salem-mary-e-john

Salem 2×09: Wages

Questo Salem 2×09: Wages  è stata la conferma che decisamente ci siamo, abbiamo imboccato il giusto binario, la puntata è stata piena di avvenimenti susseguitisi a un ritmo da sembrare la prima parte di un finale di stagione, ma ci risulta che la stagione avrà tredici episodi come la prima, che diavolo faranno per quatto episodi?  Speriamo che l’idea non sia fare una specie di finale di stagione anticipato e poi lanciare la terza, perchè con gli attuali ascolti sembra difficile che Salem otterrà una terza stagione visto che si sono praticamente dimezzati passando dai 690 mila di media della prima stagione ai 370 mila per i primi nove episodi della seconda stagione.
Sembra incomprensibile visto che da un paio di episodi la seconda stagione è decisamente meglio della prima, ma forse nella prima stagione aveva dalla sua l’effetto novità e molti l’hanno iniziata  e finita ma non avendo trovato quello che cercavano nello show non sono tornati per la seconda.
salem-mary-sibley-incontra-johnTornando all’episodio quello che ci è piaciuto particolarmente è che Mary abbia detto tutta la verità a John, non perchè abbia fatto sanguinare il nostro cuore di pietra, ma perchè abbiamo speranza che in questi ultimi episodi John tornerà ad essere utile e a piacerci, John Alden (il gorilla come lo abbiamo chiamato spesso) ha dato il meglio di se quando era semplicemente il braccio di qualcuno, quando nella prima stagione lui era il braccio e Cotton la mente e giocavano agli investigatori. la coppia funzionava eccome. Ora John parte in modalità Terminator per salvare il figlio ma è stata Mary ad ideare la strategia.
Bene anche la parte di  Anne che grazie alle amorevoli indicazioni lasciate dal padre nel suo libro delle ombre, impara a controllare i suoi poteri, poi la scuola termina con il suggello del patto col Diavolo, un demone (o il diavolo in persona?) se la teletrasporta nella foresta e l’annoso problema di chi si prenderà la verginità di Anne finisce con uno stupro demoniaco. Certo che. paparino caro. magari la parola d’avviso la potevi scrivere ad inizio istruzioni, non alla fine, in questo caso la politica no spoiler non crediamo abbia fatto la gioia dell’interessata.
Che altro è successo nell’episodio? Di tutto, ma non racconteremo tutto minuto per minuto o non la finiamo più, prendiamo invece in esame i personaggi uno per uno:
Mary Sibley: fa appena in tempo a trattare ancora male Tituba e a vantarsi del nuovo alleato amante (il dottor Wainwright) che scopre che si è  persa il figlio, appare una proiezione della Contesa Von Marburg che le spiega come stanno le cose e come sono sempre state; John (il figlio che ha preso il nome del padre) deve essere sacrificato, la sua funzione è stata sempre quella.  La prende molto molto male, non ha nessuna intenzione di portare a termine il Grande Rito se significa sacrificare il figlio. Poi Mary riceve la visita di Sebastian che le dice chiaramente che la vuole e che non è detto John debba morire, ma per ottenere il suo aiuto Mary deve sacrificare il dottorino, rimane scioccata solo per qualche attimo, i due piatti della bilancia hanno pesi molto diversi, quindi manda Wainwright nei boschi con Sebastian.
Wainwright: per quanto fosse un buon personaggio e la sua sete di conoscenza la trovassimo condivisibile ci ha dato così fastidio il suo tradimento di Cotton, la bugia con cui l’ha fatto passare come un visionario col Magistrato Hathorne, dando al viscido l’occasione di liberarsi di lui che quando Sebastian l’ha scaraventato nella fossa del portale infernale abbiamo pensato: ben ti sta.
salem-il-demone-stupra-anneAnne: su lei non c’è molto da aggiungere, tanto studio seguendo le parole del padre, poi ne paga il prezzo, ma ora dovrebbe essere una strega coi contro fiocchi, poteri innati immani e ora anche la capacità di controllarli. In che modo la tireranno dentro, se lo faranno, nella guerra delle streghe? Starà dalla parte di Mary? In fondo sono simili, entrambe streghe anche se una per scelta (disperata) e l’altra per nascita, ma entrambe con la speranza (o illusione) di poter non essere strumenti del male assoluto. Staremo a vedere.
Cotton: francamente dopo il bel momento col padre ci aspettavamo di meglio, si è tuffato a capofitto nella lotta contro le streghe (e per la salvezza della sua anima) ma sempre tenendo a portata di mano la bottiglia, però come abbiamo scritto ci è dispiaciuto il tradimento di Wainwrigh anche perchè in questo modo l’ha consegnato allo spregevole Hathorne che lo fa deportare da Salem, ma in realtà ordina agli uomini che lo scortano di ucciderlo durante il tragitto. Ce la faranno? Scommettiamo sul no, probabilmente Anne appena si sarà ripresa  lo localizzerà e salverà.
Tituba: mah, questo personaggio l’hanno trattato davvero male, un personaggio di contorno, per salvarsi dalla furia di Mary, che è pronta ad ucciderla per averle nascosto che il figlio fosse l’anello sacrificale per portare Lucifero sulla terra, le racconta che John Alden è vivo e la conduce da lui, poi finisce legata al posto dello stesso John.
Marcy: rimasta in panchina, non ci è mancata.
la-von-marburg-e-maryContessa Von Marburg: si è vista meno che nelle altre puntate, ma nell’incontro in cui racconta tutta la verità a Mary sul ruolo del figlio è stata splendida come al solito, rimane la cosa migliore di questa stagione.
Hathorne: sempre spregevole, quando Cotton gli racconta della pozza-portale infernale in cui si è tramutata la fossa comune degli indesiderati gli dà un possibilità, cerca di verificare il suo racconto, ma non perchè il bene di Salem sia più importante della loro rivalità su Anne, ma perchè ha messo sul piatto della bilancia quanto gioverebbe alla sua posizione essere consapevole di un pericolo del genere e quanto indebolirebbe quella di Mary che caldeggiò l’idea di scaricare lì i corpi degli infetti.
John jr: ora che sappiamo che non ha il diavolo dentro ma è solo un agnello sacrificale è diventato molto meno interessante e giustamente ce l’hanno mostrato meno, scelta condivisibile.
John Alden: come abbiamo già scritto apprende tutta la storia di Mary, reagisce come ci si aspetta, non le butta le braccia al collo ma nemmeno deve pregarlo troppo per convincerlo a salvare il figlio. Nel prossimo episodio secondo il piano di Mary lui dovrà andare alla pozza per proteggere il figlio, mentre Mary sarà sulla nave per trovare i resti della contessa e il suo sarcofago/camera di rigenerazione e distruggerla.
Sebastian: è tornato a piacerci, forse la prima impressione era stata quella giusta, forse non è completamente succube e a rimorchio (della madre), forse ha un minimo di palle.
Battuta dell’episodio per Mary:
Tituba: Lui è l’ammazza streghe. Non è l’uomo che una volta amavi.
Mary: Beh, nessuno di noi è più ciò che eravamo una volta. Non è vero?

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *