, trovando con sorprendente facilità il messaggio custodito nella sua memoria.
La luce azzurra del piccolo ologramma riappare sotto gli occhi sempre più sorpresi di Luke e come già avvenuto nella polverosa rimessa dello zio solo poche ore prima, l’esile figura della principessa Leila viene proiettata su un vecchio ripiano nel povero rifugio di Ben…

leia“Generale Kenobi, anni fa tu hai servito sotto mio padre nella guerra dei Quoti. Ora egli ti prega di aiutarlo nel conflitto contro l’Impero. Sono spiacente di non poter presentare di persona la richiesta di mio padre, ma la mia astronave è stata catturata, e il mio tentativo di portarti ad Alderaan è fallito… Ho affidato delle informazioni vitali per la sopravvivenza della ribellione al sistema mnemonico di questa unità C1. Mio padre saprà come recuperarle. Devi far si che questo droide arrivi da lui sano e salvo ad Alderaan. È la nostra ora più disperata… Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza…”
L’ologramma si spegne, ed un silenzio irreale cala nella piccola stanza.
Ben osserva il giovane uomo accanto a se’. Luke non è pronto, ma il tempo è giunto.
“Dovrai imparare le Vie della Forza, se devi venire con me ad Alderaan.”
“Alderaan !!!”  sbotta subito il ragazzo “Ma io non ci vengo ad Alderaan !!! Devo tornare a casa, è tardi !!!   Sono già nei guai così !”
“Ho bisogno del tuo aiuto, Luke… Anche lei ne ha bisogno.”  spiega calmo Ben, indicando idealmente C1. “Sto diventando troppo vecchio per questo genere di cose.”
Il giovane non riesce a crederci: sembra che all’improvviso tutti nell’universo abbiano bisogno di lui.
“Non poso essere coinvolto ! Ho del lavoro da fare. Non pensare che mi piaccia l’Impero; anzi, lo detesto. Ma non ci posso fare niente, in questo momento !    Ed è lontanissimo da qui.”
“Sembra di sentire tuo zio.”
“Lo zio… Come potrò spiegargli tutto questo !?!”
“Impara a capire la Forza, Luke. ”
Il ragazzo esita, combattuto tra la voglia di partire, i progetti per l’Accademia e i suoi impegni quotidiani nella calma immobile della fattoria dei Lars.
“Senti, posso portarti fino ad Anchorhead.  Là troverai un mezzo per Mos Eisley,  o dovunque vuoi andare.”
Ben non insiste oltre, non serve, ormai.
“Devi fare quello che tu pensi sia giusto, naturalmente.”

In un luogo sconosciuto della galassia, L’Incrociatore Stellare con a bordo Fener e la principessa prigioniera raggiunge la sua meta: un gigantesco globo artificiale dall’aspetto sinistro denominato Morte Nera : la più terrificante stazione spaziale dell’Impero, nonché l’arma che si rivelerà essere risolutiva…
A bordo, in un vertice tra alti graduati della Flotta Imperiale, c’è preoccupazione.
“Finché questa stazione da battaglia non sarà operativa, siamo vulnerabili.”  sta spiegando il Generale Tagge. “L’Alleanza Ribelle è ben equipaggiata. È più pericolosa di quanto crediate.”
“Lo sarà per la tua flotta stellare, Comandante.”  lo irride l’Ammiraglio Motti.  “Non certo per quest’arma di distruzione !”
“La ribellione continuerà ad avere tutto l’appoggio del Senato Imperiale. Fintanto…”
“Il Senato Imperiale non ci creerà più nessuna preoccupazione.” esordisce sprezzante il Governatore Tarkin prendendo il suo posto alla testa del tavolo, con Fener sinistramente in piedi al suo fianco.  “Ho appena ricevuto notizia che l’Imperatore ha sciolto il Consiglio definitivamente.”   comunica con piglio trionfale nell’incredulita’ generale. “Gli ultimi avanzi della Vecchia Repubblica sono stati spazzati via.”
Tagge non condivide lo stesso ottimismo.  “Come fa l’Imperatore a mantenere il controllo senza la burocrazia ?!”
Ma la soluzione di Tarkin arriva lapidaria.
“I governatori regionali ora hanno il controllo diretto dei loro territori. La PAURA terrà in buon ordine i Sistemi Locali. La paura di questa superarma offensiva.”
Tagge è scettico.
“E la ribellione ? Se i ribelli hanno con loro uno schema tecnico completo di questa stazione, è POSSIBILE anche se improbabile che trovino una falla, e che la sfruttino.”
“Quei Piani a cui ti riferisci, presto saranno di nuovo nelle nostre mani.” tuona Fener.
“Qualsiasi attacco portato dai ribelli a questa stazione sarebbe una prodezza inutile.” dichiara con sfacciata arroganza l’Ammiraglio Motti. “Questa stazione adesso è l’estrema potenza dell’universo.  Io propongo di usarla.”
“Non essere troppo fiero di questo terrore tecnologico che hai costruito.” lo ammonisce Fener. “L’abilità di distruggere un pianeta è INSIGNIFICANTE in confronto alla potenza della Forza.”vader force choken
“Non cercare di terrorizzarci con le tue teorie da stregone, Lord Fener.”   Motti è palesemente scettico. “Il tuo deprecabile attaccamento a quell’antica religione non ti ha certo aiutato a far saltar fuori i piani rubati, ne’ ti ha dato la chiaroveggenza necessaria per scoprire la fortezza segreta dei ribelli.”
Infastidito, Fener si sporge calmo verso l’imperiale sollevando la mano che già si sta chiudendo in un pugno, e Motti comincia inesorabilmente a soffocare.

“Trovo insopportabile la tua mancanza di fede.”
Tarkin lo lascia fare finché Motti non comincia a diventare cianotico… Antica religione, eh?
“Fener, basta così. Fener, lascialo subito.”
Il Signore Oscuro molla la presa della Forza intorno al collo dell’imperiale, quindi si ritira.
Motti crolla sul tavolo esanime, ma felice di essere ancora vivo.
Tarkin è seccato.
“Questi bisticci sono fuori luogo. Lord Fener ci avrà già fornito l’ubicazione della fortezza ribelle al momento che la stazione diverrà operativa. E così STRITOLEREMO la ribellione in un solo rapido colpo.”

Tatooine.
Sulla via per Anchorhead, Luke e Ben si sono imbattuti in un cingolato Jawas annientato dalla furia cieca di un aggressore.
Con un atto di pietà si sono fermati per raccogliere su una pira i corpi delle piccole creature e celebrare per loro un mesto rito funebre.
Alte colonne di fumo nero si levano dalle lamiere ancora ardenti del trasporto.
Anche 3PO aiuta a sistemare i corpicini sulla pira.
Luke è perplesso.
“Sembra proprio che siano stati i Sabbipodi. Bastoni Gaffi, impronte di Bantha… Non avevano mai attaccato niente di così grosso, prima d’ora.”
“Non sono stati loro.”   spiega Ben   “Ma qualcuno vuole che noi lo crediamo. Queste impronte nella sabbia sono una accanto all’altra e i Sabbipodi vanno sempre in fila per uno,  per nascondere il loro numero.”
“Questi sono i Jawas che ci hanno venduto C1 e 3PO.”
“E questi colpi di folgoratore denotano una precisione che i Sabbipodi non hanno.”  indica Ben   “Soltanto le Truppe d’Assalto Imperiali sono così precise.”
“Ma perché le truppe imperiali massacrerebbero i Jawas ?”
Luke non sa cosa pensare, poi lo sguardo si sofferma vicino alla pira: davanti a lui i droidi acquistati il giorno prima continuano ad ammassare corpi. “Ma se hanno seguito qui i robot, avranno capito a chi li hanno venduti, e questo li porterebbe… A CASA  !!!”uccisione zii luke
In preda alla preoccupazione per la sorte degli zii, Il giovane corre verso lo sprinter.
Ben prova a fermarlo.
“Aspetta, Luke !!!…  È troppo pericoloso !!!”   Ma le sue parole si perdono nel vento.
Lo sprinter schizza verso casa a folle velocità…

Quando Luke arriva alla fattoria, le colonne di fumo nero che si sprigionano da tutti gli ambienti non lasciano speranze al ragazzo.  Lui balza giù dallo sprinter provando ad avvicinarsi, in cerca di segni di vita, ma il fumo arroventato e acre lo respinge.
“Zio Owen !!! Zia Beru !!!” Chiama a gran voce, nella speranza di essere sentito, ma non riceve risposta.

Poi li vede… I resti carbonizzati dei due corpi riversi nella sabbia, l’uno accanto all’altra, arsi e consumati dal fuoco che non ha lasciato altro che povere ossa.

Luke resta impietrito dal dolore. Davanti ai suoi giovani occhi tutto ciò che fino a poche ore prima era stato la sua casa ed il suo mondo è finito per sempre.

Spazio profondo.
Due caccia di pattuglia si avvicinano a un mondo artificiale: la stazione da battaglia Morte Nera.
Nell’area delle prigioni Lord Fener si reca a interrogare la sua prigioniera.anh8
La porta della cella viene aperta rivelando all’interno, sola e spaventata, la Principessa Leila.
Fener entra seguito da una sonda per la tortura mentale…

“E ora, Altezza, discuteremo l’ubicazione della Vostra base ribelle segreta.”

Tatooine.
Luke fa mestamente ritorno al cingolato Jawas, dove Ben e i droidi lo attendono.
Il giovane si presentben luke2a al vecchio Jedi con una luce nuova e determinata negli occhi.

“Voglio venire con te ad Alderaan. Qui non c’è niente per me, ora. Voglio conoscere le Vie della Forza e diventare un Jedi, come mio padre.”

Più tardi, dalla vetta del canyon che si apre sulla vallata sottostante, i fuggiaschi contemplano il grande centro commerciale adagiato proprio nel mezzo della spianata: è il porto spaziale di Mos Eisley, un autentico covo di feccia e di malvagità.  Li, secondo Ben, troveranno una nave per Alderaan.r2 3po ben luke

**La città pullula di vita sin dalla sua periferia.
Mentre lo sprinter s’immette sui viali sabbiosi che conducono verso il centro, droidi di ogni genere e foggia sono al lavoro talvolta intralciandosi a vicenda.
Nelle aride piazze assolate nomadi del deserto vagano tenendo le briglie di gigantesche cavalcature, sfilando davanti alle bettole dei rigattieri in cerca di affari da concludere.**
Lo sprinter di Luke attraversa il centro caotico per dirigersi verso un’area più tranquilla, ma un posto di blocco imperiale intima loro l’ALT.non sono i droidi Ci vuole tutta la strategia Jedi di Kenobi per agire sulla mente debole del Capo Pattuglia e indurlo a lasciarli proseguire.

“Questi non sono i droidi che state cercando.” Una battuta che ha fatto storia e che ci rivela l’incredibile potere di chi dispone della Forza.

La meta di Kenobi è una vecchia taverna frequentata da mercenari e individui poco raccomandabili.
“I migliori piloti di astronavi mercantili si trovano qui.”   dice a Luke indicando l’entrata.  “Soltanto sta bene attento: qua spesso scoppiano delle risse.”
“Sono pronto a tutto.”  assicura il giovane, salvo arrestarsi nel bel mezzo dell’atrio a contemplare la scena surreale che gli si para davanti.taverna mos espa
Dietro di lui D3BO e C1P8 non osano avanzare.

L’ambiente è tenuto volutamente in penombra e non si riesce a distinguere granché arrivando dall’esterno…
La musica di una band arriva nitidamente a Luke, mentre i suoi occhi cominciano ad abituarsi alla poca luce, ora il giovane riesce a scorgere avventori di ogni specie intrattenersi in incontri di dubbia legalità ai tavoli protetti dalla penombra.
Come un pesce fuor d’acqua Luke viene immediatamente notato e apostrofato dal barista.
“Ehi! Qui non serviamo quei tipi lì… Quei droidi: dovranno aspettare fuori. Non li vogliamo, qui.”     L’uomo sta chiaramente tutelando la segretezza  di accordi che li vengono siglati e di cui non devono restare tracce indesiderate…
Luke non vuole problemi, quindi spedisce C1 e 3PO vicino allo sprinter, poi si accomoda al bancone, accanto a Ben che sta già trattando con un pilota.
Non è a suo agio, Luke. Chiede da bere, ma viene preso di mira da due avventori ubriachi che intendono azzuffarsi con lui.
Ben interviene a sedare gli animi, ma quelli agguantano le pistole e scaraventano Luke a terra tra i tavoli. Fulmineo Kenobi attiva la spadalaser e in due fendenti rende gli aggressori inoffensivi.
Quando l’arma del Jedi viene spenta restano atterra due pistole e il braccio dell’avventore che ha osato tentare di aggredirlo.
Poi Ben recupera Luke.
Un grosso Wookie ora lo accompagna…
“Chewbacca, qui, è il secondo pilota di una nave che fa al caso nostro.”   spiega pacato al ragazzo ancora frastornato.

Fuori, in mezzo al piazzale assolato, qualcuno cgreedo hanontatta una pattuglia imperiale sotto lo sguardo di C1 e 3PO.

Nella vecchia taverna la band cambia musica, e ad un tavolo defilato un giovane uomo alto dall’aria sveglia e la camminata agile e sicura di chi sa il fatto suo si accomoda davanti a Ben e Luke.

han solo

“Jan (in originale Han) Solo. Sono il Comandante del Millennium Falcon. Chewbe (…Chewie…) dice che state cercando un passaggio per il Sistema di Alderaan.”
Kenobi annuisce…   “Sì, esatto. Se la tua nave è veloce.”
“Cosa ? Come ?!”   Solo assume un piglio teatralmente infastidito sotto gli occhi diffidenti di Luke.   “Non hai mai sentito nominare il Millennium Falcon ?!”
“Veramente, no.”   dichiara Ben.
“È la nave che ha fatto la rotta di Kessel in meno di dodici parsec !!!” sbruffoneggia Solo. È uno dalla parlantina sciolta che sa di piacere. Ha fascino e sa come usarlo.   “Ho lasciato indietro le navi stellari dell’Impero ! Non le navi mercantili, quelle è uno scherzo. Parlo delle più veloci navi da guerra imperiali ! È abbastanza veloce per te, vecchio ?  La merce cos’è ?”
L’arroganza del mercenario infastidisce non poco Luke, ma Ben sembra osservarlo con curioso interesse.
“Solo passeggeri. Vengo io, il ragazzo, e un paio di droidi. E NON CI CHIEDERE ALTRO.”
Il ghigno beffardo di Solo si allarga in un sorriso sprezzante.
“Ma cos’è,  avete  qualche  problema  qui ?”
“Vorremmo evitare qualsiasi complicazione di carattere IMPERIALE. Questo ti deve bastare.”
“Ah, ho capito… Allora non siete tanto in regola, eh?   Questo vi costerà un po’ di più.” getta lì con fare affabile. “Trentacinquemila, tutti anticipati.”
Luke lo guarda come se vedesse un predatore in caccia.
“Trentacinque… Potremmo quasi comprarci un mezzo nostro !”
“Ma chi lo guida, figliolo?  TU ?”   Solo sa di essere un professionista, e lo fa pesare, ma Luke la pensa diversamente.
“Certo che lo guido io !   Non sono mica male come pilota !   Ma dobbiamo stare qui a sentire…”
Kenobi calma Luke con un semplice gesto prima che la sua impulsività comprometta la trattativa.
“Possiamo pagarti diecimila, adesso; più… QUARANTAMILA quando saremo ad Alderaan.”
Solo non è uno sprovveduto, ma la cifra offerta riesce a sorprenderlo…
“Cinquantamila !?!”   Valuta l’offerta in una frazione di secondo, e decide che quelle persone manterranno la parola. O lui si prenderà ben più del denaro pattuito.
“OK, avete trovato la vostra nave. Partiamo appena siete pronti. Aggancio 94.”
“94.”   ripete Ben.
Poi lo sguardo sveglio di Solo nota un certo movimento in fondo al locale.  Due agenti delle Truppe d’Assalto Imperiali stanno passando in rassegna i tavoli.
“Sembra che qualcuno ha notato il lavoretto che hai fatto poco fa.”

Fuori, vicino allo sprinter i due droidi cominciano ad essere nervosi.

Nella taverna il controllo della pattuglia imperiale non ha trovato traccia di sospetti al tavolo di Solo, e procede oltre.

Nell’accecante luce dei soli gemelli,  Ben deve trovare i soldi per Solo.
“Dovrai vendere lo sprinter.”
Luke non sembra dispiaciuto.
“Non fa niente. Non tornerò mai più su questo pianeta.”

Intanto il mercenario sfoga la propria euforia su Chewbacca.
“CINQUANTAMILA… Quelli devono essere con l’acqua alla gola, e io mi ci posso davvero salvare la pelle. Vai subito alla nave e preparala.”
Chewbe si allontana alla svelta.
Solo si attarda qualche momento assaporando il gusto del colpo di fortuna che ha appena avuto. Ma appena fa per allontanarsi dal tavolo un cacciatore di taglie di razza Rodiana gli si para davanti puntandogli l’arma al petto.

han uccide greedo“Vai da qualche parte, Solo ?”
È Greedo: un idiota col grilletto facile e il cervello bacato che fa da tirapiedi al gangster e boss locale Jabba The Hutt. Il rodiano parla nella propria lingua, ma capisce bene la lingua di Jan.
Colto di sorpresa, Solo deve improvvisare, se vuole salvare la pelle. E allora sfodera tutto il suo fascino e il sorriso più affabile.
“Si, infatti. Per essere esatti, stavo andando a trovare il tuo capo. Dí a Jabba che ho i soldi per lui.”
Greedo tiene Solo sotto tiro e lo costringe a tornare al tavolo dal quale si è appena alzato.
“È troppo tardi. Jabba ha messo sulla tua testa una taglia così grossa che ogni cacciatore della galassia ti starà cercando. Sono stato fortunato a trovarti per primo.”
Solo si mette comodo, ma è irritato. Quell’idiota gli sta facendo perdere tempo prezioso.
“Si, ma questa volta ho i soldi. Capisci ?”
“Se li dai a me potrei dimenticare di averti trovato.”    insiste Greedo.
Solo giggioneggia stendendosi sul divanetto. Solleva i piedi sul tavolo e giocherella con la parete alle sue spalle. E intanto sfila la pistola dalla fondina. “Ma i soldi non li ho mica qui con me.  Di’ a Jabba….”
“Jabba ha chiuso con te. Non ha tempo per i contrabbandieri che scaricano la merce al primo segno di un incrociatore imperiale.”
“Beh, a volte vengo abbordato anch’io… Credi che avessi un’alternativa ?”
“Puoi raccontarlo a Jabba. Forse prenderà soltanto la tua nave.”

Versione del 1977:
Solo:   “Mi dovrà prima accoppare.”
Greedo: “L’idea è questa. Da tempo aspettavo questo momento.”
Solo: “Si, scommetto che è vero !” e spara a tradimento da sotto il tavolo, uccidendo lo sprovveduto cacciatore.

Versione restaurata del 1997:
Solo: «Mi dovrà prima accoppare.»
Greedo: « L’idea è questa. Da tempo aspettavo questo momento.»
Solo: «Ci credo proprio.»

Greedo spara fulmineo mancandolo e Solo risponde al fuoco, uccidendolo.

han jabba2

Poi il mercenario si allontana lanciando una mancia sostanziosa al barman.
“Scusa se ho sporcato un po’.”  Sibila seccato, prima di andarsene sotto gli sguardi intimiditi dei presenti.

Morte Nera.
Darth Fener fa rapporto a Tarkin circa l’interrogatorio della Principessa Leila.
“La sua resistenza alla sonda mentale è notevole. Ci vorrà tempo per poterle strappare qualche informazione.”
Tarkin è infastidito da questo imprevisto.
“Potrebbe forse rispondere ad una diversa forma di persuasione. Credo sia ora di dimostrare tutta la potenza di questa stazione. Facciamo rotta per Alderaan.”  ordina infine al Comandante della base.

Tra i vicoli affollati di Mos Eisley, Luke ha appena venduto il suo sprinter ed ora si dirige con Ben all’aggancio 94.
Hanno talmente fretta di andarsene da Tatooine che non si accorgono di essere pedinati.han jabba

**Aggancio 94.
Un grosso Hutt circondato dai suoi sgherri sta urlando nella propria  lingua in direzione della nave ancorata.
“Solo !   Vieni fuori, Solo !   Solo!”
Dall’ingresso del l’hangar un pistolero osserva la scena tenendo la mano ferma e pronta accanto alla fondina.
“Sono qui, Jabba.” Jan vede L’Hutt voltarsi letteralmente sorpreso. “Ti stavo aspettando.”  dice col piglio fermo e il ghigno irriverente di chi ha tutto sotto controllo… anche se non è proprio così.
Alle sue spalle Chewbe tiene tutti sotto tiro mentre la gang dell’Hutt già punta le armi in difesa del grande capo, quando Il mercenario gli si avvicina spavaldo.

storm troppers2

Jabba è in superiorità numerica, ma sa che da uno scontro aperto con Solo pronto al fuoco potrebbe non uscire vivo. Sceglie quindi la via del dialogo: “Jan, ragazzo mio…”   esordisce affabile, poi passa a lodarlo perché è il miglior contrabbandiere sulla piazza, si lamenta del danno procurato da Solo con quella partita di merce scaricata nello spazio per non farsi beccare dall’Impero, e infine lo rimprovera per quello che ha fatto al povero Greedo.
Solo ostenta sicurezza da tutti i pori, ma l’Hutt non si fa incantare.

storm troppers4

“Jan, Jan,… non posso fare eccezioni. Tu sei il migliore, ma se perdi la mia merce devi ripagarmi !…”
“Senti, Jabba, anch’io ricevo visite inaspettate ogni tanto… Credi che abbia avuto scelta ?… Ma adesso ho un carico facile facile. Ti ricompenserò. Ti darò anche un piccolo extra. Ma ho bisogno di più tempo.”
L’Hutt acconsente sornione in cambio di un interesse del 20%, che Jan riesce a far abbassare al 15%… con la promessa di Jabba che se non onorasse il suo debito in tempi accettabili, L’Hutt provvederà a mettere una taglia talmente alta sulla sua testa … che non potrà più avvicinarsi ad alcun porto civilizzato…
Solo si avvia soddisfatto alla rampa della sua nave… Ha guadagnato altro tempo… “Jabba, sei un meraviglioso essere umano,”
L’Hutt non coglie l’ironia di Solo, però ordina ai suoi di ritirarsi e quindi si allontana dall’hangar.**

Fuori tra i vicoli Ben, Luke e i droidi avvistano l’Aggancio 94.
Kenobi è ottimista.
“Se la nave è veloce come afferma lui, dovrebbe andarci bene.”
Poi i quattro entrano nell’hangar, ignari del fatto che la spia alle loro calcagna sta comunicando la loro posizione…
La vista della nave dall’aspetto trasandato causa in Luke un moto di sconforto… Il vascello sembra proprio messo male…
“… Ma è un pezzo di ferraglia !!!…”
“Oltrepassa di 05 la velocità della luce.” interviene cordiale Solo andando loro incontro  “Non avrà un grande aspetto, ma non le manca niente, ragazzo. Ci ho fatto un sacco di modifiche personalmente… Ma voi avete fretta. Quindi adesso salite a bordo e partiamo, prego.”
Kenobi si sta già affrettando sulla rampa d’accesso seguito dai droidi e da Luke a testa bassa.

millenium falcon

Ma tra i vicoli un plotone di Truppe d’Assalto marcia verso l’hangar facendosi strada tra i civili spaventati dal loro passaggio…

Con i clienti al sicuro sul Falcon, Solo si sta dedicando agli ultimi controlli sottobordo prima di decollare,… quando il plotone di truppe imperiali irrompe nell’hangar…
“Fermate quella nave !!! FOLGORATELO !!!”
Sotto la pioggia improvvisa di colpi laser Solo reagisce all’istante, e anche i cannoni di copertura del Falcon iniziano a sparare azionati da Chewbe …

Almeno due imperiali vengono abbattuti , mentre Solo si fionda a bordo…
“Chewbe, andiamocene via !!!…”

**A dispetto delle osservazioni di Luke, il Falcon si solleva dal suo hangar decollando con un’agilità impressionante…**

Pochi istanti e il vascello malandato sfreccia sui cieli di Mos Eisley facendosi beffa del maldestro tentativo imperiale di acciuffarlo…
Ancora una manciata di secondi e il Falcon è nello spazio aperto, prendendo velocità per lasciarsi alle spalle l’arido globo di Tatooine…
Ma due incrociatori imperiali già si lanciano al suo inseguimento…
A bordo del Falcon, Chewbe ragguaglia il suo socio ai comandi.
Solo non sembra sorpreso…
iper spazio“Sembra un incrociatore imperiale… I nostri passeggeri devono essere gente che scotta… Cerca di tenerlo a distanza. Angola i deflettori, io faccio i calcoli per il salto a velocità luce… Sta in campana, ne stanno arrivando altri due. Cercheranno d’intercettarci.”
Allertati dal trambusto, Luke e Ben si affrettano in plancia.
Luke è preoccupato, ma non intende fare sconti al mercenario.
“Perché non te li lasci di coda, avevi detto che quest’affare è veloce !!!”
Solo comincia ad averne abbastanza…
“Se non ti va bene, ragazzino, puoi anche scendere. Saremo al sicuro appena fatto il salto nell’iperspazio. E poi conosco qualche manovra… Li semineremo.”
Il Falcon schizza nello spazio lasciando indietro gli incrociatori…
Kenobi tradisce una certa preoccupazione…   “Quanto ci vuole per fare il salto nell’iperspazio ?”
“Ancora qualche momento per avere le coordinate dal navi-computer.”

“QUALCHE MOMENTO ?!?… Alla velocità con cui si avvicinano ?!?…” sbotta Luke.
“Senza i dati esatti potremmo volare attraverso una stella o avvicinarvi troppo a una supernova,… e il vostro viaggio finirebbe prima di cominciare.”
Gli occhi di Luke individuano un problema sul quadro comandi…
“Cos’è quella spia ?!…”
“Stiamo perdendo il deflettore. Andate dentro e legatevi. Io faccio il salto a velocità luce”
Ben e Luke spariscono in sala stivaggio…

Pochi istanti dopo il Falcon balza nell’iperspazio vanificando l’inseguimento imperiale.

Morte Nera.
Da una grande sala-controllo Tarkin sta seguendo le fasi di avvicinamento della base ad un pianeta.
“Siamo appena entrati nell Sistema di Alderaan.” comunica compiaciuto l’Ammiraglio Motti.
Tarkin sorride soddisfatto.

leia prigioniera di vader

Proprio in quel momento la Principessa Leila viene scortata da Fener tra due guardie armate al suo cospetto.
Malgrado le torture fisiche e mentali subite, la ragazza non ha perso il suo carattere indomito…
“Governatore Tarkin !… Dovevo aspettarmi di trovarvi con in mano il guinzaglio di Fener !   Ho riconosciuto il vostro fetore quando sono stata portata a bordo.”
“Gentilissima… Fino all’ultimo !…”   sibila irritato Tarkin   “Non avete idea di come trovi difficile firmare la Vostra CONDANNA A MORTE.”
“Sono SORPRESA che abbiate il coraggio di assumervi questa responsabilità !…”
leiascared_n“Principessa Leila, prima della Vostra esecuzione vorrei foste mia ospite ad una cerimonia che renderà operativa questa Stazione da Battaglia. Nessun sistema stellare oserà più opporsi all’Imperatore.”
“Quanto più stringete la presa, Tarkin, tanti più sistemi vi sgusceranno via tra le dita…”
“Non quando avremo dimostrato la potenza  di  questa  stazione.   Lo  sapete ?… Voi avete determinato la scelta del pianeta che verrà distrutto per primo.  Data la Vostra RILUTTANZA a rivelarci l’ubicazione della base ribelle, dimostreremo la micidialita’ di questa stazione da battaglia contro il Vostro patrio pianeta Alderaan.”
Leila inorridisce…

“… NO… Voi non potete farlo !!!… Alderaan è un pianeta pacifico, NON ABBIAMO ARMI !!!…”

tarkin leia“Preferite un altro bersaglio ? Un bersaglio militare ?  Dite il nome del sistema. DITELO. Sono stanco di chiedervelo, quindi questa è l’ultima volta:   dov’è situata la base ribelle ?”
La principessa china il capo… Deve salvare Alderaan, o tutto sarà perduto…
“… Dantooine… Sono su Dantooine…” bisbiglia sconfitta. L’alterigia di poco prima è svanita.
Tarkin è euforico. “Ecco. Vedi, Lord Fener ?   Sa anche essere ragionevole.” poi si rivolge Motti al suo fianco “Proseguite con l’operazione. Potete sparare appena pronti.”
“… COSA ?!?…”    Leila è disperata…
“Siete proprio un’ingenua… Dantooine è troppo lontano per una dimostrazione efficace, ma NON TEMETE: mi occuperò dei Vostri amici ribelli quanto prima.”
“…NO !!!…” … Il grido soffocato di Leila non ferma i suoi carcerieri…  Incapace di volgere lo sguardo altrove, la Principessa vive gli ultimi istanti di vita del suo mondo…
Assieme al pianeta, ogni cosa è perduta: i piani rubati, Kenobi e forse anche la ribellione…

A bordo del Falcon tutto è tranquillo mentre Luke sta apprendendo i primi rudimenti del combattimento con la spadalaser e l’uso della Forza… Improvvisamente Ben si piega su se stesso… e come trafitto da un dolore immenso, vacilla…

luke e ben sul millenium falcon

Luke si precipita a soccorrerlo…
“Non ti senti bene ?  Cos’hai ?!…”
Ben è sconvolto.  “… Ho sentito come una perturbazione nella Forza… Come se milioni di voci gridassero terrorizzate e a un tratto… si fossero zittite… Temo sia accaduta una cosa terribile… È meglio che continui i tuoi esercizi…”
Luke obbedisce turbato.
Solo raggiunge i compagni di viaggio proprio in quel momento, vantandosi di aver seminato gli imperiali… Ma Chewbe e i droidi stanno ingaggiando un’intensa partita olografica, mentre Luke e Ben sono talmente impegnati negli esercizi Jedi da non prestargli la minima attenzione…
Punto nell’orgoglio Jan deve ripiegare. “… Non ditemi grazie tutti insieme…” blatera stizzito legandosela al dito. “Comunque dovremmo essere ad Alderaan circa alle ore due del mattino.”  Nessuna reazione.
L’occasione di rivalsa si presenta subito, quando Chewbe reclama contrariato la vittoria su C1.
D3BO non è tipo da compromessi   “Ha fatto una mossa leale. Urlare non ti aiuterà molto.”
“Lascialo perdere…”   ghigna Solo   “Non è prudente innervosire un Wookie.”
“Ma, signore… nessuno si preoccupa di non innervosire un droide !”
“Questo perché i droidi quando perdono non staccano le braccia ai loro avversari !… I Wookie invece sono famosi per questo  !”
3BO sobbalza… “Ho capito la sfumatura, signore. Propongo una nuova tattica, C1:  fai vincere il Wookie.”
Per nulla infastidito dalla confusione, Ben segue con estrema attenzione l’addestramento di Luke.
Il ragazzo s’impegna, ma fatica a concentrarsi… Non è facile per lui abbandonarsi alle sensazioni piuttosto che alle apparenze del visibile;… Ben gli sta insegnando che un Jedi può sentire la Forza SCORRERE dentro di lui… la Forza ne controlla in parte le azioni,… ma al tempo stesso obbedisce ai comandi del Jedi che con essa è in sintonia ed impara ad usarla correttamente…
Luke è perplesso, ma vuole credere con tutte le sue forze in Ben… Per il momento però i risultati non sono esaltanti, e Il giovane viene punito con un colpo basso dal droide remoto da esercitazione con cui si sta confrontando.
La risata sarcastica di Solo arriva puntuale.
“Le strane religioni e le loro antiche armi contano poco contro un folgoratore al fianco !”
Luke se ne risente.
luke prova la spada laserNon hai fede nella Forza,  non è vero ?”
“Ragazzo, io ho girato questa galassia in lungo e in largo… Ho visto un sacco di cose curiose… Però non ho mai visto niente che mi abbia convinto che esiste un’UNICA-ONNIPOSSENTE-FORZA che controlla tutto quanto! Nessun Campo di Energia Mistica controlla il mio destino. Sono soltanto dei semplici trucchi e delle idiozie.”
Ben Kenobi avverte chiaramente l’imbarazzo del giovane Luke di fronte alle argomentazioni di Jan…  Ma con un po’ di pazienza sa di potergli insegnare a distaccarsi dall’ambiente e dalla diffidenza circostante…
“Ti consiglierei di tentare di nuovo, Luke.” lo incoraggia porgendogli un casco con visiera schermata anti-laser. “… Questa volta non seguire il tuo io cosciente,… E agisci solo con l’istinto..”
Luke indossa il casco… È disorientato…
“… Con il paralaser abbassato non ci vedo neanche !… Come faccio a combattere ?!…”
“Gli occhi a volte ingannano, non fidarti di loro… Espandi le tue sensazioni…”     gli suggerisce Ben.
Il ragazzo lo ascolta.

hankenobiFinalmente concentrato, Luke para alla cieca tutti i colpi inferti dal remoto.

Ben è soddisfatto.
“Visto ?… C’è l’hai fatta !…”
Luke è sorpreso.
Solo è perplesso… “Io la chiamo FORTUNA.”

“Nella mia esperienza la parola FORTUNA non esiste.”  afferma Kenobi.
“Senti, un’azione contro un remoto è una cosa… Ma un’azione contro i vivi ?… Eh ?… È una cosa diversa !…”
Solo è abituato ad aver fede soprattutto nella sua vista acuta, nel Falcon e nel folgoratore da cui non si separa mai… Non ha dimestichezza con le antiche discipline o Ordini guerrieri, e guarda con malcelato sospetto agli insegnamenti che il millenium falcon2vecchio Ben sta impartendo a Luke…
Perciò, quando il navigatore di bordo emette il segnale che sta aspettando, informa tutti che stanno per arrivare ad Alderaan e si dilegua in plancia di comando lieto di tornare ad occuparsi della sua nave.
Kenobi non se ne dispiace. Il mercenario è in errore su molti degli assoluti in cui crede. Luke invece ha appena fatto il suo primo passo in un mondo più vasto…

Morte Nera.
Tarkin apprende dal Comando Missione che una ricognizione è appena rientrata dal Sistema di Dantooine.  È stata trovata una base ribelle, ma risulta abbandonata da tempo.
Il Governatore è furibondo.

morte nera

“Ha mentito. La Principessa HA MENTITO !”    sibila.
Dietro l’inviolabilità della sua maschera Fener sembra esultare…
“Ti avevo detto che non avrebbe mai consapevolmente tradito la ribellione.”
“TERMINALA. Immediatamente.”

Il Millennium Falcon sta attraversando la galassia alla massima velocità quando Jan Solo impartisce a Chewbe l’ordine di innestare i motori sub-luce.

luke ben han

Ma nonappena il Falcon esce dall’iperspazio si ritrova nel bel mezzo di una pioggia di meteore… Per fortuna Solo ha l’abitudine di eseguire questa manovra con i deflettori alzati, per evitare sorprese potenzialmente letali per il Falcon,… proprio come quella in cui sono appena incappati…
Ma ciò che più sconvolge i viaggiatori è la scoperta che Jan comunica con un certo imbarazzo…
“La posizione è esatta, solo che… non c’è Alderaan…”
Luke è stravolto…
“Come sarebbe, e dov’è ?!”
“Distrutto dall’Impero.” mormora turbato Ben.
“L’intera flotta spaziale non potrebbe distruggerlo.” dichiara Solo “Ci vorrebbero un migliaio di navi con più potenza di fuoco.”
Il passaggio ravvicinato di un caccia TIE Imperiale a corto raggio induce Solo a dargli la caccia e distruggerlo, per impedire che racconti alla vicina nave d’appoggio di averli visti…
Ma il TIE è già lontano, e si lascia seguire fino a quella che sembra una piccola luna…
Quando Jan e i suoi passeggeri si accorgono con preoccupazione che la luna in questione è in realtà una Stazione Spaziale gigantesca…

contrabbando… ogni tentativo di sfuggirle è reso vano da un potentissimo Radiofaro Traente che li sta risucchiando assieme al TIE all’interno del l’immensa struttura…
Solo vorrebbe tentare l’IMPOSSIBILE per sganciarsi e dileguarsi alla svelta, ma Ben lo dissuade :

han storm“Non puoi vincere. Ma ci sono delle alternative al battersi.”
Per la prima volta Jan Solo non osa contestare il vecchio, ed accetta da lui una lezione di saggezza che potrebbe salvare la vita di tutti.
Pochi momenti, e il Falcon viene guidato a bordo della Base ed ancorato in uno dei suoi hangar, dove un intero plotone di Truppe d’Assalto è già sul posto per prenderlo in consegna…

La notizia del vascello sfuggito alla cattura su Tatooine e finito casualmente preda del radiofaro mentre navigava tra i resti di Alderaan viene comunicata a Tarkin quando è ancora in riunione con Fener.
Il Signore Oscuro intuisce tutto.
“Penso che stiano cercando di riportare alla Principessa i Piani rubati. Forse lei potrà ancora esserci utile.”
… L’esecuzione di Leila Organa sembrerebbe sospesa…

Poco dopo, Fener è davanti al vascello, dove un Ufficiale lo sta ragguagliando sull’ispezione appena conclusa.
“A bordo della nave non c’è nessuno. Dal libro di bordo risulta abbandonata subito dopo il decollo. Dev’essere una trappola, signore. Sono stati lanciati molti gusci di salvataggio.”
“Ha trovato qualche droide ?’
“Nossignore. Se c’è n’erano, sono stati lanciati anche loro,”
Fener è perplesso…
“Mandi a bordo una squadra.  Voglio che venga controllata in ogni sua parte. Sento QUALCOSA… Una presenza che non avevo più sentito…” mormora inquieto tra se’… Poi si allontana dall’hangar.

A bordo del Falcon, quando l’ultimo imperiale è sceso dalla nave, due pannelli del pavimento si sollevano rivelando il nascondiglio introvabile dei fuggiaschi.
“Meno male che avevi questi compartimenti !!!”    farfuglia Luke.

benluke“Li uso per il contrabbando. Non credevo mai che avrei contrabbandato me stesso. Non è ridicolo ?”  ringhia Solo  “Comunque, anche se potesdi decollare, non ce la farei a passare il radiofaro.”
“Lascia fare a me.” si offre Kenobi.
“Vecchio pazzo… Lo sapevo che avresti detto così.”
“Chi è più pazzo: il pazzo o il pazzo che lo segue ?”

Fuori, nell’hangar, due tecnici superano il picchetto di guarda ai piedi della passerella e caricano a bordo del Falcon un baule con l’attrezzatura per i controlli richiesti da Fener. Appena sono dentro si ode un tonfo… e poi una voce…
“Hey,  laggiù…  Potreste  darci  una  mano ?”
I due del picchetto si fanno avanti perplessi… Salgono… Si odono due colpi… Poi uno di loro dall’aria un po’ scomposta scende dalla passerella e si mostra al Controllo Portuale preoccupato per la loro assenza;… fa cenno di avere l’auricolare rotto…
L’Ufficiale si attiva subito per andare a risolvere il problema, ma quando apre la porta blindata dell’ufficio viene aggredito dall’urlo di Chewbe e steso definitivamente…
L’assaltatore alle spalle del Wookie elimina l’altro imperiale, fa entrare il collega, un droide protocollare, un astromeccanico e poi… Kenobi !    Quindi chiude e blocca la porta blindata togliendosi il casco:… è Jan Solo.
L’altro assaltatore è Luke… Il ragazzo è furibondo con Jan.   “Con tutti i versi che fa lui e tu che spari a ogni cosa che vedi, è un miracolo che non lo sappiano tutti che siamo qua!”

chewie hanE lasciali venire !!!… Io preferisco una lotta a viso aperto a questa mascherata.”
Ben Kenobi non ha tempo per mediare tra i due giovani:  sa che smetteranno di provare ad azzuffarsi appena la situazione diventerà critica.  Il Jedi ha cose più importanti da fare: ha già agganciato C1 al computer principale e grazie al piccolo droide trova l’ubicazione del radiofaro che trattiene la loro nave…
Deve sabotarlo, o il Falcon non potrà lasciare la base: se ne occuperà personalmente.
Per Solo va bene: ci ha già rimesso abbastanza in questo viaggio.
Luke invece vorrebbe seguirlo, ma Ben lo dissuade

luke storm“Resta e sorveglia bene i droidi. Consegnalo sani e salvi, altrimenti altri sistemi astrali subiranno lo stesso fatto di Alderaan… Il tuo destino è legato a una strada diversa dalla mia… La Forza ti accompagnerà… Sempre.”
Un istante dopo si allontana da solo nei corridoi della base.
Luke s’e’ appena richiuso la porta alle spalle che già montano le prime polemiche…
Il Wookie ha qualcosa da ridire e Solo non si fa pregare nel dargli una mano…
“Bravo, l’hai detto, Chewie… Ma dove l’hai scovato quel VECCHIO FOSSILE ?”
“Ben Kenobi è un Grande Uomo.” ringhia Luke.

han luke“Già, nel crearci delle grane è grandissimo.”    polemizza Solo.
“Non ho mai sentito te proporre qualcosa.”
“Meglio qualunque cosa, piuttosto che rimanere con le mani in mano ad aspettare che ci  BECCHINO.”
Il confronto tra i due sembra già riaccendersi, quando l’agitazione di C1 mette fine alla lite.
D3BO traduce all’indirizzo di Luke. “Temo di non capire, signore. Continua a ripetere:  lei è qui !”
“… Ma… Chi ?!…”    trasecola il giovane.
“La Principessa Leila.”
“La Principessa !?… È qui ?!…”
Solo si acciglia.    “… Principessa ?!?…”
Luke neanche lo ascolta.  “Dove ?… Dov’è ?!…”
“PRINCIPESSA  ?!?…  Ma  di  che  parlate  !?!”    Solo comincia ad irritarsi.
Intanto 3PO traduce C1 :
“Livello 5. Area di detenzione AA-23. Purtroppo è stata condannata ad essere terminata.”
Luke sembra sprofondare.   “… Oh, no !… Dobbiamo fare qualcosa !”
Solo ne ha abbastanza.   “… Ma di che DIAVOLO parli !?!…”
“I droidi appartengono a lei !  È quella del messaggio !  Bisogna aiutarla !”
Solo cerca di non perdere la calma. Vorrebbe tanto evitare di ucciderlo in un momento di esasperazione. In fondo il ragazzo gli è simpatico…
“Senti, adesso non tirare fuori altre idee. Il vecchio vuole che aspettiamo qui.”
“Ma non sapeva che lei era qui !”    insiste Luke, poi punta 3BO  “Vuoi trovare la strada per quella camera di detenzione ?”
C1 esegue prima che la controparte  fiati.
“IO non vado da nessuna parte.”   s’impunta Solo.
“Quelli la uccideranno.” sibila Luke.  “Qualche minuto fa hai detto che non volevi aspettate qui di essere catturato; e adesso invece ci vuoi restare !”

storm chewie“Marciare dentro la zona detenzione non è esattamente quello che avevo in mente !”
“Ma hanno deciso di ucciderla !!!”
“Beh,… meglio lei che me.”    taglia corto Solo.
Luke è sulle spine. Deve assolutamente trovare il modo di solleticare l’interesse del mercenario.
“… È… RICCA…”
“Ricca ?…”
“Ricca, POTENTISSIMA.” annuisce Luke. “Senti, se tu dovessi salvarla la ricompensa sarebbe…”
“QUANTO ?…”
“Beh, più soldi di quanti tu riesca a immaginare.”
“Guarda ragazzo che io me ne immagino un bel po’ !…”
“Li avrai.”
“UN BEL PO’ ?!?”
“Contaci.”
“OK, ragazzo. Ma è meglio che non racconti delle balle.”

Auspicando un sostanzioso risarcimento per il viaggio che si sta concludendo per lui nel peggiore dei modi, Solo acconsente a mettere in piedi l’improbabile piano di Luke.
Ormai non ha più nulla da perdere… Convince Chewbe a lasciarsi ammanettare, raccomanda ai droidi di chiudersi dentro e non aprire per nessun motivo,.. e poi inizia ad addentrarsi con Luke nell’area di detenzione assieme a Chewbe che si finge prigioniero…
Nell’ascensore, poco prima di accedere al livello 23, si lascia andare ad una previsione…
“Non funzionerà mai.”   dice aprendo le manette del Wookie.
Luke cade dalle nuvole.  “Perché non l’hai detto prima ?”
“L’avevo detto anche prima.”                    Poi le porte si spalancano, e i tre si ritrovano faccia a faccia con gli operativi dell’Area 23…  Più una mezza dozzina di assaltatori.
Il comandante del presidio li guarda perplesso. Guarda il Wookie.
“Dove state portando… quella COSA…”

anh9“Trasferimento prigioniero  dalla  cella  1 1 3 8” risponde Luke. Jan si guarda intorno con attenzione: ci sono telecamere e assaltatori dappertutto, ed altri ne stanno arrivando…
L’Ufficiale fa per controllare il suo computer, ma in quel preciso istante Chewbe si libera disarmando il suo finto carceriere ed iniziando una carneficina aiutato da Luke e Solo.
Si disfano degli imperiali dopo un’accesa sparatoria che attiva inevitabilmente l’allarme, poi Jan si precipita al computer spostando senza riguardo il cadavere che lo ricopre.
“Dobbiamo scoprire in quale cella sta questa vostra principessa.” dice scorrendo l’elenco. “Ecco qua: 21-8-7. Vai a prenderla. Io mi fermo qui.”
Luke si fionda nel lungo corridoio.
Jan risponde alla chiamata della sicurezza.  “… Ehm… qui è tutto sotto controllo. Situazione normale.”
“”Cos’è successo ?””
“Eh, un inconveniente con armi difettose. Ma va tutto benissimo, qui… adesso… Stiamo bene… Stiamo tutti bene,  qui… ora… Grazie… Voi come state ?”
“”Mandiamo una squadra.””
“NO !… Negativo. Negativo. Abbiamo una… perdita al reattore, qui… Ora dateci qualche minuto per eliminarla… È una… grossa perdita… È pericolosa.”
“”Ma chi è?… Qual’e’ il vostro numero operativo ?””
Esasperato, Solo lascia la parola al fucile e disintegra radio e microfono… “Conversazione noiosa, comunque.” sibila.  Quindi si volta verso il corridoio delle celle  ” LUKE !!!… Tra un po’ avremo compagnia !!!” avvisa a voce alta.

La cella 21-8-7 sembra non arrivare mai… Luke la cerca senza sosta rimbalzando da una porta all’altra..Poi finalmente la trova.  Emozionato apre il pannello blindato… e la bianca visione che aveva ammirato per la prima volta in un piccolo ologramma proiettato nella vecchia rimessa degli zii a Tatooine ora appare indifesa e reale proprio davanti a lui…
Luke la osserva come incantato.
Lei sta dormendo su una panca senza giaciglio, e il suo arrivo la risveglia bruscamente…

luke e hanDopo un attimo di smarrimento, la principessa scruta lo scoordinato assaltatore.
“… Non sei un po’ basso per appartenere alle truppe d’assalto ?…”
Il ragazzo si scuote. Si toglie il casco.
“Sono Luke Skywalker, sono venuto a salvarla !”
Leila si scuote dal torpore del sonno in cui si era sprofondata  per attenuare un po’ il dolore  della sconfitta e della perdita.   “Sei chi ?…”
“Sono venuto a salvarla !  Ho la Sua unità C1.   Sono qui con Ben Kenobi !”
Leila Organa balza in piedi incredula.
“Ben Kenobi ?!   Dov’è ?”
Luke indica il pesante pannello blindato ormai spalancato    “Andiamo.”
La Principessa abbandona ogni diffidenza, e in due salti precede Luke nel corridoio delle celle, verso la libertà…

Sala Tattica  della  Morte Nera.
Davanti a Tarkin, Darth Fener è insolitamente pensieroso.
“Lui è qui.”   sussurra.
Attraverso un tremito nella Forza il Signore Oscuro percepisce la presenza di Obi-Wan Kenobi…
“… L’ultima volta che l’ho sentito fu in presenza del mio vecchio Maestro.”
Tarkin è scettico.   “I Jedi sono estinti. TU sei tutto ciò che resta della loro antica religione.”
L’interfono squilla, e quando Tarkin risponde qualcuno lo informa di un’emergenza nell’Area Detentiva AA-23…
Il Governatore ha un sobbalzo.
“La principessa ?! Mettete in allarme tutti i settori.”
Fener sembra sondare con tutto se stesso quel tremito appena percepito …
“Obi-Wan è qui.  La Forza è con lui.”
“Se è vero, non bisogna lasciarlo scappare.”
“Il suo piano non è scappare. Devo affrontarlo da solo.” si impone Fener. Quindi si congeda da Tarkin.

Nell’Area Detentiva AA-23 Jan Solo e Chewbe stanno tentando con discreto successo di mantenere la posizione e contenere l’arrivo di Truppe Imperiali accorse ad intrappolare i fuggitivi.
Ma ora gli assaltatori si stanno aprendo varchi nelle pareti degli ascensori pur di aver ragione dei due mercenari…
Solo e Chewbe non possono far altro che arretrare nel corridoio delle celle, dove ritrovano Luke accompagnato dalla principessa finalmente libera…
“Non si passa da quella parte!!!” avverte il mercenario, proprio mentre incontra lo sguardo sprezzante di lei.
“Direi che avete tagliato l’unica via d’uscita !!!”
Il sibilo sarcastico di Solo non si fa attendere  “… Preferivate restare nella Vostra cella, Altezza ?…”
L’attacco imperiale arriva improvviso. Micidiali raffiche laser costringono i quattro ad appiattirsi contro le pareti…

leia sparaLuke, Jan e Chewie rispondono al fuoco.
“Non posso fermarli per sempre… Che facciamo !?!”    Solo è furibondo.
“Ma che bel salvataggio !!!”  sbotta Leila.  “Entrando qui non avevate un piano anche per andarvene ?!?”
La Principessa ha capito che la missione dei suoi salvatori fa acqua da tutte le parti… e che finiranno presto uccisi se non trova alla svelta una nuova via di fuga…
Improvvisamente sfila il fucile a Luke e spara aprendo un varco sulla parete opposta, proprio ai piedi dI Jan…
“MA CHE DIAVOLO STA FACENDO !?!”    ruggisce lui.

han e luke tra i rifiutiLeila non lo ascolta : sta già rispondendo al fuoco mentre attraversa lo stretto corridoio da parte a parte. In pochi istanti raggiunge il varco alle spalle del furibondo Jan… “La pelle deve salvarcela qualcuno !!!”  gli ringhia restituendo al volo il fucile a Luke.   “Nello scarico dei rifiuti, giovanotto.”
Un attimo dopo Leila scompare nel varco lasciando Jan Solo indeciso sul se ucciderla o innamorarsi di lei.
Probabilmente il mercenario riconosce a se’ stesso che la soluzione trovata da Leila è la sola percorribile, al momento…  Sta di fatto che  subito incoraggia Luke e lo spaventato Chewbe a catapultarsi nella botola, seguendoli per ultimo…

quasi morti tra i rifiuti… Il terreno su cui atterra Solo è instabile:… un miscuglio di liquidi e ferraglia puzzolente che il pirata non vede l’ora di abbandonare alla svelta… Ma l’ambiente è sigillato magneticamente, per cui il colpo sparato da Solo sulla serratura inizia a rimbalzare come impazzito tra le pareti rischiando di ucciderli… Poi finalmente va a conficcarsi in mezzo alla ferraglia e lì muore…
I fuggiaschi emergono dai rifiuti prendendosela con Jan,… ma presto minacce più letali si palesano all’interno dell’ambiente…
Un Dianoga, creatura serpentina che vive tra quei rifiuti col compito di riciclare il materiale organico, afferra Luke rischiando di annegarlo… se non sopraggiungesse la seconda e assai più temibile minaccia: le pareti dell’ambiente SI MUOVONO !!!
I quattro fuggiaschi sono finiti in uno schiacciatore di rifiuti, ed ora rischiano di fare una brutta fine.
Solo può soltanto prendere atto della situazione. “… Una cosa è sicura: diverremo tutti magrissimi…”
Quasi soffocato sotto la montagna di ferraglia che gli si sta compattando e sollevando tutt’intorno, Luke cerca di contattare D3BO nella speranza che il protocollare riesca in qualche modo a soccorrerli…

luke e han2

… Ma D3BO è momentaneamente impegnato assieme a C1P8 ad eludere la sorveglianza imperiale che ha appena fatto irruzione nell’ufficio in cui s’erano barricati…
Quando il droide raggiunge con C1 un’area  che permette loro di collegarsi in relativa sicurezza al computer, 3BO si ricorda solo grazie a C1 di riaccendere il comlink !!!   A quel punto a Luke e gli altri è rimasto meno di un metro di spazio vitale…
Ma, agganciato  direttamente al computer della base, C1 riesce a fermare all’ultimo secondo le pareti  dello schiacciatore di rifiuti… La Principessa ed il  giovane padrone  di Tatooine sono salvi.

Finalmente fuori dalla trappola mortale in cui si erano infilati, i quattro fuggitivi si ripuliscono come possono.
Sono accomunati dalla stessa voglia di libertà, ma l’atteggiamento arrogante e spavaldo di Solo continua a stridere col carattere forte e l’attitudine al comando di Leila…
“Se riusciamo ad evitare altri consigli femminili, dovremmo poter uscire di qui.” ghigna il mercenario cercando l’approvazione di Luke.
La Principessa lo punta dritto negli occhi.   “Senta, Lei. Non so chi sia né da dove venga, ma d’ora in avanti farà come io Le dico. Capito ?”
Il tono di Leila è quantomai autorevole e cortesemente seccato mentre si avvia nel corridoio deserto…

leia schifa chewie… lasciando Jan a boccheggiare incredibilmente senza parole;  mentre Luke che sbuffa perplesso.
Ma il mercenario non intende dargliela vinta.   “Senta LEI, Vossignoria Altezza !!!… Mettiamo in chiaro una cosa: io prendo ordini da una sola persona. DA ME.”
Leila tira dritto.   “Mi sorprende che sia ancora vivo…” polemiizza senza fermarsi.
Mentre già il gruppo si muove ai suoi ordini, la principessa si ritrova Chewbacca proprio sul proprio cammino…

ben disattiva

“… Qualcuno può togliermi dai piedi questo grosso tappeto ambulante ?…” sbotta lasciando tutti ammutoliti.
Solo fatica a mantenere la calma    ” Non c’è prezzo con questa qua’…”   ringhia, infastidito soprattutto dal fatto di aver suo malgrado perduto la leadership…

leia prende in giro hanIn missione solitaria nel centro vitale della Morte Nera , Ben Kenobi striscia sul ponte che ospita i comandi del radiofaro traente, ed eludendo la sorveglianza imperiale disabilita la fornitura di energia al radiofaro… Poi come un’ombra si avvia sulla strada del ritorno verso il Falcon.

In fuga verso la libertà il commando improvvisato di ribelli si ritrova nei corridoi appena sopra l’hangar dov’è ancorato il Falcon.
Da una finestra Jan Solo vede la sua nave e la indica a Luke   “Eccola la’…”
Luke sbircia di sotto, poi cerca 3BO al comlink:… Il droide è al sicuro proprio nell’hangar in cui è ancorata l’astronave…
“Siamo proprio sopra di voi… Tenetevi pronti !”   lo rassicura il giovane.

storm1Anche Leila sbircia di sotto… Stupore e ammirazione si dipingono sul bel viso…
“È venuto con quella ?!?… Ha più coraggio di quanto credessi !”
“… CARINA !…”  sogghigna il mercenario. “Andiamo.”
Quel complimento inatteso galvanizza Solo, che ora guida il manipolo di fuggitivi verso la meta… Morirebbe, piuttosto che ammetterlo, ma l’approvazione della Principessa lo rende inspiegabilmente fiero di se’… Talmente fiero che poco più avanti, quando il gruppo s’imbatte in una nutrita pattuglia di assaltatori in caccia di loro… Solo punta velocissimo il fucile e spara freddando i primi;… e senza pensare alla propria incolumità carica ciò che resta della pattuglia già in arretramento, sparando all’impazzata.
Si volta solo per un momento…
“Andate alla nave ! Torno indietro !!!”  quindi si lancia eroicamente sul nemico in fuga seguito dal fedele Chewbe…
Leila è ammirata…
“… È veramente coraggioso…”
Luke non è d’accordo, ma non gli resta altro da fare che proseguire con la Principessa verso il Falcon…

Urlando e sparando come un ossesso Jan continua l’inseguimento degli imperiali in fuga… Ma imprevedibilmente la sua sortita subisce un arresto non da poco quando si ritrova in mezzo a un’intero plotone (… **un’intera guarnigione,  a partire dalla versione 1997** …) di truppe d’assalto armate fino ai denti !

balzoFortunatamente Solo ha l’abilità di cambiare tattica rapidamente, quando la situazione lo richiede ed è in gioco la propria incolumità… TUTTO, pur di non arrendersi…
Egli dunque arretra dandosi a una fuga a rotta di collo che non risparmia colpi micidiali agli inseguitori e inevitabilmente coinvolge anche Chewbacca…

duelloA Luke e Leila non va meglio, visto che rischiano dapprima di andarsi a sfracellare in una delle trombe di areazione della base e poi sono obbligati a superarla con un balzo acrobatico eseguito sotto il fuoco incrociato degli inseguitori appostati da tutte le parti.

Jan Solo e Chewbe fuggono tra i corridoi della Morte Nera inseguiti dagli imperiali e dal controllo centrale che tenta inutilmente di bloccarli con uno stratagemma dopo l’altro…

Sulla via del ritorno verso il Falcon, Ben Kenobi trova a fronteggiarlo l’oscuro Darth Fener, che così lo saluta …
“Ti stavo aspettando, Obi-Wan. Ci rincontriamo, finalmente. Ora il cerchio è completo. Quando ti lasciai non ero che un discepolo. Ora sono IO il Maestro.”
Ben attiva la sua spadalaser… Non prova paura, ma solo compassione per il suo antico apprendista…
“Solo un Maestro del male, Darth.”
Le spade si incrociano, il duello ha inizio… e i due amici di un tempo si confrontano duramente.
“I tuoi poteri sono deboli, vecchio… Non saresti dovuto tornare.”
“Non puoi vincere, Darth… Se mi abbatti, io diventerò più potente di quanto tu possa immaginare…”
Il Signore Oscuro attacca Kenobi.., il duello continua…

Frattanto Solo e Chewbe arrivano
nell’hangar dove il Falcon è ancorato e pesantemente sorvegliato..
Solo si acciglia…
“…Non l’avevamo appena lasciata questa festa ?!?…”
La principessa arriva con Luke subito dopo…
Tutti osservano la nave in mezzo all’hangar, momentaneamente inarrivabile…
A questo punto possono sperare solo in un colpo di fortuna e nel successo di Ben…
Proprio di fronte a loro 3BO e C1 attendono in bella vista nell’hangar, nessuno fa caso a due anonimi droidi.

preoccupatiMa improvvisamente qualcosa attira l’attenzione dei fuggiaschi: gli assaltatori stanno lasciando le loro posizioni intorno al Falcon, preoccupati per qualcosa di ben più importante ai margini della”hangar…
Solo da il via libera, e tutti corrono in silenzio verso la nave…
Ma lo sguardo di Luke viene attirato da ciò che stanno osservando gli stessi imperiali in un corridoio li vicino: un duello alla spadalaser tra il Signore Oscuro Lord Fener ed un vecchio…
Luke riconosce Ben… Allora rallenta e si ferma a pochi metri dal Falcon.

Nel corridoio che si apre sull’hangar dov’è ancorata la nave di Solo, si consumano le battute finali del duello tra Kenobi e Fener.
han e leiaIl Signore Oscuro non dà tregua a Kenobi.
Ben percepisce un odio infinito in Fener. L’odio lo ha reso potente e cieco allo stesso tempo… Talmente cieco da non accorgersi che un disorganizzato gruppo di eroi-per-caso sta riconquistando sotto il suo naso la nave requisita e già si appresta a sfuggirgli. La Forza è con loro. La Forza è con Luke.
Ben vede il ragazzo, poi guarda Fener e sorride ritirando la spada per offrirsi al suo avversario…
Fener non ci pensa due volte, e lo trancia con un fendente.
Ma tutto ciò che resta ai suoi piedi è un vecchio mantello Jedi ormai logoro… Del corpo di Kenobi non v’è traccia alcuna…

Luke vede tutto…
” NOOO !!!…”
Un mondo di armi si alza istantaneamente contro di lui,… e quindi anche contro Jan e Leila, che nel frattempo hanno raggiunto la passerella d’accesso al Falcon…
Pochi istanti e nell’hangar si scatena l’inferno.
Luke risponde al fuoco mentre Solo lo copre…
Poi il mercenario vede Fener muovere verso di loro…

luke spara“… LA PORTA !!! LUKE !!!…”

Il giovane mira e con un colpo preciso manda in corto il meccanismo di controllo;… la porta blindata si chiude davanti a Fener…
Incredibilmente il Signore Oscuro resta tagliato fuori…
Solo si catapulta alla svelta a bordo della sua nave.
La principessa si ferma sulla passerella…
“… Presto, Luke !!!… PRESTO !!!…”
Luke è ancora sotto il Falcon a falciare imperiali, quando la voce di Ben risuona chiara nella sua mente…
“… Corri, Luke !… CORRI !!!…”
Il ragazzo si scuote… In cima alla passerella vede Leila… Allora getta il fucile e fugge a bordo del vascello.

Solo è già ai comandi con Chewbe…
“Spero che il vecchio abbia fatto fuori il radiofaro traente, altrimenti questo viaggio sarà cortissimo. OK… Dai…”

millennium falconLa nave si solleva e lascia l’hangar… Solo sogghigna… Quel vecchio pazzo c’è l’ha fatta davvero…
Poi lancia il Falcon lontano dalla base, ma uno sciame di caccia TIE viene sguinzagliato al suo inseguimento…
Lasciati i comandi a Chewbe e Leila, Solo si posiziona con Luke alle torrette laser.
La battaglia si accende…
Il Falcon resiste grazie ai suoi due formidabili artiglieri e malgrado la perdita dei controlli laterali.
E finalmente, dopo aver riportato perdite importanti, le pattuglie TIE si ritirano. Il Falcon è libero.

Morte Nera.
Tarkin è furibondo per la fuga dei ribelli ed auspica che Fener abbia fatto nascondere bene il radiofaro a bordo del Falcon.
“Sto correndo in terribile rischio, Fener. GUAI se perdiamo il contatto.”

Finalmente al sicuro nell’iperspazio, Solo raggiunge la Principessa in plancia.
“Niente male come salvataggio, eh ?!… Lo sa, certe volte stupisco perfino me stesso…”  si pavoneggia in cerca di complimenti.
“Credo non Le accada di rado.”   lo frena Leila  “Ci hanno lasciati andare: è l’unica spiegazione alla facilità della nostra fuga.”
“.Ah, è stato FACILE, secondo Lei !?!”
“Ci stanno TRACCIANDO.”
“Non questa nave, sorella.”
La principessa sospira… È stanca, e non ha voglia di polemizzare un’altra volta con Solo.   “… Se non altro l’informazione dentro C1 è intatta…”
“Ma è così importante ?!… Cosa c’è là dentro ?”
“Tutto lo schema tecnico della Morte Nera… Spero solo che quando verrà analizzato si troverà  un punto debole… Non è ancora finita.”
Solo si scuote… Come sarebbe !?!… Ci mette un istante a scrollarsi di dosso il piglio da affascinante canaglia…

anh10“LO È PER ME, sorella.”  va dritto al sodo, come sempre    “Senta, IO non sto qui per la Sua rivoluzione. E non sto qui per Lei, Principessa. IO m’aspetto d’essere BEN PAGATO. IO sto qui per i soldi.”
Leila incassa il colpo… Le parole di Solo sono uno schiaffo in faccia che la ridesta bruscamente…
“Non si preoccupi per la Sua ricompensa. Se ama soltanto il denaro riceverà solo quello, stia tranquillo.”  dichiara turbata lasciando velocemente la plancia…  A Luke che arriva proprio in quel momento esterna tutta la sua delusione per quel suo amico che è un Vero Mercenario… Poi si ritira lasciando i due giovani a confrontarsi.
Jan è infastidito… Non gli piace sentirsi giudicare da chi a suo modo comincia a stimare…
Luke è invece pieno di belle speranze per il futuro che già immagina coi ribelli e con la Principessa;… e vuole condividerle con Solo.

“… Allora ?… Che ne pensi di lei ?…”
“Sto cercando di non pensarci.”   taglia corto seccato il giovane mercenario.
“Bene…”   sorride Luke.  Jan e Leila non legano proprio. Non che sia facile per chiunque legare con Solo !
Propio in quell’attimo Jan nota in Luke quel guizzo inconfondibile che appare negli occhi di ogni giovane uomo affascinato…
“… Sai… ha coraggio, però… Non so, tu che ne pensi ?… Credi che una principessa e un tipo come me ?…”
“NO.”     lo tronca tutto serio Luke.
Jan si distende in un sorriso malizioso.  La gelosia del giovane Luke lo diverte, ma non quanto vorrebbe far credere…

anh11Il Millennium Falcon arriva su Yavin IV, lussureggiante luna dell’inospitale pianeta da cui ha preso il nome.
Sul piccolo mondo è stanziata la base segreta dell’Alleanza Ribelle, la cui ubicazione Leila ha protetto strenuamente durante le torture inflittele da Fener… e che ora è consapevole di aver rivelato attraverso la tracciatura del Falcon attuata dall’Impero…

Al suo arrivo nel grande hangar della base ribelle, la Principessa trova ad accoglierla il Comandante Willard.
Leila lo abbraccia commossa.   L”Ufficiale le confessa di aver temuto il peggio dopo aver saputo di Alderaan…
Ma Leila sa che la Morte Nera è certamente sulle loro tracce.
“Non c’è tempo per i ricordi tristi, Comandante. Utilizzate le informazioni di questa unità C1 per progettare l’attacco.”   ordina indicando Il droide di Luke    “… È la nostra unica speranza…”

Poche ore dopo, la Morte Nera è giunta a ridosso del rosso globo di Yavin…
In Sala Comando, Tarkin viene informato,
“Ci stiamo avvicinando al pianeta Yavin. La base ribelle è su una luna dalla parte opposta. Ci prepariamo a mettete la stazione nella loro orbita.”

Base Ribelle.
Il Generale Dodonna convoca la riunione dei capi e dei piloti da attacco dell’Alleanza.
Luke è in mezzo a loro.
Anche Solo e Chewbe sono presenti, ma si tengono più in disparte… quasi restii a lasciarsi coinvolgere in fatti che non prevedono utili.
Alla relazione di Dodonna assiste in prima fila la Principessa Leila.

Quando il Generale comincia, il
Silenzio cala tra i piloti …
“La Morte Nera è fortemente corazzata… Le sue difese sono state progettate per un attacco diretto su vasta scala: un piccolo caccia monoposto dovrebbe essere in grado di superare le difese esterne…” spiega mentre sullo schermo scorrono le immagini di uno schema tecnico “L’Impero non considera un piccolo cacciarono posto come una minaccia, altrimenti sarebbe stata predisposta una difesa a maglie più strette.
Da un esame dei piani forniti dalla Principessa Leila, abbiamo scoperto che esiste un punto debole nella stazione da guerra. Non vi sarà facile avvicinarvi…” Dodonna continua l’esposizione spiegando le animazioni sullo schermo… I piloti dovranno infilarsi dentro ad un canale e sfiorarne la superficie fino al punto in cui termina bruscamente…   “La zona da attaccare è larga due metri soltanto. È una piccola luce di scarico termico proprio sotto lo scarico principale. Il condotto porta direttamente al reattore di propulsione. Un colpo preciso provocherà una reazione a catena che dovrebbe distruggere la stazione. SOLTANTO UN COLPO PRECISO darà il via alla reazione a catena.
Il condotto è a prova di laser, quindi dovrete usare siluri si protoni.”
Paura e sconcerto comincia a serpeggiare tra i piloti..

schermiA Solo il piano non va giù… È praticamente una missione suicida… E scarta definitivamente l’idea iniziale di poterne far parte.
Altri piloti sono dello stesso avviso… compreso il veterano Wedge Antilles, che ne sta parlando con Luke,… e finisce col lasciarsi controvoglia persuadere dall’ottimismo controcorrente di Skywalker.

Morte Nera.

han soloTarkin sta osservando la grafica che mostra la stazione spaziale entrare nel l’orbita di Yavin… La luna con base ribelle sarà a portata di tiro entro 10 minuti…
Fener si sente invincibile…
“Questo sarà un giorno da ricordare a lungo:… ha visto la fine di Kenobi,… e presto vedrà la fine della ribellione.”

Negli hangar della base ribelle la tensione si taglia col coltello, mentre un gran fermento anima piloti e tecnici al lavoro sui caccia.
Si riempiono i serbatoi, si caricano i droidi astromeccanici, si eseguono gli ultimi controlli su macchine che si apprestano ad affrontare la più grande minaccia mai concepita da mente umana,.. sapendo che la Morte Nera ha ormai raggiunto Yavin e si sta già portando in posizione di tiro…

Luke Skywalker arriva negli hangar indossando con orgoglio la tuta da pilota ribelle… Dovrebbe affrettarsi al suo caccia, ma il pensiero della scelta di Jan lo tormenta, e allora va a cercarlo.
Lo trova subito, intento a caricare su una navetta tutto quanto ottenuto per il salvataggio della Principessa.
Luke è amareggiato.   “… Così, hai avuto la ricompensa e te ne stai andando…”

schermi“Proprio così, già…”  ringhia teso Jan, continuando a caricare il trasporto.  “Ho dei vecchi debiti da pagare con questa roba… E anche se non li avessi, non crederai che sarei così pazzo da restare qui, vero !?!… Perché non vieni con noi ?… Sei bravo, combatti bene… Mi saresti utile.”
Luke e sconcertato.  “Ma insomma… Perché non dai un’occhiata in giro ?!… Lo sai cosa sta per succedere,… da cosa devono difendersi ?!… A loro occorrono piloti come te !… E tu gli giri le spalle e te ne vai ?!”
Solo si ferma. Guarda Luke e prova a sfoderare uno dei suoi irritanti ghigni di sfrontata indifferenza.
“A che serve una ricompensa se non ci sei più ?!… E attaccare la Morte Nera non è un atto di coraggio; è soprattutto… un suicidio.”
“Bene… Abbi cura di te, Jan.”  sbotta Luke, deluso “È quello che sai fare meglio, non è così ?” Se ne va amareggiato.
È già lontano quando la voce di Solo lo raggiunge inaspettata…
“Hey, Luke… ”
Il ragazzo si volta indietro… Jan Solo lo sta guardando con sincero rammarico…
“… Che la Forza sia con te…”
Luke annuisce. Poi si allontana nell’hangar verso il caccia a lui assegnato.
Lungo il tragitto incontra Leila.
La Principessa è in compagnia del Generale Dodonna, ma lo lascia ad attenderla mentre si avvicina a Luke.
“Cos’è successo ?!…”
“È Jan… Non lo so, credevo che avrebbe cambiato idea…”
“Lui deve seguire il suo cammino; nessuno ha il diritto di cambiarlo.”
Leila non può guarire la sua delusione, ma può dimostrargli il suo affetto. E così lo bacia dolcemente sulla guancia, un attimo prima di allontanarsi con Dodonna e scomparire in mezzo al personale del l’hangar.
**Luke pensa ancora a lei quando una voce familiare lo richiama al presente:… è il suo vecchio amico dei giorni spensierati a Tatooine… È Biggs !!!
I due giovani si ritrovano con reciproca sorpresa ed entusiasmo.
Si stanno ancora sorprendendo per essere imbarcati insieme tra le fila ribelli quando vengono interrotti da Capo Rosso.
L’Ufficiale vuole accertarsi che Skywalker sappia governare il caccia appena assegnatogli.
Luke lo rassicura entusiasta.
L’interfono avvisa i piloti affinché prendano posto e si preparino al decollo.
Capo Rosso si congeda.
Anche i due amici si separano.**
Luke ora si affretta al suo caccia con animo sereno. Quel l’incontro inatteso è riuscito a fargli ritrovare il sorriso e l’ottimismo.
Salta a bordo del suo Ala-X proprio mentre sistemano C1 a bordo, nel vano apposito vicino ai motori del caccia.
Ai piedi della scaletta che ora viene rimossa D3BO saluta la sua controparte raccomandandogli di tornare.
Poi la calotta del caccia viene chiusa e Luke inizia il decollo.
In quell’istante la voce di Ben si manifesta al ragazzo…
“Luke,… la Forza sarà con te…”
Il giovane picchetta sorpreso sugli auricolari… Funziona tutto…
Poi porta il suo caccia fuori dall’hangar e unitosi alla formazione d’attacco lo lancia oltre l’orbita della luna Yavin IV, in direzione della Morte Nera.

Base ribelle. Sala tattica.
han vuole lasciare i nostriLa Principessa Leila raggiunge Dodonna mentre l’interfono avvisa:
“State allerta. La Morte Nera si sta avvicinando. Tempo stimato perché arrivi a portata di tiro: 15 minuti.”

La piccola flotta di caccia ribelli ha appena superato il globo rosso del pianeta madre Yavin quando Capo Rosso ordina che tutte le unità al suo comando riferiscano…

In mezzo a tutti i piloti Luke riconosce le voci di Wedge, Rosso Due… e di Biggs, Rosso Tre…
Poi tocca anche a lui riferire…
“Rosso Cinque, sono pronto.”
Una forte turbolenza allerta i piloti.

in posizioneCapo Rosso lancia un nuovo ordine…
“Lastre X in posizione d’attacco P2. Stiamo attraversando il loro campo magnetico. Reggetevi. Accendete i deflettori. Doppia linea di fronte.”
Ora la Morte Nera è proprio davanti ai ribelli… È immensa …
Wedge ne è sconvolto…
“Guarda quant’e grosso quell’affare…”
“Niente chiacchiere, Rosso Due.” Lo striglia Capo Rosso. “Accelerate a velocità d’attacco.”
Sorprendentemente l’immensa base spaziale non reagisce, e i caccia ribelli invadono in brevissimo tempo le strutture più esterne del globo metallico senza incontrare grandi resistenze.
Capo Oro allora contatta Capo Rosso: dirigerà verso il canale bersaglio.

Morte Nera. Centro Comando.
In Ufficiale si presenta preoccupato al Signore Oscuro.
“Abbiamo contato circa trenta caccia ribelli, Lord Fener… ma sono così piccoli che sfuggono ai nostri turbolaser.”
“Dovremo distruggerli uno per uno. Mandi gli equipaggi sui caccia.”

Base Ribelle 1
L’Ufficiale di controllo avvisa i piloti :
“Capi squadriglia, abbiamo intercettato un nuovo gruppo di segnali: caccia nemici vi vengono incontro.”

In volo intorno alla Morte Nera i piloti non hanno riscontro in merito a quest’informazione…
Ma è lo stesso Luke a doversi ricredere e ad attrezzarsi per correre in aiuto di Biggs !!!
I caccia imperiali sono velocissimi, e i primi ribelli cadono sotto il loro fuoco.

A bordo della Morte Nera, Fener si prepara a montare sul suo TIE seguito da due Ufficiali della scorta personale.
“Diversi caccia di sono allontanati dal gruppo principale. Seguitemi.”

Intorno alla base spaziale Luke se l’e’ appena vista brutta uscendo vivo da un duello aereo grazie a Wedge…
Proprio allora Capo Oro comunica a Capo Rosso che inizierà la corsa d’attacco…

E mentre Darth Fener mantiene la sua scorta in formazione serrata d’attacco, Capo Oro e la sua pattuglia plana nel canale agganciando il bersaglio al computer di bordo. Ad ostacolarlo trova solo il fuoco di qualche torretta.

Base Ribelle.  Sala Tattica.
Viene comunicato che la Morte Nera è a cinque minuti dalla luna.
Leila Organa è sulle spine… Se l’attacco fallisse, Yavin IV sarebbe spazzato via.

Nel canale bersaglio, Capo Oro continua la sua corsa. Ha ordinato massima energia ai deflettori frontali.
Intanto i cannoni sulle torrette non sparano più.
Viene rilevato un segnale… Allora i ribelli stabilizzano i deflettori di coda. Poi Capo Oro vede i caccia TIE sul computer.
“ARRIVANO !!!… Tre per 220 !!!”

C’è Fener al comando della pattuglia imperiale.
“Li abbatterò io. Copritemi.”

Oro Due viene colpito.
Spaventato dalla potenza di fuoco imperiale Capo Oro vorrebbe sganciarsi,  ma Oro Cinque insiste…
“Stai sul bersaglio !!!”   grida mentre gli copre la corsa.
Non riescono a finire la loro missione; la mira infallibile di Fener li abbatte senza pietà.

Morte Nera. Sala Comando.
Un Ufficiale si avvicina a Tarkin…
“Abbiamo analizzato il loro attacco, Signore… e c’è un pericolo. Devo tenere pronta la Sua nave ?”
Il Governatore è stizzito.
“Abbandonare tutto !… Nel momento del TRIONFO !!!… Credo che Lei sopravvaluti le loro forze.”
“”Base ribelle tre minuti. Continua avvicinamento.””   annuncia l’interfono.

Intorno alla Morte Nera la Squadriglia Rossa di sta organizzando per il secondo tentativo quando il Generale Dodonna li contatta.
“Capo Rosso, qui Base 1. Tenete metà dei vostri fuori portata per il prossimo attacco.”
“Ricevuto, Base 1… Luke, prendi Rosso Due e Tre… Prima d’iniziate l’attacco aspettate il mio segnale.”
Skywalker e la sua pattuglia si sganciano immediatamente.
Capo Rosso invece plana nel canale seguito da Rosso Dieci e si prepara a tentare il colpo perfetto.
Di nuovo i cannoni dalle torrette iniziano a sparare per cessare il fuoco nonappena si palesa la pattuglia di TIE comandata da Fener.
Rosso Dieci spinge Capo Rosso ad andare più veloce.
I TIE gli sono addosso,… lo abbattono.
Ora Capo Rosso è solo. Con il computer di bordo agganciato al bersaglio il Comandante riesce incredibilmente a sfuggire ai colpi di Fener. Arriva sul l’obbiettivo. Lancia i siluri…
“Razzi partiti !!!… COLPITO !!!… ” esclama incredulo, ma la gioia dura poco… “Negativo… negativo… Non sono entrati… Hanno colpito la superficie…”
Capo Rosso non fa in tempo ad uscire dal canale che il fuoco di Fener gli danneggia il motore di destra… Col caccia in avaria il Comandante ordina a Luke di prepararsi alla corsa d’attacco.
Poi un altro colpo di Fener annienta la governabilità del caccia.
Piuttosto che lasciarsi abbattere, Capo Rosso si lancia in una caduta suicida contro la superficie della Morte Nera.
Luke vede tutto… Ma non c’è tempo per piangere il suo Comandante.
“Biggs, Wedge, avvicinatevi… Entrerò nel canale alla velocità massima per ritardare il loro inseguimento.”

Base Ribelle. Sala tattica.

attacco alla morte nera

La Principessa Leila riconosce la voce di Luke nel momento stesso in cui il giovane prende il comando della missione… e il respiro sembra mancarle…

Ora Luke è nel canale… Dietro di lui, abbastanza lontani da coprirlo, Biggs e Wedge fanno buona guardia.

Come per Capo Oro e Capo Rosso, le torrette iniziano a sparare per poi tacere.
Luke è preoccupato, attaccospecialmente quando lo stabilizzatore si allenta…  Nel vano motore C1 si attiva subito per ripararlo.
Pochi istanti ed i TIE planano in picchiata sugli ultimi ribelli che avanzano a velocità folle.

Fener sembra impensierito dalla velocità dei ribelli… Dovrà faticare di più per prenderli.

Poi un colpo di striscio danneggia gravemente il caccia di Rosso Due…
Luke prende una decisione.
“Vedi di sganciarti, Wedge… La’ dietro non servi più a niente.”
Rosso Due obbedisce.

Fener non è interessato al ribelle che si è appena sganciato. Nel canale c’è qualcuno che gli sta dando del filo da torcere…
“Lasciatelo andare. Seguite il capo.” ordina alla sua scorta.

Ora Biggs è rimasto da solo a coprire la fuga di Luke verso l’obbiettivo.
“Presto, Luke !!!… Stanno arrivando !!!… Più veloce, questa volta !!! … STANNO ARRIVANDO !!!”
Skywalker fatica a concentrarsi.

leia preoccupata

Molto più indietro Biggs è tallonato dagli inseguitori con in testa Fener… Rosso Tre è in difficoltà. Viene abbattuto.

Fener intravede la vittoria.
“Sono sul capo.”

Base Ribelle. Sala Tattica.
D3BO è accanto alla Principessa. È disperato.   “… FAI QUALCOSA, C1 !!!…”
Leila ha smesso letteralmente di respirare…

Da solo nel canale della Morte Nera, Luke Skywalker continua la sua folle corsa.
Attiva il computer di puntamento. La grafica gli da una lettura precisa della distanza che lo separa dal bersaglio. E intanto sente la pressione dei caccia imperiali in lento ma costante avvicinamento.
Poi la voce di Ben, chiara,… che di nuovo lo raggiunge…
“Usa la Forza, Luke… Segui l’istinto, Luke…”

Ormai vicino al caccia ribelle Fener percepisce qualcosa… “La Forza è potente in quest’uomo.”

Ai comandi del caccia Ala-X, Luke si prepara a colpire , quando sente di nuovo la voce di Ben…
“Luke, fidati di me…”
Skywalker esita solo per un istante, poi disattiva il computer di puntamento.
L’allarme da Base 1 scatta immediato.
“”Il suo computer è spento ! … Luke, hai disattivato il computer d’attacco !!!… Cos’è successo ?!”
“Niente… Sto benone !”   La tranquillità dura poco. Un colpo ravvicinato dal caccia di Fener danneggia il droide astromeccanico…   “Hanno  colpito  C1 !!!”

Base Ribelle. Sala Tattica.
L’interfono allerta il personale:
“La Morte Nera ha oltrepassato il pianeta.”
Leila Organa è un fascio di nervi.

Morte Nera. Sala Controllo.
“Base ribelle a portata di tiro.” comunica l’interfono.
Tarkin annuisce.
“Potete sparare appena pronti.”

Nel canale bersaglio continua la corsa del concentratissimo Luke.
Fener ha agganciato il caccia del ribelle e si coordina col suo folle volo…
“Ora ti tengo.” ringhia tesissimo…

vader pilota

Spara i primi colpi… Manca il bersaglio… Continua… È vicinissimo…
Ma improvvisamente raffiche laser invadono il canale alle sue spalle, disintegrando uno dei TIE di scorta che rovina come impazzito distruggendo il gemello…
“…COSA ?!?…” Fener è battuto. Ciò che resta della sua scorta urta violentemente il suo TIE facendolo schizzare senza controllo nello spazio aperto.
Sul canale un vascello velocissimo cala proteggendo la corsa di Luke !
È il Falcon !!!… L’urlo impazzito di Jan Solo non lascia dubbi a riguardo !!!
“Non hai nessuno dietro, ora !!! Facciamo saltare quest’affare e andiamo a casa !!!”

In Sala Tattica, Leila trasale incredula…

Skywalker sorride.

schermi

Si concentra. Sgancia.
I siluri entrano nel condotto.
Luke impenna il caccia appena in tempo per scansare la parete Metallica davanti a  se’…

luke attacca

È fuori dal canale, e assieme a Wedge e ai pochi superstiti schizza lontano dalla Morte Nera col Falcon che copre la loro fuga…

Pochi istanti e la stazione da battaglia dell’Impero, l’arma risolutiva che avrebbe dovuto terrorizzare tutti i sistemi stellari della galassia per asservirli al despota imperiale, esplode…

distruzione morte nera

Nel silenzio che segue la detonazione, le grida festose di Jan Solo arrivano a Luke e alla base ribelle mescolate si ruggiti di Chewbe …

scappiamo

“FANTASTICO, ragazzo !!! Colpo da Maestro !!!”

La Principessa Leila può finalmente sorridere

Luke può ritrovare la  calma… È appagato… Tra gli schiamazzi che arrivano dal Falcon e dalla Base, il giovane accoglie con gratitudine la voce di Ben…
“… Luke… La Forza sarà con te… Sempre.”

Proiettaro col suo TIE fuori controllo nello spazio esterno, Darth Fener si allontana da Yavin a velocità pazzesca… Non sarà più un problema per l’Alleanza Ribelle… Non nell’immediato, almeno…

Il ritorno di Luke Skywalker alla base ribelle è salutato da un tripudio di applausi gioiosi.
Il giovane eroe viene accolto in trionfo da tecnici, ufficiali e soldati di terra.
In mezzo a tutta quella confusione Luke vede Leila corrergli incontro facendosi strada tra la gente che non s’e’ accorta del suo arrivo…
La principessa si getta tra le braccia di Luke lasciandosi sollevare in un giro gioioso, ridendo come due bambini in mezzo a una folla osannante.
Un istante dopo l’urlo trionfale di Jan Solo li raggiunge.

insieme

I tre si abbracciano.
Luke lo guarda fiero…
“Lo sapevo che saresti tornato, LO SAPEVO !!!”
“Be, non volevo lasciarti tutto il merito e tutta la ricompensa !!!”
Leila Organa lo abbraccia forte.
“Lo sapevo che non t’interessavano soltanto i soldi !!!”
Solo la guarda incredulo… Poi guarda Luke… Quelli sono amici suoi…
Adesso appartiene davvero a QUALCUNO… e a qualcosa…
In mezzo a tutta quella festa solo  D3BO resta immobile in trepidante attesa che la sua controparte venga sganciata in condizioni disastrose dal caccia di Luke…
“Poveri noi !!!… C1 riesci a sentirmi ?!… DI QUALCOSA !!!… “

Per onorare la memoria dei caduti nella battaglia di Yavin, la Principessa Leila Organa ha voluto una cerimonia solenne all’interno del millenario tempio dei Massassi.
La cerimonia che sta culminando con il riconoscimento della massima onorificenza da parte dell’Alleanza agli Eroi di Yavin.

Per questo motivo Luke Skywalker, Jan Solo e Chewbacca sfilano tra due ali di combattenti per la libertà che porgono loro l’onore delle armi.
I tre eroi giungono fino al podio,

premiazione

dove la Principessa Leila li fregia fiera con la Medaglia al Valore.
Luke è felice.
Jan riserva alla principessa un occhiolino sfacciato.

leia premiazione

premiazione2

Poi gli eroi vengono presentati alla platea, ed uno scrosciante applauso li riconosce difensori della libertà e della giustizia.

Il Bene ha trionfato. La favola di Star wars può continuare.

La Forza ci accompagnerà… Sempre.

Liked it? Take a second to support Maria Pia Leone on Patreon!

Un commento su “STAR WARS RELOADED – Episode IV: UNA NUOVA SPERANZA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *