Doctor Who 9X04 Before the flood

Doctor Who Before the flood recensione

dw 9x4 1Doctor Who completa il timey wimey wibbly wobbly stuff dello scorso episodio, sfruttando il famoso detto: “Viene prima l’uovo e la gallina” qui rivisitato con la mitica quinta sinfonia di Beethoven.

Ammettiamo che da brave Fringies ci è venuto in mente un episodio della fine della quarta stagione dove September viene a sapere da Olivia Dunham di averle fatto una previsione sulla sua morte, ma per lui la cosa deve ancora avvenire e qui il Doctor si trova in una situazione molto simile all’osservatore.
Nodw 9x4 13n possiamo fare a  meno di apprezzare il fatto che il Doctor in questa stagione faccia continui riferimenti musicali e applaudiamo con forza alla versione più indurita della solita sigla. Uno dei nostri sogni proibiti in proposito é quello di sentirla in una versione metal. Ci eravamo andati vicino con Ten e ora sempre di più con questo episodio. Ci vorrebbe solo un pizzico in più di coraggio…


Ma ritorniamo all’episodio e procediamo con ordine.

Avevamo lasciato lo scorso episodio con un finale da cardiopalma, con il fantasma del Doctor che si parava di fronte a una disperatissima Clara.
Nel frattempo il Dottore torna indietro nel tempo al 1980 con O’Donnell, la sua fan, e Bennett. Quando lei chiede in che anno si trovano e il Doctor glielo dice, dw 9x4 2lei comincia ad elencare una serie di eventi che ancora non si sono verificati tra cui uno che, alle nostre orecchie, è suonato come uno spoiler bello e buono. Non vi diciamo quale, vogliamo vedere se siete stati abbastanza attenti da accorgervene. Il nostro gruppo incontra Prentiss ancora vivo e vegeto. Si presenta a loro e cominciamo a capire qualcosa di più sulla cosidetta nave aliena che, in realtà, è un carro funebre. Grazie a lui abbiamo la citazione a Star Wars della settimana:

dw 9x4 8

“May the remorse be with you.”

Abbiamo il fondato sospetto che la combriccola di Moffat sia andata a sbronzarsi con quella di Abrams, dato che i Pinewood Studios sono abbastanza vicini a quelli della BBC e chissà che JJ non abbia passato qualche droga del suo Walter Bishop allo zio Moffy.
dw 9x4 7
E sempre a proposito di citazioni o meglio autocitazioni, il Doctor tace una verità scomoda ai suoi compagni di viaggio, in particolare a Bennet, forse per fare un esperimento come insinua quest’ultimo, forse perché realmente sperava che il destino di O’ Donnell non fosse segnato.

E non è la prima volta che il Doctor dimostra di sapere talune cose prima degli altri, fingendo che non sia così.

Altra particolarità molto interessante: nell’elenco di persone che il Doctor ha incontrato O’Donnel ha citato Rose, Martha ed Amy. E Donna Noble? La donna più importante dell’universo?

Non è che con questa mancanza il nostro caro Moffat ci vuole dire qualcosa? Non sappiamo.

dw 9x4 16Veniamo al nemico di questi due episodi, colui che ha lasciato le coordinate, una creatura leggendaria, ispirata alla mitologia arturiana: il Re Pescatore, doppiato in originale da Peter Serafinowicz, la voce di Darth Maul in Clone Wars (è proprio una malattia questa Moffat: basta sbronzarsi con JJ!) e “urlato” da Corey Taylor, frontman degli Slipknot.


Nella mitologia il Re Pescatore è uno degli ultimi re della stirpe dei custodi del Santo Graal. Viene caratterizzato in modi anche dw 9x4 15molto diversi da diversi autori; in ogni caso, ha una menomazione alle gambe o ai genitali, e ha difficoltà a muoversi. La sua menomazione si ripercuote sul suo regno, che si è trasformato in un luogo deserto e devastato. Anche qui non possiamo far a meno di chiederci se non sia un altro indizio per qualcosa che accadrà nel corso della serie.

Anche perché nella prossima puntata si parlerà di Vichinghi, legati anche loro a miti e leggende, quelle norrene, non troppo distanti dai cicli arturiani. Quindi cosa dobbiamo aspettarci? Non lo sappiamo. Non ancora.
Ritornando all’episodio pare che tutti si siano dimenticati della legge numero uno del Doctor ossia Il Dottore mente.

Il Signore del Tempo inganna il pubblico e poi il suo nemico con molta facilità.

dw 9x4 17Il re pescatore crede infatti alla bugia del Doctor che gli dice di aver distrutto le scritte/coordinate e si fa uccidere da una bomba.

Noi abbiamo creduto al fantasma o quasi e temevamo che dalla bara uscisse un mostro e invece è venuto fuori il Doctor, il quale, serafico, si lascia pure andare ad una battuta:

“Niente baci che ho l’alito pesante!”

Il lieto fine dunque non manca, anche se purtroppo il nostro eroe non riesce a salvare tutti i suoi amici, compresa la sua sventurata fan, O’Donnell, uccisa dal Re Pescatore.
La gabbia dove sono stati rinchiusi i fantasmi verrà presa in carico dalla U.N.I.T. e portata in un luogo sicuro.

dw 9x4 19E nel finale ci regalano anche una scena romantica, davvero molto bella, tra Cass e Lunn, che viene spinto da Bennet a dichiararsi, perché certe occasioni non si ripetono e lui lo sa molto bene.

Una scena veramente dolce ed emozionante.
Contrariamente alla precedente stagione che dopo un buon inizio, si è un po’ affossata a causa di diversi problemi, questa sembra procedere con una qualità decisamente costante. Quattro episodi molto divertenti, intensi, pieni di riflessioni dove il Doctor sta uscendo allo scoperto e sta mostrando al mondo le pecularietà di questa incarnazione.
Ci auguriamo che continui su questa strada.

Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia.

dw 9x4 11

E quando pensiamo di aver già visto tutto, ecco che arriva qualcosa di ancora più stupefacente. E’ una frase che il Doctor pronuncia nella puntata precedente a questa, ma può tranquillamente essere riferita allo stesso spettatore che partecipa alle avventure del nostro alieno preferito.

Perché fare un semplice salto temporale, se puoi farne addirittura due?

dw 9x4 14

Perché fare due semplici salti temporali, quando puoi giocare su passato-presente-futuro e tenerli annodati insieme tramite una telefonata e la Quinta di Beethoven?

L’ago della bussola punta a nord, ancora una volta, e questa volta le coordinate sono troppe perché si tratti di mere coincidenze. Sta iniziando ad emergere il fil rouge della stagione. Sono piccoli indizi disseminati qua e là, piccoli ma non insignificanti ed è necessaria un po’ di attenzione per mettere insieme tutti i vari pezzi.

RAGNAROK

Miðgarðsormr: è il mostruoso serpente della mitologia norrena che compare dipinto su una delle pareti della base subacquea. Mostro di proporzioni gigantesche, è ben più che una semplice creatura divina, ma è alla base di una sorta di apocalisse in cui si scontreranno le forze del bene e quelle del male. L’intero cosmo sarà coinvolto in questa lotta, fino a quando esso non verrà distrutto per dare vita ad una nuova rigenerazione.

dw 9x4 9

Il Re Pescatore: rimaniamo a nord, ma questa volta nel ciclo arturiano. Le sue caratteristiche sono già state esposte poco sopra, ma ciò che induce a drizzare le antenne è il suo coinvolgimento nel possesso del Graal, che ha potere miracoloso di guarigione, ma solo per chi gli si accosta con corretto agire.

Si sta apprestando una nuova, epica, lotta tra bene e male per il Doctor?

dw 9x4 3

“Am I a good man?” aveva chiesto il Dottore nella scorsa stagione. E solo un uomo buono, secondo la mitologia, può avere accesso al Graal ed usarlo per la salvezza di tutti. Sì, lo so, forse questo è solo un filmino mentale del tutto personale e magari nelle prossime puntate la direzione intrapresa sarà altra, ma nel frattempo è divertente e stimolante mettere in moto le idee e fare ricerche sui possibili futuri sviluppi della stagione.

dw 9x4 12

Tra un ciclo arturiano e la Quinta di Beethoven torniamo per un attimo con i piedi per terra… o almeno nella base subacquea. Il finale di puntata, con Bennet che osserva con dolore e rammarico il fantasma della donna che ha amato senza mai poterglielo dire è qualcosa da nodo alla gola. Possiamo fare tutti i voli pindarici che desideriamo, ma quel piccolo appunto dato allo spettatore è un pungolo non da poco: non aspettiamo a mostrare i nostri sentimenti agli altri. Quante volte tralasciamo, per pigrizia o per presunta mancanza di tempo, di dire a qualcuno che teniamo a lui?

dw 9x4 4

Il Doctor finge di non capire, ma quella strabenedetta frase in sospeso a Rose Tyler è ancora lì che brucia, non solo ad alcuni fan ma soprattutto a lui. Clara si dimostra più perspicace, ma è evidente che l’invito a non lasciarsi andare perché fuori c’è un intero mondo da scoprire ed apprezzare è rivolto non solo al povero Bennet, ma a suo tempo lo è stato anche a se stessa.

dw 9x4 5

Questa nona stagione di Doctor Who continua imperterrita a mantenersi su livelli molto alti, mi verrebbe da dire quasi troppo, dato che il sabato sera ormai è una tensione costante. Tra alcuni giorni ci attendono i vichinghi (ancora a nord!) ed altre battaglie, io personalmente sono molto curiosa di scoprire quali altre tessere del grande mosaico ci verranno mostrate prima di giungere al gran finale.

Chiara Liberti

dw 9x4 10

dw 9x4 18

dw 9x4 6

Liked it? Take a second to support Simona Ingrassia on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *