Intervista ad Edoardo Nevola – Doppiatore di Will Smith

Grazie al nostro amico e collega Marco Bonardelli siamo stati in grado di fare qualche domanda al grande Edoardo Nevola, famoso soprattutto per essere stato il doppiatore di Will Smith in “Willy – Il principe di Bel-Air

Bonardelli si occupa di spettacoli in tutte le sue attività giornalistiche, con la collaborazione alle pagine di Cultura e Spettacoli della Gazzetta del Sud, la carica di caporedattore news del sito Enciclopedia del Doppiaggio.it e “Luci della ribalta”, che è quello che si direbbe un progetto multimediale perché è blog, canale YouTube e rubrica radiofonica di news e interviste che si tengono  su Deliradio all’interno di “2 ore con Luxor”, contenitore di intrattenimento e musica dedicato ai grandi successi musicali dagli anni ’70 ai ’90 e condotto da Gianluca Pistoia e Luca Sordoni.

marco bonardelliI primi tempi, tra l’autunno 2012 e l’inverno del 2013, Luci della ribalta era parte del giornale online “Notizie in Controluce”, poi verso la primavera è diventata parte integrante dello spazio che cura tutt’ora nel programma.

Come progetto nacque nel 2011 (anno in cui Bonardelli entrò in Enciclopedia del Doppiaggio.it) dalle ceneri del vecchio blog Inside the dubbing, nato nel 2003 (quando il giornalista iniziò a fare divulgazione sul doppiaggio), e del vecchi canale low85 dove ci sono vecchie interviste a personaggi dello spettacolo e del doppiaggio, in alcune occasioni realizzate per la Guida Doppiaggio e Doppiatori di SuperEva e per Telesimo.

Tra i personaggi celebri intervistati: Ennio Fantastichini, Giuliano Montaldo, Alessandro D’Alatri, Claudio Fragasso, Michele Placido, Giancarlo Giannini, Massimo Dapporto.

Dall’autunno 2013 “Luci della ribalta” si è sdoppiato in una parte che si chiama “Luci della ribalta Graffiti” che, come recita lo slogan, sono incontrati ravvicinati con i personaggi che hanno fatto la storia della tv e dello spettacolo, testimonial di pubblicità e doppiatori di cartoni dell’epoca non più in attività,.

In quest’ultimo campo Bonardelli viene affiancato da Pistoia, grande esperto di animazione giapponese degli anni ’70 e ’80.

A 2 ore con Luxor ognuno ha i suoi ruoli Pistoia (che si firma in arte Luxor) è il conducador, Sordoni l’opinionista della giornata e Bonardelli l’inviato nel mondo dello spettacolo.

L’appuntamento con Nevola  è stato proprio uno speciale del programma e di “Luci della ribalta Graffiti”, condotto ovviamente da Pistoia, che poi è stato affiancato da Bonardelli

Negli anni a “Luci della ribalta” ha avuto ospiti straordinari, come Pino Quartullo, Cinzia Tani, Paola Pessot, Serena Rossi, Mino Caprio e Renato Cortesi, Lorenzo De Angelis con cui Bonardelli fece il pilota nel vecchio canale, Cinzia Bancone di Tv Talk, la grande annunciatrice Rai Ughetta Lanari (mamma di Massimiliano Alto).

feltrinelli bonardelliDal 2013 il giornalista tiene alla Feltrinelli Point di Messina, nel periodo delle festività natalizie, “Suggestioni dal set”, una serata dedicata agli artisti messinesi e in siciliani, dove tra gli ospiti vi sono stati giovani talenti come Federica De Cola, Katia Greco e Stella Egitto e altri affermati come Ninni Bruschetta, Nino Frassica, Daniele Ciprì, Monica Dugo, lo stilista Fausto Puglisi e il regista Massimo Coglitore col quale ha presentato, durante la seconda edizione, il trailer del suo film “The Elevator“, girato in America con un cast di attori americani (tra cui Burt Reynolds) e che sta avendo successo in diversi paesi. Il film fu presentato al Taormina Film Fest dello scorso anno, dove ricevette altri notevoli consensi.

nevola_01E veniamo a presentare il suo ultimo ospite: Edoardo Nevola, celebre tra i giovani e giovanissimi per essere stato la voce “ufficiale” di Will Smith, soprattutto grazie al riuscito doppiaggio della sit com cult “Willy, il principe di Bel Air”, Nevola è prima di tutto un grande attore, teatrale e cinematografico, oltre che un bravissimo cantante.

L’attore romano, di cui potete trovare qui il sito ufficiale, viene lanciato dal celebre regista Pietro Germi nel 1956 ne “Il ferroviere” dove prestò il volto a Sandrino, il figlio del macchinista.

nevola_02Nel 1964 è Gavroche, , lo sfortunato figlio dei locandieri Thenardier, nello sceneggiato diretto da Sandro Bolchi, I Miserabili del 1964.

Nevola  ha lavorato con nomi del calibro di Renato Zero, Giorgio Albertazzi, Loredana Berté, Giancarlo Giannini, Carlo Reali e Roberto Bonanni. In uno spettacolo dal titolo Un volo al centro del cuore ha unito le due arti, alternando monologhi e brani musicali.

A proposito del doppiaggio di Willy Il principe di Bel Air, Nevola all’epoca adattò il testo insieme a Rossella Izzo e creò anche anche due canzoni inedite.

Ha inoltre doppiato: Hal Dielrich ne La casa, Angel David ne Il corvo, Austin Pendleton in A Beautiful Mind, Kevin J. O’Connor in La mummia e Martin Short in Un semplice desiderio. Inoltre, nei cartoni animati, ha doppiato Ed, un personaggio di Ed, Edd & Eddy.

nevola5Come cantante ha partecipato alla prima opera rock italiana Orfeo 9 di Tito Schipa Jr, che si tenne al Teatro Sistina di Roma.

Nel 2014 riceve il premio “Leggio d’Oro voce telefilm cult” per Willy, il principe di Bel-Air.

Durante l’intervista sentirete come l’attore parli con molto affetto del doppiaggio che fece per Short oltre che per Smith, ovviamente, a cui si sente molto simile per la tipologia di carriera.

Inoltre Nevola ricorda con gioia la sua esperienza ne l’Orfeo 9, rivelando alcune interessanti curiosità.

E’ da rimarcare poi il duetto strepitoso con un altro gigante del doppiaggio, Giorgio Lopez, doppiatore del maggiordomo Geoffrey in Willy – Il principe di Bel Air.

Prima di lasciarvi all’intervista, vorremmo dire questo: Nevola fa parte della vecchia scuola del doppiaggio, dove prima di tutto si recitava, entrando in sintonia con l’attore e il personaggio doppiati e si era diretti da professionisti.

Ci piacerebbe che le giovani generazioni prendessero esempio da lui e da chi lo dirigeva, per far tornare il doppiaggio ai fasti di una volta.

Concludiamo ringraziando per l’abbraccio che ci ha mandato, che ricambiamo con affetto.

Eccovi l’intervista:

Due ore con Luxor

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!
Silvia Azzaroli

Sono una scrittrice perché quando scrivo mi sento viva e posso visitare nuovi mondi e nuove terre.
Amo la fantascienza, che per me è il genere per eccellenza ma apprezzo anche i noir, i romanzi storici e il fantasy;
Amo il cinema la cosidetta settima arte: Star Wars, Prima dell'Alba, Blade Runner, Lost in Translation, Her, Marie Antoinette, Pane e Tulipani, Gattaca, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, Lady Hawke, Eternal Sunshine of Spotless Mind, Love Actually, Leon, Il signore degli anelli, La storia fantastica, Grand Budapest Hotel, Picnic ad Hanging Rock, Fino alla fine del mondo, il cielo sopra Berlino, Marie Antoinette, Arrival, l'Erba di Grace,
Le serie tv: in particolare Fringe, Twin Peaks, X-Files, Person of Interest, Doctor Who, The Expanse, 12 Monkeys, Broadchurch, Peaky Blinders, E.R., Friends, Quantum Leap, Battlestar Galactica;
la letteratura: Daniel Pennac, Jane Austen, Banana Yoshimoto, Ray Bradbury, Isaac Asimov, Robert Heinlein, Arthur Clarke, Agatha Christie, Paolo Rumiz, Baudelaire, Ungaretti, Manzoni, Petrarca, Marcela Serrano, Tolkien, Robert Silverberg, Daniel Pennac, Leigh Brackett, Murakami, Leigh Brackett e molti altri;
i mici, la musica, il tennis (King Roger Federer), la pallavolo(indimenticabile la nazionale di Velasco, Bernardi, Zorzi, ecc), il pattinaggio e molto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *