black-sails-barbanera

Black Sails 3×01: XIX

Mamma mia che ripresa!  Black Sails 3×01: XIX (ricordavate vero che i titoli degli episodi di Black Sails sono semplicemente numeri romani, come i capitoli di un libro?) un episodio strepitoso, con l’esordio di un nuovo attesissimo personaggio e tutti i personaggi principali in gran spolvero, davvero non si può dire che sia iniziata a basso regime.
Che è successo nell’episodio.
Seguiamo le vicende di Jack Rackham, Anne Bonny e Max a Nassau, quelle di Charles Vane prima in mare e poi a Nassau, brevemente quelle di Eleanor a Londra e quelle di Flint e il suo equipaggio. Ma l’episodio si apre con una gran scena che introduce un personaggio  spietato e carismatico che sappiamo essere Barbanera e si chiude col suo arrivo a Nassau dove si presenta dicendo che cerca il suo vecchio amico Charles Vane. Ovviamente le vicende si intrecciano, io per comodità le racconto come fossero capitoli separati.
Iniziamo dai più brevi: Eleanor riceve la visita del prossimo governatore di New Providence Island che le fa una proposta, le risparmierà la forca che certamente l’attende a fine processo se accetterà di fargli da guida nella sua impresa di sottomettere l’isola (New Providence Island è l’isola delle Bahamas di cui Nassau è capitale). Eleanor accetta e alla prima richiesta che è stilare una lista di chi a Nassau si può convincere e chi invece va eliminato, scrive solo un nome, ma non vediamo qual è.
Vane in mare è stato indirizzato su una preda da Jack, solo che gli ha mentito, gli ha detto che era carica di legname da costruzione, invece è una nave di schiavisti. Vane non è molto felice, visto che è stato schiavo e odia la schiavitù, infatti per il capitano olandese finisce nel peggiore dei modi.jack-rackham-charles-vane
A Nassau c’è un problema. l’enorme tesoro spagnolo trafugato è nel forte che difende Nassau, che però è un colabrodo, non può difendere né l’oro in esso contenuto, né Nassau da attacchi dal mare. Jack aveva promesso se ne sarebbe occupato lui, ma non riesce a trovare uomini disposti a lavorare alle riparazioni, Max è furiosa e Anne va da lui a spronarlo, ma Jack le risponde che ci sta pensando. Eecco perché ha mandato Vane ad abbordare una nave di schiavi! ma non gli ha detto la verità perché sa come si sente sulla schiavitù.  Alla fine Vane si convince che se vogliono la cosa fatta non c’è alternativa che farlo fare agli schiavi, Rackham si impegna a trattarli il più umanamente possibile.
Mentre Vane va a caccia di prede quello che sta facendo Flint è portare avanti la sua guerra di terrore, organizza incursioni a terra e uccide tutti i giudici che impiccano uomini per pirateria. Senza la minima pietà che siano onesti o corrotti e nemmeno per le mogli se le trova col marito.
Flint e il suo equipaggio vedono una nave che conoscono che va alla deriva  quindi si avvicinano, ma si rivela una trappola, è vuota perché l’equipaggio l’ha abbandonata, infatti c’è una nave cacciatrice, cioè una nave che batte bandiera inglese, ma non è della marina regolare, al comando ci sono quei due scarafaggi di Hornigold e Dufresne, sono in vantaggio, la loro nave ha il vento e tutte le variabili possibili a favore, in uno scontro farebbero a pezzi la nave di Flint, ma offrono la stessa alternativa data all’equipaggio della nave alla deriva, andatevene e avrete il perdono. Flint convince i suoi uomini a non arrendersi, ma non possono nemmeno combattere, l’unica possibilità che rimane è fare una mossa a sorpresa, virare e gettarsi nella brutta tempesta che tenevano d’occhio da un po’, quindi si gettano nella tempesta ma prima di riuscire ad allontanarsi si beccano anche una prima salva di cannoni, quindi non solo si buttano in una brutta tempesta, ma con dei buchi su un lato da cui imbarcheranno acqua.black-sails-anne-bonny
Recensione
La scena di esordio di Barbanera è stata semplicemente fantastica, il personaggio si annuncia come spietato ma incredibilmente carismatico.
Sia su questa scena che su quelle che riguardano gli altri protagonisti ci sarebbe una critica di fondo da fare, ma tutti questi pirati (e queste prostitute se è per questo) che filosofeggiano? La prima risposta è chissenefrega! cioè non è verosimile ma al diavolo; la seconda risposta è che in fondo nel caso di Flint è giustificato, era un ufficiale della marina inglese, non era un nobile ma era una persona istruita, gli altri: Vane, Max, Rackham … sono tre o quattro , gli altri a Nassau sono le bestie illetterate che si suppone siano.
La scena finale in cui Rackham e Vane sono nella stanza dell’oro è un bellissimo esempio di quanto ho appena scritto, quando Rackham dice che a volte gli sembra che l’oro rida di lui, dei sogni che aveva su cosa ne avrebbe fatto; e poi Vane spiega come la cosa peggiore della schiavitù è non sapere che succederà dopo,  non sapere quando potrebbe schioccare la frusta e non se ne saprà il motivo. Gran bei personaggi, bravi attori, affascinante il Vane interpretato da Zach McGowan  ma che bravo anche Toby Schmitz.
A bordo della nave di Flint un bravissimo Toby Stephens (come al solito) dipinge un Flint che è andato veramente oltre, ormai lo pensa anche John Silver., sembrava oltre fin da inizio serie? Aspettate a parlare (se per caso state leggendo senza aver visto l’episodio). John Silver senza una gamba è diventato un quartiermastro coi fiocchi, molto bravo anche Luke Arnold. In questo episodio ho molto apprezzato l’interazione tra lui e Billy Bones. si è avuta l’impressione che ormai per tutte le incombenze pratiche mandino avanti la baracca loro.
black-sails-capitano-flintA Nassau altro discorso “filosofico” quello di Max, su come lei vedesse il tesoro come qualcosa per rendere solide le fondamenta di quello che ha costruito, infatti ora lei è diventate la sostituta di Eleanor, ma sa che tutta la sua odierna agiatezza è costruita sulla sabbia. nel momento in cui gli inglesi decideranno sul serio di riprendere il controllo di quelle acque e di Nassau o gli spagnoli arriveranno a battere cassa per l’enorme tesoro perso.
Mi sono mancanti tutti talmente tanto che non ho nemmeno trovato tanto sgradevole come al solito la voce di Jessica Parker Kennedy (Max). Comunque nell’interazione tra Max e Anne Bonny la parte che ho preferito è quando Max cerca di convincere la sua amante che l’oro deve essere spostato dal forte e la fantastica Anne le risponde “stai facendo la cosa che avevi promesso non avresti mai fatto, non chiedermi di scegliere fra voi due”, adoro la gratitudine che Anne dimostra a Jack per averla salvata quando era una donna sottomessa e brutalizzata.
Eleanor se avete letto le mie vecchie recensioni sapete che non la reggo, non posso farle una colpa del voler sopravvivere, ma considerato che già non la reggevo mi sa che in questa stagione non cambierò idea. A proposito: avrà scritto Vane come tutto sembra suggerire, facendo i suoi interessi e non quelli del governatore, ricordiamo che Vane le ha giurato vendetta per quando le sfilò la figlia del governatore dalle grinfie per aiutare Flint nel suo piano di pace, sembrano passati secoli; oppure avrà scritto Flint?

Battute dell’episodio:
Come ho detto ce ne sono tantissime, ho citato Anne, ho citato il discorso di Vane sulla schiavitù, quello di Jack sull’oro che ride di lui, ma il primo posto se lo aggiudicano a pari merito Barbanera e Flint.
Barbanera elenca ai tre fratelli della donna che aveva sposato ed abbandonato, che non sapendo chi fosse lo sono andato a prendere con le spade, almeno tre cose su cui ha mentito loro, la terza è “chiaramente vi ha fatto credere che avreste potuto puntare la spada nella mia direzione e sopravvivere all’esperienza”.
Flint e John Silver hanno un animato confronto in cui Silver gli chiede di essere meno avventato e non scendere più a terra nelle incursioni e gli dice che capisce quanto sia stata pesante la perdita della signora Barlow (Miranda), Flint risponde (a brutto muso)  “ti sei scavato la tua via (come un verme) nella testa degli uomini là fuori e loro ti hanno concesso autorità su di loro per questo.  Ma nella mia testa non sei benvenuto”.

Liked it? Take a second to support Over There on Patreon!
Over There

Serie tv, Cinema, Teatro, Musica, Letteratura, fumetti!
Tutto ciò che fa cultura a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.