Black Sails 3x03-XXI

Black Sails 3×03: XXI

Scusate ma dopo questo Black Sails 3×03: XXI devo fare una digressione di carattere generale, Black Sails è diventata una serie stupenda, premesso che ogni volta che si inizia una nuova serie speriamo che ci entusiasmi dal pilot al series finale, non trovate che c’è un certo fascino in una serie che inizia con “OK non male, ha delle potenzialità” e vederla crescere così come un neonato che diventa un ragazzo bello e forte? Non vi sentite (se l’avete seguita in contemporanea fin dall’inizio) come dei padrini (nel senso battesimale, non in quello mafioso) orgogliosi? Sì, mi rendo conto di avere delle patologie mentali.
Qui dovrei continuare la digressione spiegando (oltre l’ovvio) perché Black Sails è una gran serie e anche quelli che sembrano punti deboli non lo sono, ma andrei troppo per le lunghe con l’OT.john-silver-billy-bones-de-groot-flint
No vabbè scherzavo, qualcosa devo dirla, una persona la cui opinione rispetto a inizio prima stagione disse che la guardava volentieri, ma che avrebbe voluto i pirati più sporchi e cattivi, c’è del vero, la maggior parte dei pirati qui non lo sono abbastanza, certo c’è più violenza rispetto a un film sui pirati degli anni ’50, sì c’è un sacco di nudo, ma la maggior parte dei pirati non sono degli spregevoli criminali … però ci siamo dimenticati che questa serie non è una serie creata da History Channel per raccontare i veri pirati? Ci siamo scordati che è il prequel del libro “L’isola del tesoro” di Robert Louis Stevenson? La bravura degli autori è stata proprio l’inserire un romanzo in una cornice storico-politica credibile,  la storia di Miranda e Flint è meravigliosa ma molto improbabile, una storia da romanzo appunto, i personaggi sono personaggi da romanzo e sono splendidi in quanto tali.
Veniamo all’episodio.
A Nassau Max viene a sapere, da un mercante, del Governatore e della flotta inglese in arrivo, Rackham e Vane indicono una riunione di tutti i capitani di Nassau per convincerli a resistere.  Jack ha un piano in mente: organizzare un tale dispiegamento di forze che gli inglesi rinunceranno ad attaccare per paura delle perdite. Ma i capitani sarebbero disposti a imbarcarsi nell’impresa solo se ci fosse Flint perché a loro manca la visione strategica per coordinare qualcosa del genere, invece Flint era un ufficiale della Marina Britannica, quelle cose le ha studiate. Barbanera li informa che Flint è morto in una tempesta, ma si propone lui come comandante, a una condizione: risolta la cosa Vane salperà con lui. teach-e-vaneQuando la flotta inglese arriva in effetti lo spiegamento di forze sortisce il suo effetto, il comandante militare della spedizione esclude un’azione di forza, ma il governatore su consiglio di Eleanor affida il suo discorso, con promessa di perdono per tutti meno che per Vane, a Hornigold e lo manda a terra sotto bandiera bianca, l’offerta sortisce il suo effetto, molti degli uomini sulla spiaggia cominciano a deporre le armi davanti ai due scarafaggi Hornigold  e Dufresne,
Sul lato Flint e il suo equipaggio li avevamo lasciati nella bonaccia le cose si mettono molto male, con uomini sfiniti da mancanza di cibo ed acqua e decisioni pragmatiche al limite del cinismo di Flint che lo portano in rotta di collisione con Billy e soprattutto John Silver (ricordiamo che è il Quartiermastro della nave). Alla fine la salvezza (almeno dalla morte per fame) verrà sotto forma di una carcassa di balena galleggiante, la carcassa è già in putrefazione e quindi immangiabile (del resto in caso contrario non sarebbe affiorata), ma quando John Silver e Flint vanno a controllare scoprono che gli squali sono meno schizzinosi e stanno allegramente banchettando, quindi pescano un bel pesciolone che serve a sfamare l’equipaggio. poco dopo si alza anche il vento, che li porta ad approdare su un’isola, che però è abitata da indigeni dall’aspetto ostile, quindi pure nel prossimo episodio probabilmente ne avranno di gatte da pelare.
Recensione.
Il meglio della punta senza ombra di dubbio sono stati il solito grandissimo Toby Stephens e l’ottimo Luke Arnold, silver-e-flintSul lato Capitano Flint (Stephens) come non ricordare il momento di disperazione, chiuso in cabina per non farsi vedere, in cui scoppia a singhiozzare per aver dovuto fare quello che riteneva necessario? Qualcuno aveva rubato del cibo (che vista la situazione era razionato) c’erano due possibili colpevoli, non c’era modo di far confessare il colpevole in modo che scagionasse l’altro, Flint uccide entrambi. Il suo scoppiare a piangere si riallaccia e conferma quello che in una scena precedente Silver aveva detto a Billy, che per Flint essere guardato dagli uomini come il cattivo, un mostro persino, era una cosa che lo spezzava. Ancora ottimi i sogni (in questo caso ad occhi aperti) con protagonista Miranda, molto brava anche Louise Barnes, che dice a Flint che lei per lui è stata moglie, amante e madre (in quanto ha generato Flint che era sempre stato parte di James McGraw).
Sul lato Silver ottime le conversazioni con Billy e il discorso su come Flint sia un uomo capace di piegare la realtà con la sua forza di volontà, facendo accadere le cose come le vuole lui.
Ma il culmine per i due personaggi si raggiunge (e non è la prima volta) quando interagiscono tra loro, durante il tragitto sulla scialuppa verso la carcassa della balena, Silver ha un compito, mettere in atto il consiglio di Billy su come fare in modo che Flint inizi ad ascoltarlo come ascoltava Gates o Miranda, farsi considerare suo pari. Silver sceglie un modo pericoloso per farlo, racconta a Flint che l’oro della Urca de Lima non è andato perduto e che glielo ha sottratto lui. Bella la scena in cui aspettando la reazione di Flint mette una mano su un rampino, invece Flint chiede che cosa abbia fatto della sua parte dell’oro, Silver risponde che ci ha rinunciato perché non vedeva modo di tenersi l’oro ed essere ancora membro dell’equipaggio di Flint e ora senza una gamba, senza quell’equipaggio è solo un invalido. Flint ricomincia a remare verso la carcassa della balena.

flint-e-lo-squalo
Sul lato Nassau la scena in cui Teach (Barbanera) rivela  a Vane perché è tornato è una buona scena perché i due attori sono bravi, non giunge del tutto inaspettata. Teach non può avere figli, ecco perché nove mogli, sperava la colpa fosse la loro, dopo la nona si è convinto che la colpa è sua. Un uomo, dice, vuole lasciare qualcosa a sua immagine, un vero figlio non può scegliere il padre, tu invece puoi scegliere. Ovviamente vista la situazione Vane accetta. Per il resto inutile raccontare tutte le belle scene, come ho scritto nella scorsa recensione qui sanno recitare tutti, persino Max con la sua vocetta e il suo accento sgradevoli non si può dire che non sappia recitare, sempre buone le scene tra lei e Anne.  Dunque ho citato solo le più significative. sul lato Eleanor e flotta inglese ho l’impressione che il governatore cominci ad essere impressionato dal suo acume, spero non si innamorerà di lei, quando o scritto che questa serie è un romanzo pensavo ai grandi romanzi, non agli harmony o peggio ancora a Twilight. Spiego il perché lo troverei forzato: Eleanor è certamente molto bella. Inoltre dubito che tra le dame di Londra il governatore ne potrebbe trovare una altrettanto intelligente, dunque ha tutto per affascinare un uomo, ma un uomo come me forse, come voi che leggete, ma ammesso che il governatore sia abbastanza illuminato, per un uomo di quei tempi, da apprezzare in una donna l’intelligenza e persino lo spirito di indipendenza, riesce ad apprezzarli anche se sono stati messi a frutto in un’impresa criminale? L’uomo è uomo ma il peso della sua educazione dovrebbe essere così forte da fargli provare,  almeno in parte, repulsione verso Eleanor. Comunque complimenti ad Eleanor, in questo episodio ha sorpreso il governatore in almeno due occasioni, quando deduce  che per qualche motivo per lui il tempo è prezioso (ha fatto un patto con gli spagnoli, ritrovare quanto rimasto dell’oro e riconsegnarlo entro otto settimane o saranno loro a puntare su Nassau) e quando gli propone d mandare a terra Hornigold, cosa a cui l’ufficiale che comanda militarmente non si opporrà perché se ne frega se muore e in effetti Hornigold è rispettato da molti uomini sull’isola e quindi non è improbabile lo lasceranno passare e parlare.
Che altro aggiungere se non continuate così  (rivolto agli autori) che avete il vento in poppa?

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.