Supernatural 11x11: Into the mystic

Supernatural 11×11: Into the mystic

Un episodio discreto, anzi più che discreto questo Supernatural 11×11: Into the mystic, di cui io sono soddisfatto come se fosse ottimo. Spiegazione: l’episodio si apre dando l’impressione che sarà uno standalone, ho subito pensato “mannaggia, me lo dovevo aspettare dopo diversi episodi di totale trama orizzontale che si sarebbe tornati al mostro della settimana prima o poi” , se avete letto altre mie recensioni sapete che sono insofferente agli standalone se c’è una succulenta trama orizzontale in attesa. Se avete visto l’episodio avrete visto che invece i miei timori sono stati fugati, si è tornati al mostro della settimana, ma la trama principale Amara-Lucifero è stata bene presente, in diversi modi, non solo quelli più ovvi.
Che è successo nell’episodio
Il mostro della settimana è un banshee, pare che i banshee non siano sempre entità maligne, ma questo tipo sì, predano sui deboli, quindi se la sta prendendo con una casa di riposo poco distante dal rifugio degli Uomini di Lettere, dunque i Winchester non avendo notizie di Amara e non avendo idea di cosa sia successo  tra Castiel e Lucifero, prendono il caso. supernatural-dean-e-mildredUna volta in ballo la loro strada si incrocia con Mildred, una adorabile ed arzilla ospite della casa di riposo e con una ragazza sorda che si è introdotta nella casa di riposo sotto mentite spoglie, ma non con cattive intenzioni, infatti è una cacciatrice, ed è in cerca di vendetta perché è la neonata che abbiamo visto nella prima scena dell’episodio in cui la banshee uccide i suoi genitori, lei è sorda proprio per colpa del terribile urlo, fu trovata da una cacciatrice giunta troppo tardi che la allevò ed addestrò.  Sul lato CastLucifero (cioè Lucifero nel corpo di Castiel) si introduce nel  rifugio per cercare qualcosa su l’Oscurità nei libri degli Uomini di Lettere. Viene sorpreso da Dean tornato per procurarsi dei pugnali d’oro (uniche armi efficaci contro un banshee) , racconta quello che sta facendo, non c’è niente di strano e Dean non sospetta nulla, come potrebbe?  Anche se in seguito dirà a Sam che Castiel gli era sembrato un po’ strano, ma lui lo è sempre … Sceglie proprio questo momento, in cui Castiel non è più Castiel ma Lucifero, per raccontargli del legame con Amara, bel tempismo Dean! Comunque il banshee viene poi battuto naturalmente, ma non dia nostri fratelli preferiti, ma dalla cacciatrice che così si prende la sua vendetta.
Recensione
Innanzitutto: dov’è Crowley? Che ne ha fatto Lucifero? Non ha detto che aveva una proposta? Comunque alla mancanza di Crowley non assegno un valore negativo o positivo, rispunterà.  Altra puntata senza Amara ma va bene, cioè io vorrei vederla di più perché la trovo tanto affascinante, ma non so se mostrandola di più la inflazionerebbero e il personaggio risulterebbe meno affascinante.
Veniamo ai pro e ai contro perché stavolta davvero il mio giudizio è una media per tante piccole cose che ho apprezzato e tante che mi hanno lasciato perplesso.
I pro:
_ la cacciatrice sorda mi è rimasta piuttosto simpatica;
_ Mildred, l’anziana ospite della struttura, ex-donna di spettacolo che ha avuto una vita scoppiettante e ora è un’anziana soddisfatta che corteggia Dean, l’ho trovata adorabile;
_ Misha Collins sempre più bravo a passare da Castiel a qualcun altro in un attimo, basta un sorriso che non gli avevamo mai visto, davvero bravo, se da un lato mi spiace non vedere il mio amato Mark Pellegrino, dall’altro questo sviluppo sta offrendo un’ottima occasione a Misha che non la non sta sprecando;
_ la piccola ma pregna scena di Sam che ripone il depliant della bella casa di riposo tra gli oggetti che tiene in una scatola di memorie, come auguri oche lui e Dean possano arrivare a quell’età.
supernatural-augurio-di-sam
Le cose che mi hanno lasciato perplesso:
_ Quando Dean (e non per la prima volta) confidandosi con  Castiel dice: ho avuto l’occasione con Amara ma ho esitato per via del legame, seriamente? Ma siete seri? Da un lato abbiamo l’Oscurità, la sorella di Dio, che ha resistito al colpo lanciato dalla forza sommata di tutti gli angeli rimasti in Paradiso, dall’altro Dean che manco il  Marchio e la Prima Lama ha più (e a rigor di logica anche quelli dovrebbero essere acqua fresca contro Amara), che potrebbe fare di diverso oltre a quello che è successo quando si è scosso e la lama del coltello si è frantumata senza sfiorare Amara?
_ sulla stessa lunghezza d’onda l’angelo idiota che riconosce Lucifero e invece di pensare a suonare tutti gli allarmi possibili e immaginabili per farlo sapere ai suoi fratelli, lo segue nel bosco. Seriamente: il mitico ispettore Callahan diceva “un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti” (Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan) si applica pure a angeli e cacciatori;
_ Lucifero spera di trovare notizie su l’Oscurità nei libri dei Men of Letters, ma perché qualcuno dovrebbe avere memorie su l’Oscurità se è stata bandita da Dio fin dall’inizio del creato? Solo gli angeli ne dovrebbero avere memoria, in teoria manco i demoni. Si va bene Lucifero è il padre dei demoni, quindi potrebbe averne parlato lui che l’ha conosciuta visto che ha partecipato attivamente al suo esilio, ma:
1) Lucifero vi sembra un chiacchierone che racconta vecchie storie agli altri demoni?
2) se l’unica fonte possibile di conoscenza sull’Oscurità è Lucifero stesso, perché cercherebbe notizie? Alzheimer?
Comunque poteva andar peggio, episodio discreto, come ho scritto.

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *