Patrizia Facchetti – Intervista alla proprietaria di Bar Pizzeria Sport Vailate

Patrizia Facchetti – Intervista alla proprietaria di Bar Pizzeria Sport a Vailate

1- Ciao Patrizia grazie di aver accettato di rispondere alle nostre domande. Vorremmo sapere, prima di tutto, da quanto tempo gestisci la tua bella trattoria e chi la creò.

La pizzeria trattoria è nata nel lontano 1980, cioè quarant’anni fa da un’idea di mio padre e un suo amico. Pochi mesi dopo però il socio costretto da un imprevisto lasciò a mio padre l’intera gestione. All’inizio lavoravamo solo io, mio padre e Paolo, il pizzaiolo mentre mia madre continuava a fare la pendolare.

2 – Cara Patrizia sappiamo, per esperienza diretta, che di solito avete sempre il locale pieno perché avete piatti genuini e gustosi, oltre ad un servizio con la clientela eccellente, per prezzi e gentilezza. Come avete vissuto questa crisi? Sappiamo che siete partiti con il servizio da trasporto. Come sta andando?

Vero, con gli anni e molto lavoro avevamo raggiunto una certa notorietà e i clienti amano venire da noi perché in fondo eravamo – siamo una famiglia e questo concetto abbiamo sempre cercato di trasmetterlo ai nostri clienti che, come tu sai, si sentono a casa.

Purtroppo questa epidemia ci ha costretti prima alla chiusura totale per più di un mese e mezzo e poi, stanchi di aspettare un’apertura che non arrivava (giustamente), abbiamo iniziato con una per noi nuova esperienza: il servizio a domicilio prima e, dal 4 maggio, abbiamo aggiunto anche l’asporto.

Devo dire che non va male, però manca il contatto diretto con i clienti.
Non ho ancora deciso se chiedere un aiuto al Governo ma se continua e le restrizioni sono quelle di oggi dovrò anch’io adattarmi. Troppe spese per adeguare il locale e proteggere noi e la clientela.

Io e Patrizia due anni fa

3- domanda un po’ piccante cara Patrizia. Avete avuto bisogno degli aiuti promessi dal governo? Se sì sono arrivati?

Silvia cara, il ristoratore, il pizzaiolo, e tutti i negozianti dopo mesi di stop non hanno forza economica per attuare tutte queste restrizioni che ci stanno imponendo.

Capisco il malumore e la preoccupazione, molti purtroppo non riapriranno. Alla già grave disoccupazione si sommerà anche quella dei commercianti artigiani la piccola impresa.

 

4- abbiamo letto delle proteste dei tuoi colleghi, cara Patrizia, che sostengono di non poter aprire con le attuali misure anti covid. Voi che siete nel settore potreste spiegarci quali sono i problemi creati da dette misure e cosa proporreste al loro posto per tutelare la sicurezza dei cittadini e nel contempo non perderci voi?

Soluzioni? Non sono un’esperta ma posso dirti che nel mio piccolo per poter aprire devo diminuire i posti a sedere da cento a 25; ogni cliente deve avere 4 metri di distanza;

i tavoli devono essere a 2 metri; niente menù cartacei;

sanificare e igienizzare ogni volta bagni sedie tavoli; devo misurare loro la temperatura e controllare, se sono una famiglia, se hanno l’autocertificazione… l’entrata e l’uscita;

i vari gel significanti sparsi per tutto il locale;

l’entrata del cliente uno prevista e a un metro quindi se entra una famiglia di 4 persone ci vogliono come minimo 20 minuti per poterli fare accomodare…tu mi capisci che oltre che pizzaiola, devo essere carabiniere, infermiera e donna delle pulizie, è un po’ troppo no?

Assumere altro personale in questo momento critico è impensabile.
Soluzioni? Non ne vedo molte.

Proposte? Non riesco a trovarne.

Il virus non è stato sconfitto e fa ancora vittime e quindi provo a mettermi nei panni di chi deve prenderne decisioni che riguardano la salute di un’intera nazione…

Grazie Patrizia

 

Bar Pizzeria Sport Vailate – Gruppo ufficiale

Liked it? Take a second to support Silvia Azzaroli on Patreon!
Silvia Azzaroli

Sono una Scrittrice perché quando scrivo mi sento viva e posso visitare nuovi mondi e nuove terre;

Il mio motto è:
"Siamo universi dentro altri universi." (Ho Sognato Babilonia)

Adoro camminare e andare in bici;

Ecologista, Attivista culturale e contro le Malattie Rare, Femminista;

Star Wars/Trek Geek, Proud Hamster, Fringie, Whoovian, MCU Fan, Sci-Fi Geek;>

Amo la Fantascienza, che per me è il genere per eccellenza ma apprezzo anche i Noir, i Romanzi storici, i Saggi e il Fantasy;

I Mici, la Musica, l'Arte (Monet, Artemisia Gentileschi, Raffaello, Caravaggio, Renoir, Hopper, Tiziano), il Tennis (King Roger Federer), la Pallavolo(indimenticabile la nazionale maschile di Velasco, Bernardi, Zorzi, ecc, ora adoro Paola Egonu, Alessia Orro e co), il Pattinaggio, Curling e molto altro;

Amo il Cinema la cosiddetta settima arte.

L'elenco dei film preferiti sarebbe infinito posso solo dire che amo tanto il cinema indipendente che i kolossal, basta che mi lascino qualcosa di positivo dentro l'anima e il cervello;

Le Serie tv. Anche qui l'elenco sarebbe infinito.
Metto solo le prime che mi vengono in mente:
Fringe, Twin Peaks, X-Files, Person of Interest, Doctor Who,
The Expanse, 12 Monkeys, Broadchurch, Peaky Blinders,
E.R., Friends, Quantum Leap, Battlestar Galactica,
Fleabag, New Amsterdam, Call the Midwife, Wanda Vision,
Star Trek, Hanna, The Falcon and The Winter Soldier
;

La Letteratura (senza libri non vivo!):

Jane Austen, Banana Yoshimoto, Ray Bradbury, Isaac Asimov,
Robert Heinlein, Arthur Clarke, Agatha Christie, Paolo Rumiz,
Charles Baudelaire, Nilanjana Roy, Giuseppe Ungaretti, Sarah Moss,
Laura Intino, Alessandro Manzoni, Francesco Petrarca, Marcela Serrano,
J.R.R. Tolkien, Mariana Enriquez, Robert Silverberg, Daniel Pennac,
Leigh Brackett, Haruki Murakami, Leigh Brackett, Etty Hillesum,
Virginia Woolf, Oliver Sacks, Priyamvada Natarajan.

Sono affascinata dalla Scienza anche perché volevo diventare medico .
Adoro figure storiche femminili che si sono contraddistinte in questo campo,
in particolare Sabina Spierlein (madre della psichiatria moderna),
Margherita Hack grande astrofisica italiana),
Samantha Cristoforetti (Geniale astronauta italiana).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.