Doctor Who 9×5 – 9×6 – The girl who died – The woman who lived

Doctor Who e l’immortalità.

Doctor-Who-The-Girl-Who-Died-1Vi chiediamo scusa per non aver recensito l’episodio numero cinque la scorsa settimana, ma abbiamo pensato di fare un’unica recensione dato che The girl who died e The Woman who lived sono strettamente correlati.

Vi avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti pesanti SPOILER!

Il primo vedeva il Dottore e Clara atterrare, loro malgrado e probabilmente per opera del Tardis, in un villaggio vichingo, dove il nostro alieno preferito cerca di farsi passare per Odino, tramite yoyo,  ma viene sbugiardato da qualcun altro, che dice di essere la divinità norrena venuta a prendersi i migliori guerrieri per portarli nel Valhalla e così il villaggio si ritrova privato della sua difesa.

Doctor-Who-The-Girl-Who-Died-4Tra i rapiti vi sono anche Clara e Ashildr, una ragazza molto particolare, dallo spirito indomito e dalla mente fertile, interpretata dalla brava Maisie Williams, famosa per il ruolo di Arya Stark in Game of Thrones.

La companion del Doctor riesce quasi a convincere gli alieni a fuggire, alieni comandati da un tipo che spreme i guerrieri e li trasforma in liquido simil testosterone, quando la ragazzina del villaggio si fa avanti e dichiara loro guerra.

Rispedite giù, rivelano la ferale notizia e qui il Doctor fa capire ai suoi nuovi amici terrestri, con molto poco tatto, che non hanno nessuna speranza e ha pure una mezza idea di abbandonarli.

The_Girl_Who_Died_-_Doctor_largeClara lo spinge a non farlo e sentendo i pensieri di un neonato, che lui comprende, conoscendo il bambinese, trova infine un modo molto originale per salvare quella gente.

Usare l’immaginazione della giovane Ashildr e la tecnologia aliena dei loro nemici, per creare un inganno e convincerli a fuggire.

L’inganno è rappresentato dall’apparizione di un enorme serpente, ennesimo riferimento al Ragnarok di questa stagione, che attacca i terribili alieni.

Il tutto è solo frutto di suggestione, come dicevamo e davanti a loro vi è soltanto il drakkar, la tipica nave vichinga.

Doctor-Who-The-Girl-Who-Died-11I nemici sono costretti alla fuga anche perché il Dottore e Clara minacciano di mostrare a tutto l’universo che si sono spaventati per niente, avendo registrato la scena.

Sembra essere finito tutto bene, ma Ashildr ha pagato un prezzo altissimo, il suo cuore non ha retto alla potenza della tecnologia aliena, con cui lei ha raccontato la sua storia ed è morta.

Il Dottore, annientato dall’ennesima perdita, si chiede di nuovo perché ha scelto il viso che ha adesso e davanti a noi appaiono le immagini de Le Fiamme di Pompei, quando il Decimo Dottore salvò donnaCaecilius, impersonato da Peter Capaldi, attuale volto del Doctor. Rivede Donna in lacrime, mente lo supplica disperatamente di salvare… “non tutti, basterebbe uno solo”.

E vedendo quello il nostro alieno capisce: scelse quel volto perché lui è il Dottore e salva le persone, così, tramite la tecnologia aliena dei suoi nemici, resuscita la ragazzina, donandole l’immortalità.

E dopo l’entusiasmo il Doctor si rende conto che forse l’immortalità non è sempre un dono, non da soli almeno e così regala al padre dell’adolescente un altro kit medico, in modo che lei possa regalarla a chi vuole.

maisie-williams-ash-resurrection-girl-who-died-300x168L’immortalità per il Dottore è spesso una maledizione perché alla fine si ritrova spesso solo, lui lo sa bene, ha perso tanta gente, si sente in colpa per questo, crede che avrebbe potuto fare di più e questa volta ha sfidato le leggi del suo stesso popolo, oltre che del pianeta Terra, per donarla qualcun’altro. E cos’ha portato a questo?

Prima di arrivarci ci teniamo a dire che la motivazione per cui l’alieno ha scelto il proprio attuale aspetto è meravigliosa.

Semplice, lineare, perfetta.

E’ una specie di promemoria per se.

Per non scordarsi mai del suo io più profondo, del suo amore per l’umanità, del suo essere la sentinella dell’umanità, nel bene e nel male.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(001348)2015-10-26-15-51-18]E ora veniamo a The woman who lived, anche se prima ci teniamo a sottolineare un ragionamento in generale sulla stagione: è come se davvero Moffat abbia deciso di mettere mano all’intero corpus mitologico del Dottore. Siamo partiti da Davros, e dalla sua creazione come “inventore” dei Dalek fino a questo episodio.

E’ chiaro che il Dottore vede se stesso in Ashildr

Entrambi sono immortali, entrambi vedono l’umanità come effimera, entrambi hanno rischiato più volte di perdersi perché sopraffatti dall’idea di non poter stare davvero accanto alle persone che ha amato.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(007842)2015-10-26-15-52-40]In entrambi i casi i sentimenti, non solo la compassione, ma tutti in generale sono la loro debolezza.

E’ anche ovvio che ci stanno preparando per la dipartita di Clara.

La domanda “How many Clara’s?” non è fatta a caso.

E non si può non pensare a Amy, Rory, Rose, Martha, Donna, Sarah Jane… e molti altri ancora.

Il Dottore è sempre noto per farsi le domande più giuste anche se la soluzione arriva con molto ritardo. Come ha fatto Ashildr a sapere tutte quelle cose del Dottore? Ci Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(028055)2015-10-26-15-58-55]vedremmo quasi lo zampino di Missy dietro. E ovviamente non abbiamo potuto fare a meno di pensare ancora una volta ad Amelia Pond, the girl who waited, la companion che è stata presa per pazza perché ha aspettato per anni l’arrivo del Dottore. Dopotutto anche Ashildr glielo rimprovera. “Ah, allora non sei venuto per me.”

Mai come in questa stagione il Doctor sente il peso di non poter fare di più di quello che fa.
“I’m just an idiot with a box, passing by.” C’è una sottile autocitazione. Il Dottore fa l’esperienza del flusso temporale e scappa. E, per sua stessa ammissione, non ha mai smesso di fuggire. Ma da cosa? Oseremmo dire quasi da se stesso. Dai sentimenti, dal pericolo di affezionarsi troppo alle persone perché sa perfettamente che li vedrebbe morire.
“L’immortalità non è vivere per sempre, è vedere le persone morire.”

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(059331)2015-10-26-16-11-21]“Guarda la sua gioia di essere vivo. E’ qualcosa che noi non potremmo davvero provare.”

In questo episodio vi sono molto riferimenti alla mitologia greca, a cominciare da Ade e dai suoi occhi. Ade è il dio degli Inferi, visto con terrore dai vivi proprio per questo, ma considerato vitale per l’equilibrio. Morte e vita sono due facce della stessa medaglia. Senza la seconda non ci sarebbe la prima e viceversa.

Il Dottore è immortale e ha sempre bisogno di un motivo per vivere, non deve rimanere solo, lo sa bene e in Ashildr lui si rivede, rivede il proprio lato più oscuro e tetro, la paura di perdere i sentimenti e le emozioni, comprende il dolore di lei quando ha perso tutto e probabilmente comprende anche la voglia di non provare più nulla, per non sentire altra sofferenza.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(024967)2015-10-26-15-58-24]L’immortalità può essere una maledizione da soli, lui lo sa bene. Nello scorso episodio, the girl who died, ha definito la morte un’abilità, in questo fa capire perché ama così tanto gli essere umani. Loro sanno quanto la vita è importante e preziosa proprio perché dura poco e averli vicino consente al Dottore di ricordarlo anche a se stesso.

