Archivi categoria: storia

Dietro le quinte della storia – Sandro Botticelli

Sandro Botticelli – – L’emblema del Rinascimento

Disclaimer: Tutti i diritti delle immagini presenti appartengono ai loro legittimi proprietari.

Sandro Filipepi, detto Botticelli, nacque a Firenze 1 Marzo 1445, definito dalla Treccani, il pittore del sacro e del profano, perché il suo stile pittorico si divide in due tronconi.

Il primo periodo legato alla famiglia Medici e al Rinascimento, vedeva il trionfo di figure classicheggianti accompagnate da colori  vivaci, il secondo più cupo e tetro, forse dovuto all’influenza del frate Savonarola, è legato a figure sacre e mistiche. Continua la lettura di Dietro le quinte della storia – Sandro Botticelli

Dietro le quinte della storia – Lorenzo de’ Medici, il Magnifico

Nelle scorse settimane ho esplorato il rinascimento inglese attraverso importanti figure come Anne Boleyn e sua figlia Elizabeth, oltre che Shakespeare, ora cercherò di  raccontarvi come posso il Rinascimento Italiano, una delle epoche più gloriose della nostra storia, non solo per quanto riguarda l’arte e la cultura in generale, ma anche per quanto riguarda la politica.

E ovviamente non si può non parlare di politica rinascimentale senza citare Lorenzo de’ Medici detto il Magnifico, per le sue indubbie doti in questo e altri ambiti. Continua la lettura di Dietro le quinte della storia – Lorenzo de’ Medici, il Magnifico

Dietro le quinte della storia: La faida Borromini – Bernini

Ogni genio nasconde un animo tormentato e per alcuni, la persecuzione, il dramma, il tormento e/o la sofferenza rappresentano dei traguardi oltre i quali vi è il raggiungimento della forma d’arte più alta. Gli artisti sono noti per la loro sensibilità ed è questa che gli permette di vedere al di là di ciò che offusca la vista – sia degli occhi che del cuore – degli uomini comuni. Proprio a causa sua, molti di loro vivono i sentimenti in maniera più intensa e coinvolgente, senza preferire il bene sul male e viceversa. Negli artisti, l’amore è il più grande amore e l’odio il più grande odio.
Continua la lettura di Dietro le quinte della storia: La faida Borromini – Bernini

Dietro le quinte della storia – Elizabeth, la Regina Vergine

Elizabeth I di Tudor nacque a Greenwich il 7 Settembre 1533, da Enrico VIII e Anne Boleyn, fu considerata principessa di sangue, ma all’età di 3 anni venne dichiarata figlia illegittima a causa dell’uccisione della madre, per ordine del padre. Continua la lettura di Dietro le quinte della storia – Elizabeth, la Regina Vergine

Dietro le quinte della storia – La Regina Anne Boleyn

Anne Boleyn, nota da noi come Anna Bolena, fu una regina molto controversa e ci permette di introdurre, con la sua figura, uno dei periodi più intriganti della storia, ovvero l’età d’oro dell’impero britannico nonché l’atto di supremazia di Enrico VIII, che staccò la Gran Bretagna dalla chiesa cattolica.

E proprio il divorzio di Enrico da Caterina d’Aragona per sposare l’amata Anne ricorda un fatto curioso, se non addirittura divertente, ovvero che alcune persone tendono a fare i fan club di Anne o Caterina, come se l’una o l’altra fossero delle squadre di calcio e non persone coinvolte in un gioco più grande di loro, usate a proprio piacimento chi dalla Spagna e chi dai propri genitori. Continua la lettura di Dietro le quinte della storia – La Regina Anne Boleyn

Dietro le quinte della storia: Artemisia, storia di una Pittora

La parità tra uomo e donna è lontana tutt’oggi e mentre l’appello al principio di uguaglianza viene ignorato da alcuni e confuso da altri, con l’approfittare di chi era (ed è ancora, per certi versi) la parte forte, la giustizia viene meno per qualsiasi essere umano.
L’era moderna non sembra aver giovato all’equità tra gli uomini, per razza, sesso e religione. Eppure, la parità si trova a base di ogni democrazia definita ‘civile’: ogni anno, donne, omosessuali, portatori di handicap e qualsiasi persona ritenuta diversa dalla massa, muore per mano di mentalità distorte e malate.
Continua la lettura di Dietro le quinte della storia: Artemisia, storia di una Pittora

Dietro le quinte della storia: Cercasi Monna Lisa disperatamente

È uno dei dipinti più conosciuti al mondo, se non addirittura il più riconoscibile della storia dell’arte.
La Gioconda è un quadro realizzato da Leonardo Da Vinci e risalente al periodo che va tra il 1503 e il 1506. Olio su tavola di pioppo sottile e leggermente imbarcato, una crepa visibile sul retro, diversi danni causati dal rocambolesco susseguirsi di atti vandalici perpetrati ai suoi danni e conservazione affidata a una teca di vetro infrangibile, con livelli di temperatura e umidità controllati dall’esterno.
Continua la lettura di Dietro le quinte della storia: Cercasi Monna Lisa disperatamente

The Beatles: Paul is dead

Il 6 luglio 1957, un giovanissimo John Lennon incontrò per la prima volta un altrettanto giovane Paul McCartney, di Liverpool. Il primo, già leader dei Quarrymen, restò così impressionato dalla stupefacente abilità alla chitarra del secondo da desiderare il suo immediato ingresso nella band.  Quando ciò avvenne, proprio nel 1957, Lennon inaugurò in maniera del tutto inconsapevole uno dei sodalizi artistici più fruttuosi e longevi della storia.
Come avviene spesso in questi casi, dopo l’entrata di McCartney nei Quarrymen, George Harrison venne incluso nel gruppo proprio su indicazione del chitarrista di Liverpool, suo amico e concittadino. Ringo Starr, invece, entrò a far parte dei The Beatles solo dopo il cambio di nome e in sostituzione del batterista storico, Pete Best. Quest’ultimo era un personaggio assai schivo e introverso, quasi nocivo per l’unità scanzonata del gruppo: inoltre, Best non era un turnista e a differenza di Starr, non si era dimostrato propenso ad accettare una collaborazione temporanea, come proposto dai discografici.
Il 16 agosto del 1960, The Beatles divennero una realtà solida, con collaboratori che si contenderono per anni il titolo di Quinto Beatle. Tra questi troviamo: George Martin, produttore; Stuart Sutcliffe, batterista; Pete Best, batterista e esponente di spicco; Brian Epstein, manager; e Billy Preston, polistrumentista e voce che collaborò dapprima con Harrison e in seguito con Lennon e Starr.

Alcuni, però, includono un ultimo nome nella lunga lista dei componenti aggiuntivi del gruppo: William Campbell, alias Paul McCartney.
Quest’ultimo ha prestato voce e penna ai pezzi più belli della storia della musica moderna ed è difficile capire cosa c’entri con la figura del quinto Beatle e con un ex agente di polizia mai associato alla band. Secondo alcuni, tutto è molto più semplice: Paul McCartney è morto il 9 novembre 1966 (1965 per alcuni) e da allora, William Campbell lo sostituisce con discreta credibilità.
La presunta morte di Paul McCartney è una delle tante leggende che animano le convinzioni dei complottisti più accaniti. Tuttavia, sono diversi gli spunti di riflessione proposti dai sostenitori del P.I.D (Paul is Dead). Continua la lettura di The Beatles: Paul is dead

A TAVOLA NELL’800… SUL LAGO (2): STORIA E MENU

Qualche tempo fa vi abbiamo proposto un parziale resoconto dell’evento “Cena al castello. La cucina nelle ville del Lario tra Settecento e Ottocento”, tenutosi al Castello di Urio (vicino Como) grazie alla collaborazione tra Società Archeologica Comense, Associazione Provinciale Cuochi di Como e Associazione Le Magnolie (che gestisce lo storico palazzo).

Ed ecco qui il “succo” vero e proprio della serata, ovvero l’illustrazione storica a cura di Rossano Nistri e il goloso menu.

la brigata di cucina

Continua la lettura di A TAVOLA NELL’800… SUL LAGO (2): STORIA E MENU

A TAVOLA NELL’800… SUL LAGO (1)

Gastronomia e musica tra fine ‘700 e inizio ‘800, una sera in un palazzo d’epoca affacciato sul lago… Questa la suggestiva proposta “cucinata” a dicembre 2016 da alcuni enti culturali lariani. “Cena al Castello. La cucina nelle ville del Lario tra Settecento e Ottocento” non era una semplice cena per gourmet, né un concerto, né una conferenza, ma un viaggio dei cinque sensi tra piatti storici, suggestioni letterarie e musicali, con tavole già addobbate con gusto natalizio nelle sale affrescate del cosiddetto Castello di Urio. Continua la lettura di A TAVOLA NELL’800… SUL LAGO (1)