Supernatural 11x22-We happy few

Supernatural 11×22: We happy few

“Ni”, per me questo Supernatural 11×22: We happy few è un “ni”,  io mi sono anche divertito, soprattutto nelle prima parte, quella in cui l’humour è abbondato, posso anche condividere l’idea di spingere tanto più sull’humour fino a subito prima dello scontro, gli autori ci dicono: oh non ci dite che è una trashata Dio e la sua armata Brancaleone versus “God’s freaking sister” lo sappiamo anche noi, ma stiamo giocando, in Supernatural l’unica cosa seria sono i sentimenti, i rapporti tra i personaggi. Il problema è proprio lo scontro,ma lo spiego tra poco.
Che è successo nell’episodio.
Ce la faccio! Stavolta davvero riassumo in cinque righe: Lucifero vuole le scuse di Papà o l’alleanza non si farà, papà è convinto di non aver sbagliato, ma alla fine trovano un’intesa, ma mancando gli altri arcangeli sono ancora a corto di potenza di fuoco, così arruolano pure Rowena e alcune potenti streghe, Crowley e gli angeli. L’idea è uno alla volta colpiscono l’Oscurità (Amara) con tutto quello che hanno e una volta indebolita Chuck (Dio) le dà il colpo di grazia, cioè le toglie il Marchio e lo trasferisce su Sam imprigionandola di nuovo. Le cose però vanno maluccio e si finisce con Dio moribondo e impotente e Lucifero apparentemente morto.
rowena-fangirl-di-dio
Recensione.
Come ho anticipato tante scene spassose, tutta la parte in cui Lucifero è  il figlio  incazzato col papà troppo importante, davanti a cui sarà sempre un adolescente, che mette il broncio, si chiude in camera (di Sam) con lo stereo a tutto volume etc.
Spassosissima anche Rowena che fa la fangirl pure con Dio, prima a Sam dice qualcosa che suona come “io sono pagana, non mi arruolo di certo perché c’è Dio di mezzo”, ma poi al cospetto fangirlizza (sì lo so è un neologismo bruttissimo ma trovatemi una parola unica italiana che esprima il concetto).
Veniamo ai miei problemi con lo scontro: Amara capisce che il richiamo di Rowena è una trappola ma vi si butta a capofitto convinta di spianare ogni opposizione fino al fratello. Poi invece arriva dal fratello già affaticata, infine viene trafitta da Lucifero e sembra finita, tanto che dice: “Hai vinto di nuovo, finiscimi”, il fratello inizia la procedura per strapparle il Marchio e trasferirlo su Sam, quando si rende conto che non la sta distruggendo ma imprigionando di nuovo ha un sussulto e lo scontro si capovolge.
Che senso ha tutto questo dov’è la logica e la verosimiglianza? Se state per rispondere “Ma cerchi logica e verosimiglianza in Supernatural  che come se non bastassero lupi mannari, vampiri, demoni e angeli, ora propone pure lotte tra divinità?” Siete stupidi o pensate sia stupido io che non so certe cose,  che diavolo c’entra? Se pensate che se una serie tratta di argomenti impossibili di fantasia possa fare a meno di preoccuparsi di logica e coerenza siete stupidi senza se e senza ma, perché è esattamente il contrario, sempre che aspiri ad essere considerata una serie di spessore. Lupi mannari, vampiri, demoni e tutto il resto fanno parte delle regole del mondo di Supernatural e li si accetta. Diversa è l’incoerenza logica.
chuck-e-luciferoAmara becca di nuovo il colpo dal cielo degli angeli, l’altra volta quello da solo la indebolisce molto, stavolta lo incassa molto meglio e non si capisce perché, il suo potere è cresciuto? Quando ha ricevuto l’altro colpo era già adulta, perché ora sarebbe più forte? Non l’hanno mai spiegato. Però la combinazione di tutti i colpi dei vari avversari e la lancia di Lucifero sortiscono l’effetto è stremata e si dichiara sconfitta, poi siccome si incazza “No di nuovo in castigo no” trova chissà dove nuove energie e non è che dopo magari crolla stremata sopra il corpo del fratello, no ormai ha trovato il Settimo Senso come i cavalieri d’oro e quindi è totalmente rinfrancata.

Scena girata malissimo, malissimo, pensata davvero male.

Allora tra il personaggio di Amara poco approfondito e questo scontro devo dire che alla fine la parte che non delude mai sono solo le interpretazioni e il relief comico.  Direi che è un po’ poco, ma in fondo la domanda è Supernatural, che ho amato e continuo ad amare, è mai stata una grande serie? Forse no, Supernatural sa come farsi amare dallo zoccolo duro dei fan, Supernatural ha degli ottimi professionisti tra gli interpreti, ha degli autori che sanno come farti ridere e come farti piangere, ma sono dei grandi autori? Di quelli che ti fanno dire “Porca puttana che storia” oppure “che bravi neanche una sbavatura” ? Direi proprio di no.

Liked it? Take a second to support Roberto Fringie on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *