Supernatural 11x13-Love hurts

Supernatural 11×13: Love hurts

Poteva andare peggio, questo è il giudizio sintetico su Supernatural 11×13: Love hurts, se avete letto la mia recensione all’episodio precedente ricorderete che l’ho stroncato senza appello, perché trovavo inaccettabile uscirsene con uno standalone con la trama orizzontale che c’è in corso. Il giudizio non negativo sull’episodio di questa settimana non è per quel collegamento alla trama orizzontale, di collegamento trattasi ma non di vero avanzamento. No, il giudizio moderatamente positivo sull’episodio, ferma restando la forte insoddisfazione di fondo per la conduzione della trama orizzontale ( gli autori sguinzagliano Lucifero e la Sorella di Dio e poi li relegano in pochi episodi),  è dovuto a due motivi, uno semplice e uno complesso, quello semplice è che fermo restando l’affetto per Jody, il caso della settimana è stato decisamente più interessante, la strega bianca pur se comparsa solo alla fine era sufficientemente creepy. il motivo articolato riguarda come è arrivata la rivelazione a Sam sull’effetto che Amara ha su Dean.supernatural-disperazione-sam
Che è successo nell’episodio
In poche parole: tizio si fa la giovane babysitter, la babysitter viene uccisa strappandole il cuore da mostro con le fattezze dell’amante, Sam e Dean pensano a mutaforma. Poi viene ammazzato il fedifrago da qualcosa identico alla babysitter morta, poi torna di nuovo nelle vesti di lui, stavolta contro la moglie. A questo punto la moglie cerca rifugio dai Winchester e racconta la verità, ha parlato del tradimento del marito a una strega bianca (la sua parrucchiera) quella le ha dato quello che la donna credeva fosse un incantesimo per riprendersi il marito, invece era una maledizione perché la strega è più nell’amministrare punizioni che nell’aiutare. Dato che la maledizione si passa con un bacio Dean per metterla al sicuro bacia la donna in modo che la maledizione, che si manifesta come desiderio più “sporco” della vittima, passi su di lui, quindi l’essere creato dalla maledizione andrà contro di lui e prima ancora che cambi aspetto sappiamo che avrà quello di Amara. Ecco come hanno deciso di farlo sapere a Sam … invece no! Sam e Dean vengono divisi, Sam con l’aiuto della donna riesce ad uccidere la strega, quindi fake Amara scompare un attimo prima di strappare il cuore di Dean. Sarà Dean a decidere di aprirsi con Sam rispondendo a che aspetto avesse il suo desiderio proibito, ma a come va la scena che ho molto apprezzato torno tra un attimo nella recensione.

supernatural-dean
Recensione
In realtà stavolta mezza recensione l’ho fatta nella premessa, come ho detto permane l’insoddisfazione  per la conduzione della trama orizzontale, ma l’episodio ha due buone frecce nel suo arco che non me lo fanno affossare, del caso della settimana ho detto, cuori strappati e strega creepy hanno fatto il loro dovere. Veniamo alla rivelazione, che poi si dimostra non essere una rivelazione, il susseguirsi dei miei stati d’animo dal momento in cui Dean bacia la donna per prendersi la maledizione è stato pressappoco:
1) ok il qareen (l’essere creato dalla maledizione) dopo il bacio avrà preso l’aspetto di Amara, tutto questo per far scoprire a Sam, di DAmara (ma che brutta cosa inventarsi i nomi da ship) ? vabbè;
2) no Sam e Dean sono separati, quindi Sam non la vedrà?  quindi a che serve? per paturnie mentali di Dean? e che è the walking dead?  e continuare con sta sciarada? peggio mi sento, male molto male altro che vabbè;
3) Dean dice a Sam: “era Amara” ah bene meno male, hanno tolto di mezzo sto strazio e forse è meglio come l’hanno fatto loro di come l’avevo immaginato, cioè che sia stato Dean a dirglielo, bravi autori;supernatural-sam
4) Sam risponde a Dean: “ti sorprende? ” e Dean: “non sorprende te?”  e tutto quel che segue, con Sam che dice a Dean che non gliene fa una colpa, che trattandosi della sorella di Dio non ragiona come se Dean avesse il libero arbitrio. E ancora il finale con Dean che dice quando è lontana so che la dobbiamo ammazzare, ma quando le sono vicino sono impotente. E la faccia di Sam che certamente sta pensando che quello che ha detto a Lucifero: essere pronto a morire e veder morire chiunque, Dean compreso per fermare l’Oscurità, diventa sempre più una possibilità concreta.   Fermo restando che mi fa sempre ridere quando sento parlare come se l’unica difficoltà nell’uccidere “God’s freaking sister” sia l’attrazione che esercita su Dean, dico bravi bravi bravi agli autori per come hanno condotto tutta questa parte.  Poi la recitazione di Ackles (e anche di Padalecki devo dire) che è sempre all’altezza della situazione, fa il resto.  Quasi quasi li perdono e assegno un voto positivo all’episodio.
PS
noterete che a differenza del solito in cui cerco di distribuire fotogrammi da tutto l’episodio stavolta ho inserito solo immagini dalla scena della conversazione, non è stata pigrizia.

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *