Star Wars Reloaded – Il ritorno dello jedi

rotj3

Finalmente torniamo con la nostra rubrica “Star Wars Reloaded” che ci porterà a percorrere il cammino che ci separa dal prossimo episodio della saga lucasiana.

Il film che sto per recensire lo conosco da circa 30 anni. Ero una bambina quando lo vidi la prima volta e ora, in teoria, sarei un’adulta.

Ho deciso di fare un esperimento in questi giorni. Vederlo in lingua originale cosa che non avevo mai fatto fino ad adesso.

L’ho fatto per “Star Wars Reloaded”

leia slave

So che “Il ritorno dello jedi” viene considerato da alcuni fan come l’anello debole della vecchia trilogia, ma io non faccio parte di quella categoria di fan.

Credevo che mi sarei annoiata nel rivederlo, che avrei inveito contro questa o quella scena, però sinceramente non è successo niente di tutto ciò.

La storia la conosciamo più o meno tutti, ma ve la riassumo brevemente:

Luke, Leia e Lando vanno su Tatooine per liberare Han Solo dalle grinfie del perfido e viscido Jabba, usando 3po ed r2 come esche.

Dopo una serie di rocambolesche avventure il capitano Solo viene liberato grazie al piano geniale del giovane Skywalker, che è ormai cresciuto e dimostra di aver saputo prevedere ogni cosa in questo salvataggio, compreso il viaggio nel deserto, dove tutti loro hanno rischiato di morire per mano del temibile Sarlacc.

leia slave2

Una volta liberato l’amico, Luke raggiunge Yoda morente, al quale chiede lumi sulla reale identità di suo padre: il vecchio jedi, ormai lontano dall’essere compassato e rigido come era da giovane, gli conferma il tutto e, con alcune parole di inequivocabile affetto verso di lui, si lascia morire.

yoda morente

Seguirà un dialogo chiarificatore con lo spirito di Obi-Wan, il quale, mantiene un atteggiamento ambiguo fino in fondo e sembra non essere davvero convinto delle parole che dice, ovvero l’invito ad uccidere Vader.

yoda

Riunitosi all’Alleanza, Luke si troverà su Endor a rivelare ogni cosa alla ritrovata sorella Leia e poi andrà a raggiungere il padre, deciso a redimerlo, contro tutti e tutti, mentre la principessa e gli altri cercheranno di far saltare in aria lo scudo deflettore della seconda Morte Nera per permettere alla flotta ribelle di sferrare l’attacco decisivo al malvagio impero.

Per un po’ le cose si faranno complicate, ma i nostri avranno un aiuto inaspettato dai sottovalutati e “selvaggi” Ewoks, razza considerata inferiore dagli imperiali.

palpatine luke

Sulla Morte Nera, intanto, Luke, dopo un lungo conflitto interiore e diversi duelli, riuscirà a far emergere lo spirito jedi di suo padre, che morirà per salvarlo, uccidendo il male incarnato nell’imperatore e compiendo così la profezia che lo riguardava.

Partiamo dalle critiche leggo molto spesso in giro: film lento e infantile per via degli Ewoks. Perché?

Sono orsacchiotti pelosi e dolci in apparenza, ma più e più volte vediamo tirar fuori un lato guerriero, con rigide regole da tribù, niente affatto confortante. Ed è forse il loro aspetto tanto dolce che rende il tutto più inquietante.

Dopotutto hanno cercato di arrostire i nostri e si sono schierati con loro soltanto dopo l’intervento di Luke, che manovra c3po, la loro “divinità.”

ewoks

Gli Ewoks, per quello che mi riguarda, sono un bell’omaggio ai nativi americani e a come il civilizzato uomo bianco consideri certi popoli, non conformi al proprio modo di vivere e di pensare.

Altra critica che ho letto in giro di recente: Luke avrebbe perso il contatto con Leia, proprio nel momento del pericolo e si fa fare una lavata di capo da Han.

Ora ho rivisto il film e posso assicurare che non succede nulla di tutto ciò.

ewoks2

Primo Luke e Leia sono insieme, sono due persone adulte e responsabili e stanno combattendo contro l’impero. Vengono separati mentre combattono e Luke si aspettava di trovare la sorella al campo base, come da tacito accordo. Leia non è una bambina sprovveduta. La conosce. Si fida di lei.

wicket leia

E’ in pericolo? No, non è mai stata in pericolo. Stava facendo amicizia con l’Ewok ed è riuscita a portarlo dalla sua parte.

Han fa una ramanzina a Luke cari lettori di Star Wars Reloaded? Nessuna ramanzina. Ci resta male perché non c’è Leia con Luke ma quando questi spiega che si erano separati non dice nulla e accetta di andarla a cercare insieme.

Ah e ricordiamo che vengono catturati dagli Ewoks grazie al fatto che Chewbacca pensa con lo stomaco e per quello, giustamente, Han si arrabbia. Non per altro.

han solo

Che poi chi perde il controllo durante la cattura è sempre e solo Han: si arrabbia moltissimo quando c3po si rifiuta di usare la sua divina influenza, come dice lui, per tirarli fuori dai guai il tutto mentre Luke se la ride di gusto. Han Solo, il grande correlliano che sa sempre badare a se stesso, deve chiedere aiuto al robot che odia e si arrabbia con lui se non ubbidisce? Qui se c’è qualcuno da criticare è lui e la sua arroganza. La prigionia con gli Ewok gli fa abbassare un po’ le antenne. E non ho potuto fare a meno di sorridere quando c3po gli dice che sarà il piatto principale di un banchetto in suo onore.

E a salvare la situazione e lo stesso Han, come dicevo sopra, è Luke, tramite la Forza e una piccola genialata, sapendo usare bene il suo amico droide.

????????????????????????????????????????????????????????????

Nel rivedere il film ho anche notato come le battaglie spaziali non siano affatto pesanti e indigeste. La battaglia di Endor, infatti, dura 40 minuti, eppure non è lenta, non è fracassona, gli effetti speciali sono usati con parsimonia ed è tutto molto realistico.

Dalla partenza in cui l’Alleanza finisce nella trappola di Palpatine, passando alla guerriglia contro le torpediniere stellari, in attesa che gli altri disattivassero lo scudo della Morte Nera.

rotj5

Da premiare l’audacia di Lando e della squadra, decisi a sfruttare quell’occasione, convinti che sarà davvero “l’ora della verità.”

Superlativa la scena del kamikaze ribelle che distrugge la nave ammiraglia, spazzando via Piett e i suoi mentre altrove si combattono altre battaglie decisive.

rotj6

Su Endor Leia, Han, Chewie, c3po, r2 e la loro squadra vivono momenti davvero difficili e bisogna dire che sarà l’audacia del capitano Solo e della principessa a far crollare le difese degli imperiali, con un gustoso stratagemma, attuato grazie all’aiuto del wookie.

han solo

Davvero spassoso il momento in cui viene ribaltato lo scambio di battute tra Han e Leia de l’impero colpisce ancora, stavolta è lei a rispondere: “Lo so!” al “Ti Amo!” di lui quando vede che ha una pistola in mano. Veramente divertente come scena.

leia2

Sulla Morte Nera, intanto, Luke, combatte per la sua anima e per quella del padre, non solo per la sua vita. Palpatine è un fine manipolatore e pare aver intuito ogni cosa. Pare perché fin dall’inizio del film ci accorgiamo che le sue percezioni non sono così forti.

Incapace di accorgersi del legame crescente tra padre e figlio, l’imperatore pensa di poter aver tutto sotto controllo sia sulla Morte Nera che su Endor.

vader luke

E la riprova di questa sua cecità è nel primo dialogo vicino alla luna boscosa, dove Vader, chiede con un tono di voce, non certo da sith, anzi con un’urgenza mai vista prima: “Verrà lui da me?” e Palpatine pare non accorgersi minimamente di tale urgenza, del bisogno del suo allievo di avere di nuovo vicino a se qualcuno che lo ami.

L’imperatore cade nella trappola identica a quella in cui cadde il consiglio jedi 20 anni prima: la troppa sicurezza porta all’arroganza e alla cecità.

E’ anche possibile che Vader e Luke siano stati tanto abili da schermarsi, però certe cose salterebbero agli occhi di chiunque.

rotj2

E proprio riguardo al lento riavvicinamento tra padre e figlio arrivato al culmine nel finale, con Anakin redento, che salva Luke, uccidendo Palpatine, non posso fare a meno di notare quanto segue: in originale rende indubbiamente di più. Senza nulla togliere al doppiatore di Anakin (sottolineo Anakin ovvero Marcello Tusco: Vader è doppiato da Massimo Foschi), beh la voce di Sebastian Shaw rende molto di più il pathos della scena.

palpatine

E’ uomo stanco, vecchio, malato quello che emerge dalla performance di Shaw, un uomo che però è sereno, ha ritrovato la luce ed è disposto a morire perché ha avuto la gioia di poter finalmente vedere negli occhi il figlio che credeva morto. Emotivamente straziante come scena, anche grazie al breve scambio di battute tra i due.

“Father I won’t  leave you. I will save you!”

“You already  did that. You were right about me. Tell your sister you were right.”

morte anakin

Un’altra cosa interessante che emerge è che Shaw ha un modo di parlare molto simile a quello di Alec Guinness e, considerando che nel libro del ritorno dello jedi, Luke noti una certa somiglianza tra padre e maestro, credo che sia una cosa voluta.

Non si può certo negare anche una certa somiglianza fisica tra Hayden Christensen e Ewan McGregor, gli interpreti giovanili di Anakin ed Obi-Wan.

Come dicevo sopra non ho niente contro il doppiaggio di questo film, dietro c’erano grandi nomi (oltre a Foschi, è bene ricordare il grande Claudio Capone, doppiatore di Luke e Ottavia Piccolo, doppiatrice di Leia) e un grande direttore del doppiaggio, che, nonostante certe scelte discutibili in fatto di adattamento dei nomi, fece un lavoro egregio.

leia han kiss

Mi preme però dire, che, almeno per me, Mark Hamill lavorò molto bene sul personaggio, sottolineando più volte, tramite il tono di voce, la maturazione di Luke, molto diverso dal ragazzino di “Una nuova speranza.”

E secondo me non è male per niente neanche Carrie Fisher nel rendere Leia, anche lei ormai donna matura, leader vero dei ribelli, innamorata di Han e con un legame fortissimo con il ritrovato fratello.

Riguardo a Ford anche lui secondo me seppe dare credito a Han Solo e al suo essere canaglia dal cuore d’oro, in particolare nella scena sopracitata ma anche quando è disposto a lasciar andare l’amata pur di saperla felice.

leia han endor

Però debbo dire che la voce di Ford non mi piace neanche un po’.

Molto meglio il suo doppiatore.

La versione che ho io del film è quella ripulita digitalmente e la cosa gustosa è che a furia di ripulire e ripulire si vedono gli otto kg di cerone sulla faccia di Ian McDiarmid ovvero Palpatine.

Magari si poteva fare un lavoro più di fino.

Ed evitare di cambiare un certo fantasma nel finale.

Mi stavo dimenticando di un altro aneddoto divertente: sia Leia che Luke in questo episodio uccidono strangolandoli i “cattivi”. Leia lo fa usando la catena mentre il fratello lo fa usando direttamente il force chocke, come il padre.

r2 ewok

La mia conclusione è che Lucas ebbe comunque il coraggio di far finire la sua storia come voleva lui, regalandoci un finale dolce amaro entrato nella storia del cinema.

Forse non è un film potente quanto “L’impero colpisce ancora” tuttavia è una fine meravigliosa.

Per questo fatico ancora ad accettare l’idea di un ormai imminente seguito.

JJ ti tengo d’occhio.

Torneremo presto con “Star Wars Reloaded” per approfondire la vecchia trilogia e per recensire “La minaccia fantasma”!

anakin yoda obiwan

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *