supernatural-winchester-impala

Supernatural 11×04: Baby

Non riesco a quantificare con un voto e nemmeno con un giudizio sintetico il mio parere su Supernatural 11×04: Baby ci sono diverse cose che non ho gradito e molte altre che ho gradito. Non sarò professionale ma mi arrendo, dopo il racconto dell’episodio farò una bella lavagnetta divisa a metà coi pro e i contro e poi ditemelo voi il voto che ne dovrebbe conseguire.

Che è successo nell’episodio.
Episodio standalone, cioè caso della settimana, anche se il caso non è poi questo granché, anche come minutaggio, infatti si entra nel vivo del caso parecchio avanti nell’episodio, Episodio vecchio stile, solo Winchester on the road, niente Crowley, Castiel solo al telefono a fare non se stesso ma il vice Bobby.  Caso in Oregon: uomo mezzo divorato e senza sangue, sarà un ibrido Vampiro Lupo Mannaro scherza Dean, così Sam e Dean si mettono in viaggio, durante il viaggio Sam fa un sogno che probabilmente non è un semplice sogno, con il padre in versione giovane che gli recapita un messaggio.  supernatural-dean-sbircia

I due si fermano a una Roadhouse e Sam passa la notte con una strepitosa cameriera (questa è la vera fantascienza dell’episodio: quello schianto di cameriera in quel buco sperduto?) sul sedile dell’Impala. La ragazza perde un fermacapelli che viene inquadrato, si capisce subito che c’è un motivo.  Sam racconta a Dean del sogno, poi parlano di veri sogni e di Dio, Sam ha un po’ di speranza nel suo aiuto, Dean per nulla. Appena arrivati nella cittadina del fattaccio avviene un altro fatto estemporaneo: la parcheggiatrice del ristorante si va a fare un giro con l’Impala e la sua amica lascia la borsetta in auto, non so se oggi ero più sveglio del solito ma ho immediatamente pensato che in seguito avrebbe avuto una sua importanza, così come il fermacapelli.
Il caso come ho detto è poca cosa, c’è un branco di Nachzehrer creature mezzi vampiri e mezzi gul  (demoni della cultura araba) di solito sono prudenti, ma la moglie del primo ucciso è una novizia inesperta, viene fuori che il capo branco ultimamente si è mezzo a crearsi un esercito per combattere l’Oscurità, anche se non spera di batterla solo di rallentarla, guadagnarsi un po’ di tempo. Dean prima se la vede male e viene fatto prigioniero poi grazie a una serie di coincidenze fortuite (in cui rientrano appunto il ferma capelli e la borsetta che contiene i penny di rame che servono per ricordare all’Alpha che il suo posto è fra i morti)  riesce ad uccidere l’Alpha e tutti quelli trasformati da lui tornano normali.

Cosa mi è piaciuto e cosa no dell’episodio.
Prima i contro:
_ gli episodi caso della settimana non li reggo, e questo caso non era nemmeno granché, si lo so che al quarto episodio questo è il primo, ma mi scoccia lo stesso;
_ mi hanno scocciato pure gli episodi che iniziano mostrandoci il protagonista nei guai e poi si torna a inizio storia con la fatidica scritta: 48 ore prima o 24 ore prima o 72 ore prima o vattelappesca ore prima; (e basta!)
_ francamente trovo un po’ fuori dal contesto fare una puntata stile come eravamo, Dean s Sam non sono più quelli di un tempo troppa acqua è passata sotto i ponti, non vedo che c’entri col Dean di oggi cantare e stare allegro in quel modo;
_ se si tratta di un semplice omaggio ai fan nostalgici peggio, una strizzata d’occhio può durare un minuto non un episodio;
I pro:
supernatural-john-winchester-giovane_ l’episodio forse è solo apparentemente un “come eravamo”,  Sam e Dean parlano davvero, non si nascondono più le cose, Sam appena si sveglia racconta il sogno al fratello, si confidano dei sogni ricorrenti riguardo la famiglia, Sam racconta anche della preghiera nella cappella, di essere stato infetto e che ha avuto una visione;
_ i mostri spaventati dall’Oscurità, anche se vorrei finalmente vederla in azione sul serio  questa Oscurità, con tutto questo parlarne non vorrei che si arrivasse a fine stagione e poi si riveli tutto fumo e niente arrosto;
_ la puntata mi lascia con un interrogativo e questo lo metto tra i pro perché è motivo di curiosità per il resto della stagione. L’interrogativo è:  l‘incredibile serie di circostanze fortunate che ha salvato Dean (il fermacapelli della cameriera, la borsetta della ragazza, il machete che cade nel posto giusto ) sono solo circostanze fortunate in tono col mood allegretto e leggero della prima parte dell’episodio o non sono casualità ma la risposta (evidentemente affermativa) alla domanda se per la prima volta in undici stagioni Dio si faccia vivo per dare una mano ai Winchester, visto che è scesa in campo l’Oscurità?

Considerazioni sparse:
_ continuo ad essere molto curioso sulla visione di Sam in stile supplizio di Hellraiser, vuole dire che la Terra diventerà un inferno se non fermano l’oscurità? Oppure è un messaggio più complesso?
_ Sam ha duecento anni ormai e ancora è così timido? Perché “posso spiegare?” a proposito della cameriera stragnocca? Che c’è da spiegare e da giustificarti? Hai l’occasione di stare con una come quella e vorresti rinunciare? Per fortuna che Dean gli dice che è orgoglioso di lui;
_ ho amato la battuta di Dean a Sam: la tua nerdaggine non conosce confini.
Dai tutto sommato non è stato un cattivo episodio, ma ora torniamo in carreggiata sulla trama orizzontale, se sono vere le anticipazioni di prima che iniziasse la stagione nel prossimo episodio potrebbe succedere qualcosa di enorme, forse un break ci voleva davvero.

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *