Doctor Who – 10×01 The Pilot e 10×02 Smile

Il Doctor è tornato finalmente!

Dopo uno scoppiettante special di Natale, in cui si era omaggiato il mondo dei super eroi e mostrato quanto il nostro alieno preferito fosse ancora in lutto per l’amata River, è dunque arrivata la decima stagione, dove fin dai primi episodi è evidente che Moffat voglia sparare le sue ultime meravigliose cartucce nell’universo del Doctor, per lasciarci un ricordo indelebile.
Vi avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti pesanti SPOILER!
Continua la lettura di Doctor Who – 10×01 The Pilot e 10×02 Smile

MY VISTO: COME GUADAGNARE 3000€ FACENDO VIDEO

Cosa vi viene in mente se vi dico Luca Argentero?

Sicuramente mi risponderete citando alcuni dei suoi film e parlando del suo lavoro nel mondo del cinema, è più che ovvio.

Abbiamo sempre conosciuto Luca Argentero come attore e sex symbol, ma il 21 aprile a “Tempo di Libri” si è mostrato nelle vesti di imprenditore . La fiera dell’editoria allestita nei padiglioni di Rho fiera è stata l’occasione per presentare un progetto chiamato MYVISTO creato in collaborazione con Paolo Tenna.

My visto è un sito web operativo dall’autunno 2016 che ha come obbiettivo mettere a contatto giovani creativi con ogni tipo di azienda che richiede una pubblicità. Il tutto è organizzato in sfide presenti in modo periodico sulla piattaforma web, esse consistono nel creare un video inedito in grado di raccontare una storia, ma soprattutto in grado di raccontare in modo creativo la storia del prodotto. Tutti vi possono partecipare, previa la registrazione gratuita al sito, caricarne uno proprio e gareggiare per venire scelti dall’azienda produttrice.

Luca Argentero (monguzzi photo)

Continua la lettura di MY VISTO: COME GUADAGNARE 3000€ FACENDO VIDEO

MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

COMO LAKE DANCE AWARD : MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

Ho seguito per molti anni, fin dalle origini, la fiera della danza che si volgeva a fine novembre a Segrate e che quest’anno non è stata messa in calendario; dopo gli entusiasmi iniziali in effetti gli stands degli espositori erano sempre di meno, e sempre meno affollati (a meno che proponessero scarpe o abbigliamento danza a prezzi scontatissimi), mentre rigurgitavano i palchi dei concorsi e le lezioni di tutti i generi di danza, specialmente se fungevano da preselezione per altri concorsi o borse di studio.

Evidentemente qualcosa è cambiato Continua la lettura di MILLE BALLERINI PER IL CONCORSO DI DANZA A COMO

Intervista ad Ambra Giulia Marelli, biologa e vice-presidente di Pro-Test Italia

Intervistiamo oggi Ambra Giulia Marelli, biologa e vicepresidente di Pro-Test Italia. Sarà un’intervista a tutto campo sulla scienza.

Domanda di Claudia Vaerini

Spesso quando si parla di cure alternative si parla generalmente di omeopatia, so che alcuni considerano tali omeopatia e fitoterapia. Secondo te che differenza c’è tra le due? Quali sono le vere cure alternative?

L’argomento è delicato perché per valutare l’efficacia di un farmaco bisogna guardare caso per caso ed inoltre la domanda apre ad un argomento filosofico non indifferente: cosa è naturale e cosa no. Infatti, se vogliamo guardare la pura definizione di “medicina alternativa”, questa è quella “medicina” che non segue il metodo scientifico, quindi nel caso di farmaci si tratta di farmaci che non hanno seguito l’iter di test in silico, in vitro, in vivo e poi sull’uomo che invece i farmaci devono normalmente seguire; ma per la verità chi cerca cure “alternative” cerca spesso qualcosa di “naturale”. Ecco, io qui ho delle perplessità: considerando che l’uomo è un animale come tutti gli altri, siamo sicuri che i prodotti da lui creati secondo le comuni leggi della chimica, della fisica e della biologia non possano definirsi naturali? Sarebbe un po’ come discettare della naturalità delle dighe di un castoro.

Continua la lettura di Intervista ad Ambra Giulia Marelli, biologa e vice-presidente di Pro-Test Italia

Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

E così siamo giunti alla fine di questo bellissimo viaggio, Black Sails 4×10: XXXVIII il finale di serie non ci ha riservato sorprese, costretto nei limiti dettati dall’essere un prequel e dall’essere personaggi storici di alcuni dei protagonisti, non ci aspettavamo lo facesse. Gli autori ci hanno dato un bel finale, lieto per quasi tutti i protagonisti sopravvissuti e non lieto per l’antagonista di seconda parte di serie, e ci ha lasciato con la dolce malinconia che ti lascia una serie che hai amato e non ti ha mai tradito fino all’ultimo episodio.
Che è successo nell’episodio

Continua la lettura di Black Sails 4×10: XXXVIII (finale di serie)

Dialetti e lingue – Un patrimonio da salvaguardare

Reliquiario di Santa Rosalia in quel di Peglio (Como)

Da appassionate di lingue abbiamo deciso di buttarci in un’impresa tanto folle quanto ardita.

Quella di andare alla riscoperta dei dialetti e delle loro origini.

Il merito va in parte ad un delizioso articolo di Hello World, che abbiamo condiviso in pagina nei giorni scorsi.

Un articolo che, riprendendo lo schema tipico degli alberi genealogici delle famiglie nobili, lo trasportava sulle lingue, mostrando le derivazioni e le origini delle principali lingue del mondo. Continua la lettura di Dialetti e lingue – Un patrimonio da salvaguardare

Ghost in the shell, il film, la recensione

Ghost in the shell, il film diretto da Rupert Sanders ed è basato sull’omonimo manga di Masamune Shirow . Ambientato in un mondo dove i robot lavorano con e per gli umani e gli esseri umani stessi hanno impianti robotici.

Quando annunciarono la versione live action avevo paura di quello che sarebbe venuto fuori. Dragon Ball Evolution è qualcosa che fa ancora venire gli incubi, con Ghost in the shell avevo il timore che non solo ripetessero un tremendo adattamento ma anche rovinassero la filosofia che impregna la saga.
Sembrerà assurdo dirlo visto che si tratta di un film e per forza di cose ci devono essere delle differenze. Vero, però purtroppo spesso e volentieri si vede anche uno stravolgimento del carattere dei personaggi che lascia il fan disgustato e non riesce a catturare il pubblico che si avvicina alla storia per la prima volta.

Tutto questo non è successo, anzi, il film pur essendo scollegato ai manga ha mantenuto comunque quello che è il fulcro della storia la sua filosofia e i suoi personaggi con i loro caratteri arricchendo il mondo a cui si ispira con una nuova avventura.

Scarlett Johansson, per quanto non abbia tratti asiatici e il personaggio del maggiore è asiatico, rende bene lo stesso il personaggio.
Il personaggio di Aramaki, il capo della sezione nove, è interpretato magistralmente da Takeshi Kitano.
Nel ruolo di Batou, Pilou Asbæk che riesce a riproporre il personaggio visto anche nei film d’animazione.

Perché andare a vederlo? Se amate la fantascienza è un film da non perdere, se siete appassionati di Ghost in the shell è un capitolo in più che arricchisce la serie.
Non è necessario aver visto i film diretti da Mamoru Oshii, la serie animata o letto il manga per vedere il film e comprendere le interezioni tra i personaggi.
Non sono un’esperta di cinema ma sono sicura che questo film rende molto di più se visto sul grande schermo rispetto al televisore di casa.

Salva

Salva

Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII

Non è stata pigrizia, non è stata dimenticanza non aver recensito l’episodio della scorsa settimana, ammetto di aver volutamente aspettato perchè dopo la rottura tra Flint e Silver nel finale dell 4×08 non mi volevo sbilanciare prima di vedere cosa sarebbe successo, oggi sono stato in dubbio se a questo punto saltare di nuovo e aspettare il gran finale di serie, ma poi ho pensato che avendo amato tanto la serie vorrei concentrarmi sul giudizio complessivo la prossima settimana e quindi questa spendo due parole su Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII. Continua la lettura di Black sails 4×08 e 4×09: XXXVI e XXXVII

“Il regno” di Banana Yoshimoto – La recensione dei primi tre libri

La saga de “Il Regno” di Banana Yoshimoto si compone, finora, di tre romanzi:

“Andromeda Height”, “Il dolore, le ombre, la magia” e “Il giardino segreto”.

Un quarto è già edito in Giappone in questo periodo e si intitola “Another World”, la cui uscita in Italia non è ancora prevista.

Quindi finora recensiremo i primi tre libri.

Avvisiamo che da qui in avanti saranno presenti degli SPOILER! Continua la lettura di “Il regno” di Banana Yoshimoto – La recensione dei primi tre libri

La cultura al vostro servizio