Archivi tag: musica

INCANTESIMI. COSTUMI DEL TEATRO ALLA SCALA

Dal mitico “Caramba” ai grandi stilisti come Versace che hanno lavorato per il teatro, passando per i premi Oscar quali Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Franca Squarciapino, e ancora Anna Anni e Pier Luigi Pizzi: alcuni dei costumisti che hanno fatto la storia del costume teatrale sono in mostra ora a Palazzo Reale di Milano per l’allestimento “Incantesimi. I costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta a oggi”. Continua la lettura di INCANTESIMI. COSTUMI DEL TEATRO ALLA SCALA

Le metamorfosi di Jun Togawa

“C’è questa cosa che ho sempre avuto sin dall’infanzia: il fatto che esistano molti “mondi” differenti e che io sia nata in quello sbagliato, dove non mi sento a mio agio. Ho provato questa sensazione di inadeguatezza in tutta la mia vita. Non c’è spazio per me in questo mondo. Ogni volta che ho finalmente trovato il mio posto, qualcuno viene da me e mi dice: <<Vai via! Non dovresti essere qui.>>”.
(“Life as a Parasite?” – Intervista a Jun Togawa)

Se doveste chiedere di Jun Togawa a un giapponese, vi dirà molto probabilmente che era quella giovane ragazza che negli anni ‘80 pubblicizzava in tv una marca di gabinetti con bidet incorporato. Nello spot recitava, con voce infantile, lo slogan “Vogliamo anche lavarvi il culo!” agli allibiti telespettatori. Continua la lettura di Le metamorfosi di Jun Togawa

Operazione Nostalgia

«Scontato, brutto e noioso».
«È solo una copia dell’originale!».
«Si sono distanziati troppo dall’originale!».
Quante volte è capitato di assistere a lamentele come queste? Negli ultimi tempi, davvero molto spesso. Serie tv, libri, film e addirittura videogiochi vengono riesumati di continuo, accorciando le distanze tra passato e presente, e generando un ammontare di utili che farebbe impallidire ogni ideatore moderno.
Ma cos’ha di speciale l’operazione nostalgia? E perché è così diffusa?
Continua la lettura di Operazione Nostalgia

Francesco Gabbani – La musica dal vivo ti stravolge

Francesco Gabbani è stato protagonista indiscusso di inizio 2017 grazie al brano Occidentali’s Karma che lo ha portato al successo a Sanremo nella categoria big, il cantante carrarese ha dominato anche le classifiche dell’estate grazie al singolo Tra le Granite e le Granate. Il suo terzo album da solista dal titolo Magellano è uscito o scorso 28 aprile, subito è partito il suo tour con oltre quaranta date in giro per l’Italia raccogliendo un successo dopo l’altro.

Continua la lettura di Francesco Gabbani – La musica dal vivo ti stravolge

The Beatles: Paul is dead

Il 6 luglio 1957, un giovanissimo John Lennon incontrò per la prima volta un altrettanto giovane Paul McCartney, di Liverpool. Il primo, già leader dei Quarrymen, restò così impressionato dalla stupefacente abilità alla chitarra del secondo da desiderare il suo immediato ingresso nella band.  Quando ciò avvenne, proprio nel 1957, Lennon inaugurò in maniera del tutto inconsapevole uno dei sodalizi artistici più fruttuosi e longevi della storia.
Come avviene spesso in questi casi, dopo l’entrata di McCartney nei Quarrymen, George Harrison venne incluso nel gruppo proprio su indicazione del chitarrista di Liverpool, suo amico e concittadino. Ringo Starr, invece, entrò a far parte dei The Beatles solo dopo il cambio di nome e in sostituzione del batterista storico, Pete Best. Quest’ultimo era un personaggio assai schivo e introverso, quasi nocivo per l’unità scanzonata del gruppo: inoltre, Best non era un turnista e a differenza di Starr, non si era dimostrato propenso ad accettare una collaborazione temporanea, come proposto dai discografici.
Il 16 agosto del 1960, The Beatles divennero una realtà solida, con collaboratori che si contenderono per anni il titolo di Quinto Beatle. Tra questi troviamo: George Martin, produttore; Stuart Sutcliffe, batterista; Pete Best, batterista e esponente di spicco; Brian Epstein, manager; e Billy Preston, polistrumentista e voce che collaborò dapprima con Harrison e in seguito con Lennon e Starr.

Alcuni, però, includono un ultimo nome nella lunga lista dei componenti aggiuntivi del gruppo: William Campbell, alias Paul McCartney.
Quest’ultimo ha prestato voce e penna ai pezzi più belli della storia della musica moderna ed è difficile capire cosa c’entri con la figura del quinto Beatle e con un ex agente di polizia mai associato alla band. Secondo alcuni, tutto è molto più semplice: Paul McCartney è morto il 9 novembre 1966 (1965 per alcuni) e da allora, William Campbell lo sostituisce con discreta credibilità.
La presunta morte di Paul McCartney è una delle tante leggende che animano le convinzioni dei complottisti più accaniti. Tuttavia, sono diversi gli spunti di riflessione proposti dai sostenitori del P.I.D (Paul is Dead). Continua la lettura di The Beatles: Paul is dead

BELTANE A COMO CON ORO DI SCOZIA

LA FESTA

Beltane o Beltaine (dal gaelico irlandese Bealtaine o dal gaelico scozzese Bealltuinn; entrambi dall’antico irlandese Beletene, “fuoco luminoso”) è un’antica festa pagana gaelica che si celebra attorno al 1º maggio. “Bealtaine” per gli irlandesi è anche il nome del mese di maggio e tradizionalmente il primo giorno di primavera, situato a metà fra l’equinozio di primavera ed il solstizio estivo (astronomicamente il giorno corretto sarebbe il 5 maggio). Continua la lettura di BELTANE A COMO CON ORO DI SCOZIA

Magellano, il viaggio al centro dell nuovo album di Francesco Gabbani


“entrata con fare burlesco ad una conferenza stampa che in realtà sembra un concerto”
.

È con queste parole usate da Francesco Gabbani per descrivere il suo ingresso trionfale che ha avuto inizio la conferenza stampa di presentazione del suo nuovo disco dal titolo “Magellano”. L’incontro si è tenuto nella mattinata di giovedì 27 aprile nella sede milanese del Touring club italiano, la location perfetta per presentare un album che ha come filo conduttore il tema del viaggio. Continua la lettura di Magellano, il viaggio al centro dell nuovo album di Francesco Gabbani

MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

COMO LAKE DANCE AWARD : MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

Ho seguito per molti anni, fin dalle origini, la fiera della danza che si volgeva a fine novembre a Segrate e che quest’anno non è stata messa in calendario; dopo gli entusiasmi iniziali in effetti gli stands degli espositori erano sempre di meno, e sempre meno affollati (a meno che proponessero scarpe o abbigliamento danza a prezzi scontatissimi), mentre rigurgitavano i palchi dei concorsi e le lezioni di tutti i generi di danza, specialmente se fungevano da preselezione per altri concorsi o borse di studio.

Evidentemente qualcosa è cambiato Continua la lettura di MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

IL FUOCO DELLA GEORGIA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

 

Debutto italiano al Teatro di Milano il 30 dicembre per il Gran Galà di danza “Il Fuoco della Georgia” che vede per la prima volta in Italia il Balletto Nazionale della Georgia, con replica nel pomeriggio di Capodanno. Le danze popolari georgiane nei ricchi costumi tradizionali accostano spettacolari virtuosismi maschili, fatti di salti acrobatici, giri da… capogiro e combattimenti con le spade, a momenti che valorizzano invece la grazia naturale e la bellezza femminile.

Alcuni dei pezzi presentati: nel “Khanjluri” i danzatori competono tra loro nel maneggio dei pugnali; Continua la lettura di IL FUOCO DELLA GEORGIA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

BELLA ADDORMENTATA A COMO E MILANO

BELLA ADDORMENTATA IN VERSIONE ORIGINALE

Sarà anche una scelta controcorrente, ma di sicuro vincente, quella di proporre i grandi balletti classici dell’800 in versione originale, “così come furono visti” dagli spettatori dell’epoca. Questa la scelta della compagnia Balletto di Mosca La Classique, in scena il 30 dicembre a Como e il 31 dicembre e 1 gennaio a Milano.

Sono infatti quasi esauriti i biglietti per “La Bella Addormentata” al Teatro Sociale di Como. Continua la lettura di BELLA ADDORMENTATA A COMO E MILANO