A proposito di Ade è affascinante ricordare che nel libro “Gli eroi dell’Olimpo” si parla di lui che ha perso la memoria e non sa di essere un dio. Anche Ashildr aveva perso la memoria, per un motivo prettamente scientifico in quanto la mente umana può contenere solo un certo numero di dati, solo che lei aveva perso anche se stessa, dimenticando il proprio nome, aveva lasciato indietro sentimenti, emozioni e la parte umana di se, tanto che arriva ad aiutare un misterioso essere, un uomo leone, per raggiungere con lui il suo mondo, ma scoprirà di essere stata usata per invadere la Terra.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(053528)2015-10-26-16-05-38]Il suo risveglio di coscienza nasce da lì, vedendo il villaggio attaccato si rende improvvisamente conto di quello che stava facendo e chiede aiuto al Dottore per salvare quelle persone innocenti.

Il Doctor, che, poco prima, le aveva detto che forse i miti greci potrebbero essere derivati dagli alieni. Teoria interessante che mi ricorda la frase che Teti dice tenendo Achille morto tra le braccia. Il regno di Ade era su un diverso tipo di realtà rispetto a dove risiedevano gli immortali e guarda caso in questo episodio, colui che usava i propri occhi come quelli di Ade, ha voluto aprire un portale verso un’altra realtà, rischiando, parola del Doctor, di far venire l’inferno qui.

Se ci passate il momento di nostalgia abbiamo trovato meraviglioso il riferimento a Jack Harkness e alla sua ehm promiscuità: speriamo che sia il preludio ad un suo rientro.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(029678)2015-10-26-16-00-22]Proprio Jack ci permette di fare un’ulteriore riflessione sul cambiamento agghiacciante di Ashildr: chi ha visto Torchwood sa che il capitano Harkness ha un lato ombroso e cinico molto forte. Senza voler fare nessuna polemica verso chi è ateo, Jack lo è e vive malissimo questa sua condizione, l’idea che non ci possa essere nulla oltre la vita lo fa stare male e spesso si riflette sugli altri, tanto che arriva ad essere distaccato per non affezionarsi. Vi viene in mente qualcuno? Anche Ashildr è diventata così, ma poi il Doctor sembra averla risvegliata, così come ha fatto con Jack, solo che non sappiamo quanto la ragazza sia tornata effettivamente quella che era.

Il suo futuro è incerto.

Non scordiamoci poi che, per l’ennesima volta, in questa stagione, il Dottore fa dei riferimenti palesi alle sue precedenti incarnazioni: in questo ha usato il motto del Quarto, “Who knows?”, nello scorso ha usato “Fantastic!”e ha fatto pesanti riferimenti all’episodio ambientato a Pompei, nella premiere ha parlato di sciarpe multicolori, (di nuovo il quarto) e di farfallini; il “What?” con lo stesso tipo di tono di voce usato da Ten.

E proprio pensando a Ten ci viene in mente il dialogo tra lui e Rose nella seconda stagione, quando tornò Sarah Jane.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(016512)2015-10-26-15-56-47]La giovane Tyler gli rinfacciò di essersi scordato della sua vecchia companion, che pure era stata così importante per lui e temeva di essere dimenticata anche lei, il Dottore gli garantì che non sarebbe stato così, ma Rose insistette: “Tu alla fine ci abbandoni!” e il Doctor, in tono lugubre, disse: “Tu non capisci. Io non invecchio, mi rigenero. Immagina di veder appassire e morire coloro che ami e dover continuare. Tu puoi passare il resto della tua vita con me, ma io non posso passare il resto della mia vita con te. E’ la maledizione dei signori del tempo.”

Non è forse per una motivazione simile che Ashildr decide di rinunciare a legarsi a qualcuno?

Moffatt sembra essersi fatto una certa cultura esoterica. Non solo pesca a piene mani dalla mitologia nordica ed ellenica ma sembra anche che voglia alludere anche alla simbologia dei colori.
Ci chiediamo quanto siano casuali o meno aver nominato il viola e l’oro.

Il viola, definito nell’episodio il colore della morte, in realtà ha ben altri significati. E’ il risultato dell’unione tra il rosso, comunemente considerato il simbolo della vita, il colore del sangue della passione; e il blu, colore che simboleggia da sempre la riflessione e l’introspezione. Quindi questa tonalità è legata alla magia, alla Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(054819)2015-10-26-16-07-01]spiritualità velata di tristezza perché ancora memore delle questioni terrene. Può essere visto come il colore di transizione tra la la vita e l’immortalità (e forse non è un caso che si veda prima che Sam diventi immortale). E’ il colore del settimo chakra, in pratica l’ultimo che si apre quando si riesce ad aprire e mettere in equilibrio gli altri sei che conferisce a chi arriva a quel punto una consapevolezza maggiore, rispetto alle persone comuni. E’ anche il colore dell’ametista, pietra che calma le tempeste emotive e anticamente veniva detto che proteggeva i viaggiatori dai ladri e da altri pericoli.
Mentre ripensando all’oro non può non venire in mente il processo alchemico e il fatto che questo è il materiale che si vuole ottenere per arrivare alla perfezione. Jung ha anche affermato la stretta correlazione tra alchimista e processo Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(056783)2015-10-26-16-09-15]alchemico. Non è solo un processo di trasformazione dei materiali bensì una mutazione dell’animo umano. Alla fine abbiamo l’oro ma anche l’uomo perfetto, mondato di ogni impurità.
Rappresenta il “Centro Aureo”. E’ il simbolo di luce manifestata. Non è un colore, ma un effetto luce, un’emozione luminosa paragonabile solo a sé stessa o a giochi di luce prodotti dal sole. L’oro è collegato alla luce del sole e, quindi, dell’illuminazione, ma anche al calore materno della vita. Rappresenta il metallo più prezioso ed è in connessione con le forze e i valori più potenti e più alti. Nel simbolo Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(049100)2015-10-26-16-03-00]della Bibbia, l’oro è il valore più elevato, collegato ai valori umani della saggezza e dell’amore: Il lato negativo dell’oro si manifesta quando viene considerato solo come un valore materiale. Sottolinea la sovranità degli dei e molti luoghi sacri, di tutti i tempi e le culture, sono caratterizzati dalla sua presenza, diventando colore di nobiltà, supremazia ed eccellenza.

Ci permettiamo di concludere citando Sarah Jane che, proprio nell’episodio sopracitato, invitò Rose a restare con il Dottore perché: “Per certe cose vale la pena farsi spezzare il cuore.”

Speriamo che lo abbia capito anche Ashildr.

Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(000599)2015-10-26-15-50-36]La ricerca dell’immortalità è così radicata nell’essere umano che potremmo dire che sia nata con esso. Sin dagli albori della civiltà, infatti, uomini e donne di ogni luogo hanno cercato di sfuggire alla morte attraverso l’idea di un al di là eterno che avrebbe accolto i loro cari; da qui le tombe con i corredi funerari, via via più sontuose man mano che la civiltà progrediva e il rango sociale s’innalzava.
Nei secoli si è cercato un po’ ovunque l’elisir della vita eterna e, mentre nell’Occidente s’imponeva l’idea della Pietra Filosofale, nel pensiero alchemico d’Oriente dominava il cinabro ovvero il solfuro di mercurio.

Il quinto e sesto episodio di questa nona stagione del Doctor si dimostrano perfettamente agli alti livelli di tutti i precedenti ed anzi si permettono Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(017079)2015-10-26-15-57-20]molti spunti di riflessione in più, complice l’ultimo episodio più povero di azioni ma assai ricco di dialoghi dal profondo significato, il cui tema portante è appunto l’immortalità.
Essere immortali è vivere in eterno?
No. Non per il Doctor e nemmeno per Ashildr.
Essere immortali significa dover vedere gli altri morire.
E se questi altri sono persone a cui si tiene allora l’immortalità si tramuta implacabilmente in una condanna da cui non si riesce a fuggire.

“Novecento anni? Dobbiamo sembrarti delle formiche.”
“A me invece sembrate dei giganti.

Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(023119)2015-10-26-15-57-54]Cito un po’ a memoria lo scambio di battute tra Ten e Wilfred, poco prima dello scontro tra il Time Lord e Rassillon. L’umanissimo Ten osserva ammirato quell’uomo anziano che gli è tanto devoto, sa che la vita dell’uomo è un soffio rispetto la sua eppure, proprio perché così effimera, possiede quella bellezza che la rende così magnificamente preziosa. Nelle parole di Twelve ad Ashildr ho rivisto quel Decimo Dottore, che ha così a cuore gli uomini anche perché fragili ed effimeri.
Ashildr ha perso questa capacità, un po’ per difetto umano, la già citata impossibilità a ricordare tutto per il nostro cervello, ma soprattutto a causa del dolore provato: la perdita delle persone care, dei figli, il vedersi scivolare tutto di dosso – persone ed eventi – ed il Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(016746)2015-10-26-15-57-02]trascinarsi lungo i secoli. Non è difficile entrare in empatia con lei, tuttavia mentre riflettevo percepivo anche qualcosa di stridente. Non l’ho compreso fino a quando il Dottore non ha menzionato se stesso, mettendosi sullo stesso piano della (ormai secolare) ragazza: anch’egli ha subito molte perdite, tante e terribili, anch’egli talvolta ha mostrato il proprio lato più oscuro, ma tuttavia non ha mai perso di vista la promessa che si è fatto quando ha deciso di essere il Dottore.
Mai crudele, mai codardo.
Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(066318)2015-10-26-16-16-37]In Ashildr è venuta a mancare quella forza di volontà che ha contraddistinto il nostro alieno di Gallifrey. Dargli la colpa per averla resa immortale ed averla intrappolata nella vita è fin troppo facile, cercare un senso alla propria esistenza, invece, questa è la vera sfida.
Se questa forza di volontà sia poi davvero rinata dopo l’attacco al villaggio e la sconfitta di Leandro io non lo so, non ne sono del tutto sicura e non ci metterei certo la mano sul fuoco. Il selfie mostrato da Clara getta un bel po’ di sprazzi di oscurità, così come anche l’avvertimento: è degli amici che bisogna aver paura, non dei nemici. Non so voi, ma più ci penso più ci vedo lo zampino di Missy anche qui: potrebbe essere stata lei a raccontare molte cose ad Ashildr, ma soprattutto è lei quell’amica di cui è meglio diffidare.
Doctor Who S09E06 - The Woman Who Lived HDTV x264 - GHOST DOG[(065509)2015-10-26-16-14-37]E se fosse proprio Ashildr quel “ministro della guerra” citato in Before the Flood?

Concludo con una piccola riflessione su Leandro.
Come al solito Moffat non sceglie nessun nome a caso. Leandro è un nome di origine greca, formato da due parole: “leon”(leone) + ”andros” (uomo), ovvero uomo-leone. A dir poco azzeccato, non trovate?

Chiara Liberti

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!
Silvia Azzaroli

Sono una scrittrice perché quando scrivo mi sento viva e posso visitare nuovi mondi e nuove terre.
Amo la fantascienza, che per me è il genere per eccellenza ma apprezzo anche i noir, i romanzi storici e il fantasy;
Amo il cinema la cosidetta settima arte: Star Wars, Prima dell'Alba, Blade Runner, Lost in Translation, Her, Marie Antoinette, Pane e Tulipani, Gattaca, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, Lady Hawke, Eternal Sunshine of Spotless Mind, Love Actually, Leon, Il signore degli anelli, La storia fantastica, Grand Budapest Hotel, Picnic ad Hanging Rock, Fino alla fine del mondo, il cielo sopra Berlino, Marie Antoinette, Arrival, l'Erba di Grace,
Le serie tv: in particolare Fringe, Twin Peaks, X-Files, Person of Interest, Doctor Who, The Expanse, 12 Monkeys, Broadchurch, Peaky Blinders, E.R., Friends, Quantum Leap, Battlestar Galactica;
la letteratura: Daniel Pennac, Jane Austen, Banana Yoshimoto, Ray Bradbury, Isaac Asimov, Robert Heinlein, Arthur Clarke, Agatha Christie, Paolo Rumiz, Baudelaire, Ungaretti, Manzoni, Petrarca, Marcela Serrano, Tolkien, Robert Silverberg, Daniel Pennac, Leigh Brackett, Murakami, Leigh Brackett e molti altri;
i mici, la musica, il tennis (King Roger Federer), la pallavolo(indimenticabile la nazionale di Velasco, Bernardi, Zorzi, ecc), il pattinaggio e molto altro.

1 commento

  1. Bella recensione! !!!!
    Coglie appieno il senso della storia!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *