Ansia – Ce ne parla Sara Perlina

Ansia – Un disturbo da non sottovalutare

Come è già successo in passato, oggi parliamo di malattie, patologie e condizioni che complicano la vita delle persone.

A raccontare la sua esperienza è la giovane Sara Perlina, appassionata di letteratura e cinema.

Grazie di aver accettato di farti intervistare dal nostro piccolo blog.

Sara ha deciso di raccontarci il suo problema per aiutare altre persone come lei ad aprirsi e affrontare il problema con più serenità.

 

Da quando ne soffri?

Mi chiamo Sara e ho 37 anni

Ho iniziato a soffrire di ansia quando avevo 16 anni.

Ci puoi descrivere cosa ti succede?

Stavo tanto male.

All’inizio mi veniva da tremare tantissimo avevo il cuore accelerato.

Tante volte finivo in bagno a vomitare era un’ansia molto forte e ingestibile.

Tant’è che andai dal mio medico di famiglia e li mi scrisse degli ansiolitici.

In principio stavo bene per i primi tre mesi.

Poi piano piano mi interruppe la terapia sembrava che il problema fosse passato del tutto, ma non fu così.

Ogni tanto tornò a farmi visita l’ansia anche entro la notte mi svegliai direttamente.  

Ed è una cosa brutta.

Quando succedeva mi alzavo dal letto e iniziavo a fare lunghe passeggiate nell’andito, con grandi respiri finché non mi passava e potevo tornare a dormire.

Sono migliorate le cose? C’è qualcuno che ti aiuta?

Adesso l’ansia è cambiata non vado in bagno.

Non vomito ma ho sempre tremori molto forti e cuore accelerato.

Ora però riesco a gestirla meglio pensando ad altro.

Oppure parlandone con la mia migliore amica o con altre persone che mi possono tenere compagnia per un po’.

Vi chiederete da cosa è scaturita l’ansia?

Purtroppo a volte non è niente a scaturire l’ansia e non si capisce quale sia il problema.

A volte capita di avere ansia improvvisa anche solo mangiando o bevendo.

Certo non è bello.

Frequenti qualche associazione oppure sei in cura da qualcuno?

Non sono in cura da nessuno specialista.

Ci andavo quattro anni fa.

Purtroppo non mi aiutò molto la psicologa da cui andai per ciò interruppi le sedute.

Ansia – Persino il mitico Charlie Brown ne soffre

C’è qualcosa che ti aiuta a sentirti meglio?

Ho fatto solo un gran lavoro su me stessa.

Ora per scacciare l’ansia penso ad altro.

Faccio dei respiri profondi finché non passa del tutto, solo così riesco a liberarmi.

 

Ciao e ancora grazie a nome di tutto lo staff di Over There.

Silvia

 

Ansia – Terapia per i disturbi

Ansia – Sintomi e attacchi di panico

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!
Silvia Azzaroli

Sono una Scrittrice perché quando scrivo mi sento viva e posso visitare nuovi mondi e nuove terre;

Il mio motto è:
"Siamo universi dentro altri universi." (Ho Sognato Babilonia)

Adoro camminare e andare in bici;

Ecologista, Attivista culturale e contro le Malattie Rare, Femminista;

Star Wars/Trek Geek, Proud Hamster, Fringie, Whoovian, MCU Fan, Sci-Fi Geek;>

Amo la Fantascienza, che per me è il genere per eccellenza ma apprezzo anche i Noir, i Romanzi storici, i Saggi e il Fantasy;

I Mici, la Musica, l'Arte (Monet, Artemisia Gentileschi, Raffaello, Caravaggio, Renoir, Hopper, Tiziano), il Tennis (King Roger Federer), la Pallavolo(indimenticabile la nazionale maschile di Velasco, Bernardi, Zorzi, ecc, ora adoro Paola Egonu, Alessia Orro e co), il Pattinaggio, Curling e molto altro;

Amo il Cinema la cosiddetta settima arte.

L'elenco dei film preferiti sarebbe infinito posso solo dire che amo tanto il cinema indipendente che i kolossal, basta che mi lascino qualcosa di positivo dentro l'anima e il cervello;

Le Serie tv. Anche qui l'elenco sarebbe infinito.
Metto solo le prime che mi vengono in mente:
Fringe, Twin Peaks, X-Files, Person of Interest, Doctor Who,
The Expanse, 12 Monkeys, Broadchurch, Peaky Blinders,
E.R., Friends, Quantum Leap, Battlestar Galactica,
Fleabag, New Amsterdam, Call the Midwife, Wanda Vision,
Star Trek, Hanna, The Falcon and The Winter Soldier
;

La Letteratura (senza libri non vivo!):

Jane Austen, Banana Yoshimoto, Ray Bradbury, Isaac Asimov,
Robert Heinlein, Arthur Clarke, Agatha Christie, Paolo Rumiz,
Charles Baudelaire, Nilanjana Roy, Giuseppe Ungaretti, Sarah Moss,
Laura Intino, Alessandro Manzoni, Francesco Petrarca, Marcela Serrano,
J.R.R. Tolkien, Mariana Enriquez, Robert Silverberg, Daniel Pennac,
Leigh Brackett, Haruki Murakami, Leigh Brackett, Etty Hillesum,
Virginia Woolf, Oliver Sacks, Priyamvada Natarajan.

Sono affascinata dalla Scienza anche perché volevo diventare medico .
Adoro figure storiche femminili che si sono contraddistinte in questo campo,
in particolare Sabina Spierlein (madre della psichiatria moderna),
Margherita Hack grande astrofisica italiana),
Samantha Cristoforetti (Geniale astronauta italiana).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.